CENTO SECOLI

Arkus-Palermo, un anno fa
raccontavamo l'inizio della fine

Arkus-Palermo, un anno fa raccontavamo l'inizio della fine



 

Twitter SIAMO SU TWITTER

FACEBOOK SIAMO SU FACEBOOK

 

Un anno fa oggi, 23 aprile 2019, alle 21, l'inizio della fine del Palermo calcio.

 

12 mesi fa, con un'esclusiva pubblicata pochi minuti dopo la mezzanotte che ricordiamo ancora con frenesia per le modalità in cui è arrivata, con i telefoni caldi, whatsapp impallato dai messaggi ed una "foto testimone", vi raccontavamo delle firme sul contratto preliminare che l'allora proprietaria rosanero, Daniela De Angeli, apponeva insieme ai fratelli Tuttolomondo, proprietari di Arkus Network.

 

Proprio nelle ore in cui, invece, sembrava fatta con il fondo statunitense York Capital: un cataclisma a Palermo in una sera di primavera.

Riportiamo un estratto di quell'articolo che ancora oggi, in redazione, rileggiamo con amarezza per quello che poteva essere e, come sappiamo, non è mai stato:

 

L'indiscrezione è dell'ultim'ora: intorno alle 21 di ieri sera sarebbero state apposte le firme sul contratto preliminare di cessione del Palermo calcio ad Arkus Network, il gruppo italiano che si occupa di turismo, presieduto da Walter Tuttolomondo.

Di ieri pomeriggio le ultime, lanciate da La Repubblica-Palermo, in merito alla trattativa portata avanti dall'attuale management del club rosanero, con Daniela De Angeli e Rino Foschi in testa, ed il gruppo italiano del quale advisor è il banchiere palermitano Vincenzo Macaione: Arkus avrebbe soddisfatto tutte le richieste avanzate dalla Società e si sarebbe impegnato a pagare una penale qualora saltasse il closing.

Ieri, dunque, la svolta decisiva. Accordo raggiunto in mattinata; nel pomeriggio sono atterrati a Palermo i rappresentanti di Arkus: superato in extremis l'hedge fund statunitense York Capital, le firme sul contratto preliminare vincolante sarebbero arrivate, come detto, poco dopo le 21.

 

Lo stesso giorno in cui all'aeroporto Falcone e Borsellino atterrava Delio Rossi, chiamato in fretta e furia da Foschi per rimpiazzare l'esonerato Roberto Stellone e tentare la risalita verso la Serie A.

Sembra passato un secolo. Nell'orologio al polso dei tifosi del Palermo, invece, ne sono passati cento.

 

ALTRI ARTICOLI

 

MESSINA, AVERE 100 ANNI E METTERE K.O. IL CORONAVIRUS (VIDEO)

 

LA PROPOSTA SHOCK: FERMARE IL CALCIO FINO AL 2021

 

RIPRESA ALLENAMENTI: LA NOTA DELL'AIC

 

SERIE C, DUE GIRONI E SEMIPROFESSIONISMO

 

ZENGA SENZA FRENI: «PASTORE SEMPRE IN CAMPO. ZAMPARINI SA»

 

LND: UN MILIONE DI CALCIATORI IN ATTESA DEL VERDETTO FINALE

 

 






7 commenti

  1. bugia 72 giorni fa

    ...già zerbino rotante, anvedi un pò in che mani ci lasciò il Suo benefattore.. direbbe Verdone 'pure co' i terroristi'....

  2. Aggregazione galattica lame rotanti 73 giorni fa

    @Beckenbauer: Pistilli, il compagno di merende di Roberto Fiore, quest'ultimo sostenitore dei NAR, che è scampato al carcere vivendo in GB protetto dai servizi segreti di quel paese...

  3. chi non salta è zamparini 73 giorni fa

    La solita moralità a corrente alternata del maestro tabula rasa. Io mi chiedo invece dove sono Morosi e la Bonometti, rispettivamente il commercialista del friulano (quello che ha ideato il sistema per far quadrare in modo falso i bilanci e consentire comunque l'iscrizione irregolare ai campionati) e la segretaria (che si prestò a essere il procuratore speciale nel doppio passaggio della cessione Mepal -Alyssa il famoso gioco delle tre carte). Non saranno mica in qualche studio legale. Pure il coronavirus a bloccare i processi. I servi del friulano non stanno nella pelle dalla felicità

  4. Beckenbauer 73 giorni fa

    Che gentaglia questi. Insieme a quel Pistilli...per cortesia,terrificanti.

  5. Blackmamba 73 giorni fa

    Vedere le facce di sta gente mi apre brutti ricordi. Una malattia durata anni con parassiti delinquenziali chiamati, MAURIZIO, RINO, DANIELA. Spero solo che non facciano danni altrove e siano fermati.

  6. Aggregazione galattica lame rotanti 73 giorni fa

    Mi chiedo da mesi dove sia Paparesta, di cui non si hanno più notizie dalla fondazione della SSD. Non sarà mica in uno spogliatoio!

  7. Rubini 74 giorni fa

    L'arrivo di Delio Rossi, più che una speranza. Insomma non un novellino (honni soit qui mal y pense), ma un uomo, prima che un allenatore, esperto. Di gavetta, di lunga esperienza nei campi di provincia, con le difficoltà finanziarie sempre all'ordine del giorno. Dirà poi Tuttolomondo che 'era già tutto apparecchiato' come fosse un novantenne allettato in un ospizio, scelto come 'prestanome' nullatenente, infine in confessione, per l'estrema unzione. D'altronde avevo creduto pure in Tuttolomondo (che aveva comunque la stima di decani del giornalismo locale). Priorità: gli enormi debiti.

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *