Fiducia, il Palermo è e sarà

Fiducia, il Palermo è e sarà

Ci siamo.

Mancano poco più di due settimane e la Serie C schiuderà il sipario della stagione 2020/2021.

Il Palermo c'è, lì con tutta la sua storia, come diamante pregiato del torneo meridionale: quel Girone C che si annuncia urfido come mai ma per questo con più fascino.

Il Palermo c'è, dicevamo, in tutta la sua essenza. La storia è lì a raccontare cosa la maglia rosanero porta con sé, i tifosi tramandano nel tempo l'amore per i colori che di una città sono portatori. Così il sentimento diventa entusiasmo, passione al rientro della squadra a margine del ritiro a Petralia Sottana.

 

Il Palermo c'è, esattamente, perché il destino lo vuole, lo pretende. La meta è sancita dal suo popolo, evidente e chiara: "Unico obiettivo la promozione". Perché se ti chiami Palermo e ti ritrovi in Terza Serie non hai margini di scelta, non puoi.

Il Palermo c'è, profondamente, con il suo condottiero. Sono bastate tre settimane nell'altura delle Madonie a Roberto Boscaglia per incantare tutti. Urla, incitamento, insegnamenti, riflessioni, incazzature, stimoli e provocazioni. Ma principalmente calcio, tanto pallone e idee inculcate ai suoi calciatori: in campo tutti devono sapere, in qualsiasi istante, cosa fare. Se ti chiami Palermo, così deve essere.

 

Il Palermo c'è, precisamente, come società. Lo ha detto il direttore generale Rinaldo Sagramola: "Servono quattro, cinque pedine per completare la rosa", questo è. Perché per tornare nell'empireo platonico del calcio italiano servono protagonisti tali.

Quindi un terzino destro, due centrocampisti (regista e mediano) e due attaccanti (centravanti e un'ala). Fare nomi, in questa sede, non serve, conta l'intento di completare una squadra per essere protagonisti.

 

Lo sa bene il tecnico Boscaglia che ha parlato di squadra incompleta. Lo scriviamo noi, a diversi livelli, magari a volte con critica ma soltanto per amore e input a fare sempre di più. Ne sono consapevoli i tifosi, unici a pretendere e chiedere lo sforzo per centrare subito l'obbiettivo. Loro, con la cicatrice ancora lì a ricordare il male patito, a volte dimenticano la sacra arte della pazienza. Mancano ancora tre settimane alla chiusura del calciomercato, la squadra sarà completata e la società farà il suo. Le promesse saranno mantenute.

Lo sa Viale del Fante: non può tradire, no, ora no.

Fiducia, il Palermo è e sarà.


 

LE NEWS DI GIORNATA

 

GDS - MERCATO PALERMO, ADESSO BISOGNA COMPLETARE LA ROSA

 

BACINI D'UTENZA, IL PALERMO DÀ LUSTRO ALLA SERIE C

 

FORZAPALERMO.IT LIVE 12 SETTEMBRE - CON FRANCESCO LUPO

 

UFFICIALE - GROSSETO, PRESO L'EX ROSA ERDIS KRAJA

 

FLORIANO: «CATANIA, BARI E FOGGIA SFIDE DA CERCHIARE IN ROSSO»

 

CRIVELLO: «OBIETTIVO PROMOZIONE MA IL BARI E' FAVORITO»

 

LANCINI: «VOGLIO TORNARE IN SERIE B CON IL PALERMO»

 

GDS - PALERMO, OCCHI PUNTATI SU CENTROCAMPO E ATTACCO

 

CONFERENZA BOSCAGLIA: NOTA DELLA REDAZIONE

 

 

ALTRI ARTICOLI

 

ZENGA SENZA FRENI: «PASTORE SEMPRE IN CAMPO. ZAMPARINI SA»

 

ESCLUSIVO PALERMO, A TUTTO SAGRAMOLA. VIDEO

 

ESCLUSIVO DELIO ROSSI: «SE IL PALERMO CHIAMA IN C IO CI SONO»