EX PALERMO

Zenga: «Pastore sempre
in campo. Zamparini sa»

Zenga senza freni: «Pastore sempre in campo. Zamparini sa»



IMMAGINE  SIAMO SU INSTAGRAM

Twitter SIAMO SU TWITTER

FACEBOOK SIAMO SU FACEBOOK

 

L'ex allenatore del Palermo, oggi tecnico del Cagliari Walter Zenga ha parlato in diretta Instagram con Daniele Adani, opinionista e commentatore di SkySport.

 

Sulla ripresa del campionato, l'ex rosanero esprime preoccupazione:

“Noi pensiamo di giocare tra 40 giorni, ma se siamo ancora in una situazione del genere e non si gioca, siamo messi molto male: e parlo di vita, umanità. Vi ricordo che vorremmo giocare a inizio giugno, ci sono ancora 40 giorni di tempo: noi ci prepariamo ‘per’, no ‘al’. Abbiamo giocato l’ultima gara a febbraio, ci saranno poi delle direttive da seguire, non solo a livello sanitario ma anche di preparazione: quando si parla di ripresa non si intende domani, ma a inizio giugno, e ripeto, sono 40-45 giorni di ulteriore stop. In questi giorni ovviamente non sono stato a chiamare tutti i giorni i ragazzi, è intervenuto il preparatore atletico, con lo smart working dedicato a ognuno. Ho solo suggerito di palleggiare in casa senza rompere i vetri, altro che tappetini e pesi: si deve ottimizzare tutto".

 

LEGGI ANCHE    SERIE C A DUE GIRONI E SEMIPROFESSIONISMO

 

"Poi, quando riprenderemo - prosegue Zenga - dovremmo stare attenti ai carichi di lavoro, ci sono 13 partite davanti, e per alcune anche le Coppe, quindi non sarà una preparazione normale. La bravura di uno staff tecnico sarà quella di organizzare il lavoro anche a livello personale per ogni giocatore. Voglio però ricordare una cosa: se riprenderà, non sarà più il campionato di prima. Sarà la classifica di prima, ma il mini torneo sarà a parte. I ragazzi prima erano entrati in un impasse strano, con Maran avevano fatto un percorso straordinario, poi hanno avuto questa fase di stallo, e purtroppo, come sempre, paga il mister: ma la squadra ha grandissime qualità. E io non potevo considerare solo chi aveva giocato, ma anche coloro che avevano finora trovato meno spazio". 

 

"La mia carriera? Io ho fatto un errore che mi è costato un po’ la carriera. A Catania, a 8 gare dalla fine mi salvai, e l’anno dopo, quando ne mancavano 7, ero già salvo, ci siamo messi a ragionare sul futuro: non ero d’accordo con le nuove direttive, e decisi di andare via. Mi cercavano Torino e Lazio, ma non se ne fece di nulla: sarei dovuto rimanere in rossazzurro, fare un altro anno di spessore e poi semmai andare via. Le scelte sbagliate a inizio carriera si pagano".

 

 

Capitolo Palermo: "Andai poi a Palermo da Zamparini, avevamo pure il problema di sostituire Liverani e Simplicio, che venne rimpiazzato da Pastore, investimento importantissimo da parte della società e quindi quasi sempre in campo, non si possono azzerare gli investimenti: lui si sa, ogni dieci giornate cambiava".

 

ALTRI ARTICOLI

 

LA PROPOSTA SHOCK: FERMARE IL CALCIO FINO AL 2021

 

PALERMO IN SERIE C, L'INTERVISTA A SANDRO MORGANA, VICEPRESIDENTE LND

 

MA QUANTA NOSTALGIA C'È IN QUESTA MAGLIA? FOTO

 

MASSIMO CELLINO È GUARITO

 

ANCHE AL PALERMO MANCA IL «BARBERA»: IL POST

 

 

 





20 commenti

  1. Aggregazione galattica lame rotanti 212 giorni fa

    Rubini@Poeta in gran spolvero con i personaggi ballclosiani! Abbottated & Compagno sono quasi the new Paletta & Secchiello...

  2. Rubini 212 giorni fa

    Giginieillu, dai, non ti preoccupare, te la presto io una cravatta. Va bene una 'Holliday & Brown' o preferisci Marinella? La camicia, almeno, la tieni? O solo colletto e polsini, alla Totò? ahahahahah Ancora qua sta questo! Via via Ballclose via! Ps 'masticato', cose da pazzi! Ma poi te li ha ridati i libri Scimitaz? Ah GIGInieiluu GIGIniè!!

  3. chi non salta è zamparini 213 giorni fa

    Il maestro Tabula Rasa, minus habens galattico, infimo adulatore di un indagato e di un ubriacone vanesio che ha masticato il rispetto, l'educazione, la cultura a livello delle scuole elementari, il calcio, i colori rosanero, la moralità e la credibilità come persona (che abbia una attività intellettuale che non vada oltre il servilismo). Godetevi le vostre scempiaggini e i vostri deliri tra di voi compresi i personaggi del vostro circo Rubin&Lame e distanziatevi. Siete solo due spassosi giullari ignoranti. Grazie di esistere.

  4. Aggregazione galattica lame rotanti 214 giorni fa

    Homen Nomen Sà Zamaprini, il mitico sbranatore della cultura calcistica, della lingua italiana, della punteggiatura e de' gli accenti. Grazie a Rubini@Poeta, per l'ennesima e spassosissima carrellata ballclosiana!

  5. chi non salta è zamparini 215 giorni fa

    Finito, finito, andato, più continua e più mi scambia per un suo sodale di bevute. Ma chi lo conosce a questo trombone! Ma vedi di andartene pussa via

  6. Rubini 215 giorni fa

    Ancora? Ma 'questo' cosa pensa, che può continuare a infinito? E poi va dicendo in giro, per Ballclose, di conoscermi, che mi incontrerà a Roma, dà appuntamenti ahahahah via via!! tu e tutta la comitiva, cappilluzzi di paglia, bermuda jeans, Scimitaz, compagno, portieri di notte, the abbottated, cittadino e tutto il resto! via via!! Basta!! Lontano!! Altro che aiuto, non c'è proprio niente fare. Incredibile!!

  7. Chi non salta è zamparini 215 giorni fa

    Questo energumeno di borgata, insieme a quell’altro hanno la stessa identica matrice, sono forgiati nella falsità in modo perfettamente simmetrico: ‘ l'unica sua idea, e Zamparini diventa Zamaprini‘ ah ah che soggetti! Ribaltano sugli altri i propri. La mia unica idea sarebbe Zamparini, mentre loro lo incarnano direttamente, che soggetti! Magari si è offeso pure perché ho scritto male il nome del suo padrone. Mente offuscata!

  8. chi non salta è zamparini 215 giorni fa

    Ah ah! Il sito mio? E' lei che non riesce a monopolizzarlo. Perché scrive tante di quelle corbellerie impossibili da ignorare. Mai visto un disturbatore più ignobile di lei. Non le conviene quando qualcuno ne sa più di lei. Lei è un volgare falso, come tutte le cose che dice.

  9. Rubini 215 giorni fa

    'Fine della discussione'. ahahahah E continua, con le sue lenzuolate, tutte uguali, senza alcun senso e come se il sito fosse suo. Un Troll, scaduto da trent'anni. Via via!!! NON SA NULLA, come ho sempre dimostrato (v.sotto). Viva Zamaprini ahahahah

  10. Chi non salta è zamparini 215 giorni fa

    E' vera un'altra cosa: Gli allenatori venivano tutti volentieri per la piazza, il blasone. Poi se ne pentivano perchè le squadre erano costruite male o male assortite. Soprattutto dopo la cacciata di Sabatini. Anche Perinetti è stato messo alla porta due volte. Iachini, Zenga, hanno sofferto queste circostanze. Iachini ha dovuto recuperare Vasquez che Gattuso aveva accantonato con l'avallo di MZ che si fidava di lui. E' lei che non sa NULLA, che ha la memoria non funzionante. Lei non sa nulla, o fa finta di non ricordare o ha rimosso tutto tranne ciò che le conviene, lei mistifica e insulta.

  11. chi non salta è zamparini 215 giorni fa

    E allora che cosa ha dimostrato? Nulla, come il nulla cosmico di cui è pervasa ogni sua elucubrazione sballata. NULLA! Non credo che zamparini abbia mai preso in considerazione gli umori del pubblico. MAI. Sempre deciso di testa sua. Anzi, era così scorretto che magari potendo esonerare prima qualcuno, aspettava fino a che anche il pubblico rumoreggiava. Che il pubblico rumoreggi quando la squadra gioca male succede anche al Milan e all'Inter.Il suo teorema che il pubblico si lamentava solo in funzione anti MZ e non anche d'istinto quando si giocava male, non regge. E' malafede. La sua.

  12. Rubini 215 giorni fa

    Si faccia aiutare lui, da chi non saprei proprio. Ormai sbaglia pure a scrivere l'unica sua idea, e Zamparini diventa Zamaprini.

  13. Rubini 215 giorni fa

    La Repubblica, su Palermo Chievo 1 0, (esonero di Iachini). Stralcio: '...Lazaar è l'ombra di sé stesso, Chochev rincorre senza meta una posizione e un possesso. Mentre dall'altra parte Quaison proprio non ce la fa a fare bene la fase difensiva. In pochi minuti il Chievo, che rompe gli argini su entrambi i lati appena vuole, costruisce tre nitide palle gol. Un tiro a rimorchio di Birsa sfiora il palo, un colpo di testa di Castro esce di un niente e un tiro di Hetemaj appena entro l'area, in diagonale, viene addomesticato a fatica da Sorrentino. I siciliani proprio non ci sono...'.

  14. chi non salta è zamaprini 215 giorni fa

    Questo è proprio andato. Qualcuno lo aiuti

  15. Rubini 215 giorni fa

    ''Brutto l'1-1 di ieri. E il Catania avrebbe meritato pure la vittoria grazie a un secondo tempo super. Lo stadio ha contestato ZENGA all'uscita dal campo con un pesantissimo e interminabile minuto di sonori fischi. Quali le colpe dell'ex portiere azzurro? Aver puntato troppo in alto a inizio stagione (Il nostro obiettivo dev'essere lo scudetto disse nella conferenza di presentazione salvo poi abbassare le pretese qualche giorno dopo) ma soprattutto non essere riuscito a dare un gioco alla squadra.'' LA GAZZETTA DELLO SPORT, Aldo Cangemi, 23 novembre 2009. Ps Non sa nulla, NULLA di nulla.

  16. Rubini 215 giorni fa

    Ma chi vuole continuare, con 'questo'? ahahahah Fine della discussione, che peccato ahahahah via via BuGIGIa da Ballclose,

  17. chi non salta è zamparini 215 giorni fa

    Zenga fu esonerato da Zamparini. Punto. Dopo il pareggio con il Catania in casa. Punto. I tifosi non hanno mai contato per il Sultano Punto. Ricordo ai sedicenti custodi della memoria (fallace) storica che ad es. Iachini fu esonerato dopo una vittoria in casa sul Chievo.Fine della discussione

  18. Rubini 215 giorni fa

    Zenga fu esonerato dai tifosi, ancor prima che da Zamparini. Aveva fatto bene a Catania, ma a Palermo arrivò già cotto dalla sua stessa presunzione. A sostituirlo Delio Rossi, beniamino di certi tifosi (gli 'antizamparini'). Talvolta fece giocare insieme Cavani, Pastore e Miccoli. Un visionario, quindi. Però dopo Palermo collezionò solo esoneri, tra cui uno clamoroso a Firenze, tra il primo e il secondo tempo. Record assoluto.

  19. Chi non salta è zamparini 215 giorni fa

    Quello che vado dicendo da mesi. Solo gli stolti fanno finta di non capire. Troppa malafede. A parte questo Zenga non poté mai schierare Liverani nemmeno un minuto, poiché infortunato. Peccato perché Zenga non era affatto male. Rossi se lo trovò recuperato e pronto già alla sua prima partita (C. I. con la Reggina) e su di lui costruì da lì in avanti quel gran centrocampo. Ma il tormento era sempre in agguato....c’è chi non ricorda un tubo e parla, parla, parla......

  20. bugia 215 giorni fa

    Già, si sa.. La sensazione, amara, è che con una testa diversa zamparini avrebbe potuto portarci veramente in alto, costruire una realtà solida. Invece..

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *