CONCORRENZA

Puscas-Moreo
Una poltrona per due

Puscas-Moreo, una poltrona per due



 

IMMAGINE  NON SEGUI FORZAPALERMO.IT SU INSTAGRAM? CLICCA QUI


 

 

Diverse varianti, un'unica costante: la presenza fissa di due centravanti, stilema utilizzato sempre meno nel calcio contemporaneo, è il tratto distintivo del Palermo di Roberto Stellone. La certezza in attacco della squadra risiede in Ilija Nestorovski. Dal ritorno in panchina del tecnico romano, il macedone è sempre stato titolare fisso garantendo un buonissimo apporto alla squadra anche in assenza di quel gol che nel suo caso manca da quattro partite, il che è quasi una notizia.

 

Per il ruolo di partner del capitano rosanero è partita a due tra George Puscas e Stefano Moreo, partiti dall'inizio quattro volte ciascuno, con esiti in ogni caso positivi a giudicare dai risultati ottenuti dal Palermo. Stellone li ha fino ad ora alternati in base alle necessità, senza creare una vera gerarchia.

 

Di Puscas abbiamo potuto constatare la cattiveria nel muoversi in area e la sua capacità di incidere nei momenti decisivi: le tre reti segnate contro Lecce, Cosenza e Pescara son valse 9 punti. L'attaccante rumeno è uno che può e sa fare la differenza ma al tempo stesso si sacrifica poco per la squadra e la sua mobilità è orientata squisitamente all'attacco della porta: ciò costringe Nestorovski a dover fare, in sua presenza, la seconda punta di movimento, con evidente riverbero sulla sua produzione di gol.


LEGGI

Dall'annuncio in tv a James quanti dubbi sull'operazione


 

Al contrario di Moreo sappiamo che non è propriamente un goleador: anche se rispetto a Puscas ha una rete in meno, le sue realizzazioni contro Brescia e Pescara sono avvenute a gare chiuse nel bene o nel male. In compenso però il numero 9 rosanero a fronte di stazza e colpi d'ariete, gioca come se fosse una seconda punta: svaria sul fronte, taglia senza palla, fa a spallate con gli stopper avversari ed è utilissimo per far respirare la squadra nei momenti critici: doti che cominciano ad essere apprezzate anche dalla critica e dal pubblico.

 

Entrambi a loro modo si stanno rivelando risorse importanti: Puscas è l'arma più incisiva dell'artiglieria pesante rosanero; Moreo quella più utile ad un battaglione che lavora quotidianamente per diventare una corazzata. Il loro contributo potrà essere il particolare in grado di fare la differenza.


 

ALTRI ARTICOLI

 

• CESSIONE PALERMO, IL COMUNICATO UFFICIALE DEL SINDACO LEOLUCA ORLANDO

• «E TRA I DUE LITIGANTI, NON SIAMO MANCO IL TERZO CHE GODE. ARRIVEDERCI»

• GAZZETTA - PALERMO BRITISH, 15 MILIONI PER I PRIMI STIPENDI

• IL PALERMO DI ZAMPARINI PARTE 2: L'EUROPA ROSANERO E L'ESODO ALL'OLIMPICO

• NON ESCLUSIVA: ECCO IL RESPONSABILE A 360 GRADI DEL PALERMO

• PUSCAS-MOREO, UNA POLTRONA PER DUE






Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *