BOTTA E RISPOSTA

Cessione Palermo, il comunicato
ufficiale di Orlando

Cessione Palermo, il comunicato ufficiale di Orlando



Continua il botta e risposta tra Maurizio Zamparini e Leoluca Orlando. Il primo cittadino di Palermo ha voluto ribadire, stavolta con un comunicato ufficiale, di non aver avuto nessuna comunicazione in merito al passaggio di proprietà e su un eventuale incontro con Richardson e colleghi. 

 

Ecco il comunicato: 

 

"Nessuna comunicazione ufficiale è arrivata al Comune da parte della società. Nessuno ha informato su chi sono i legittimi proprietari del Palermo Calcio, dopo la annunciata cessione del pacchetto di maggioranza da parte di Maurizio Zamparini". Lo ha detto il sindaco Leoluca Orlando dopo la presentazione allo stadio Renzo Barbera del gruppo imprenditoriale che avrebbe rilevato le quote di maggioranza della società rosanero. 


"Ricordo che la squadra del Palermo - aggiunge il primo cittadino del capoluogo siciliano - gioca all'interno di uno stadio comunale in virtù di un rapporto contrattuale fra società e Comune. Anche per questo, un corretto rapporto istituzionale e formale avrebbe voluto che si informasse il sindaco del passaggio di proprietà, presentandogli i nuovi acquirenti. Ribadisco - continua Orlando - che sono pronto ad incontrare chiunque rappresenti legittimamente il club di viale del Fante. Oggi, purtroppo, non posso aggiungere altro: ho seguito con attenzione la vicenda attraverso la lettura dei giornali, ma ho scoperto che anche li non c'è nulla e come la maggioranza dei tifosi rosanero nutro qualche ragionevole perplessità dopo la conferenza stampa dell'altro giorno. Rispetto alla trattativa con Baccaglini la differenza è notevole, perché con lui tutto è finito, mentre oggi, sembra, che nulla è cominciato. L'augurio naturalmente è che il Palermo abbia nuovi proprietari con voglia di investire per riportare i nostri colori in un contesto calcistico molto più importante a livello nazionale ed internazionale. L'amministrazione comunale è pronta a sostenere chi seriamente vorrà investire nella squadra e nelle strutture sportive, prendendo in esame ogni progetto che sia in conformità con l'attuale normativa in tema di impiantistica sportiva."






8 commenti

  1. Isatacuracaticachi 6 giorni fa

    Orlando...va lavat' i capiddi!!

  2. Nutello 7 giorni fa

    Orlando ha solo trovato un mezzuccio per tornare ad avere un pizzico di luci della ribalta ... Resta il fatto che non è lui la Star della vicenda ...

  3. swarz 7 giorni fa

    Forse Orlando ha dimenticato che zamparini é sempre stato un puparo? O fa gli gnorri? :D

  4. Rosa & nero 7 giorni fa

    Albanese ha confermato la tesi di Zamparini,ergo Orlando è un cazzaro

  5. Nutello 7 giorni fa

    Chiediamo al dott. Albanese se Orlando sia stato o meno contattato da lui su input di Zamparini. I casi sono due: o mente zamparini o mente Orlando ... Tertium non datur ...

  6. Palermo domina 7 giorni fa

    Bravo sindaco!!! Comunicato ineccepibile, interpreta i sentimenti della tifoseria e della città. Peraltro non bisogna avere la memoria corta: Orlando tifa per il Palermo sin da quando lottava contro il Palazzo per salvare il Palermo dalla radiazione.

  7. AquilaRosanero 7 giorni fa

    Probabilmente non c'è stata una reale volontà di incontrare le istituzioni perché Mr. Richardson e Mr. James che rappresentano la Global Ltd, sunnu nuddu miscatu cu niantu.

  8. Mau49 7 giorni fa

    Nulla eccepit! al di là dell'appartenenza politica,non si può non condividere quanto espresso dal nostro sindaco,garante per istituzione del buon nome della città.Ha chiarito e per iscritto le sue posizioni.Ha espresso le perplessità,che poi sono perplessità dei veri tifosi.Protocollo istituzionale vuole che il Primo Cittadino debba essere incontrato da chiunque abbia a che fare con gli interessi della città.E' stata mancanza di riguardo averlo ignorato.Ergo !

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *