RECUPERI

C'è la sosta nazionali
E Stellone può approfittarne

C'è la sosta nazionali. E Stellone può approfittarne



 

La vittoria contro il Pescara ha dato al Palermo lo scettro di nuova capolista del campionato di Serie B e sfatato il tabù dei tre successi consecutivi, obiettivo  vicino negli ultimi due anni, ma mai raggiunto. Adesso che i rosanero sono primi e possono continuare questo filotto positivo è arrivata la sosta per le nazionali, l'ultima del 2018.

 

Un ostacolo per la squadra di Stellone? Se da un lato la pausa del campionato potrebbe attenuare l'attenzione che i giocatori hanno dimostrato nel corso delle ultime partite (soprattutto dall'inizio della gestione Stellone), dall'altra le due settimane di allenamenti possono permettere di recuperare quanto più possibile la condizione dei giocatori che sono rimasti indietro, come Chochev e Lo Faso su tutti. Ma anche Alastra e Ingegneri che stanno procedendo con il lavoro di recupero. 


LEGGI:

BELLI, L'ADVISOR DEL FONDO CHE COMPRERÀ IL PALERMO


In queste due settimane Stellone lavorerà per perfezionare l'intesa fra i giocatori a disposizione: non tutti, perché ben sei rosanero mancheranno per buona parte della sosta: Trajkovski, Nestorovski, Struna e Aleesami rientreranno il 20 novembre, due giorni prima dalla partita contro il VeronaPuscas il 21, mentre avrà più tempo per tornare al lavoro Carlos Embalo, che potrà rientrare tra il 18 e il 19.

Questo aspetto potrebbe comportare un cambiamento nella formazione dell'anticipo della prossima giornata.

I nazionali rischiano di restare fuori: è la linea che segue Stellone quella di non far giocare chi si è allenato poco nel corso della settimana, perciò Mazzotta, Falletti e Moreo si candidano ad un posto fra i titolari. Ma per azzardare la formazione anti Verona è ancora presto. 


LEGGI:

IL VERONA CONFERMA GROSSO: IL COMUNICATO DEL CLUB


Ciò che è più importante è che Stellone avrà un Palermo ancora più completo e competitivo per i due big match contro Verona e Benevento.

Nella partita contro il Pescara ha fatto il suo esordio stagionale Ivaylo Chochev, che si ricandida ad un posto a centrocampo, reparto in cui si può accendere la concorrenza con Murawski e Haas. Il bulgaro non è stato chiamato dalla propria nazionale, dunque avrà la possibilità di allenarsi al meglio per essere pienamente arruolabile contro il Verona. Anche Lo Faso, che è vicino al rientro - come ha fatto capire in un post su Instagram - potrà diventare una pedina importante dell'attacco rosanero, ma per vederlo in campo ci sarà da aspettare un po' di più.


LEGGI:

NUMERI DA RECORD. IL PRIMATO DI STELLONE


Se il Palermo è arrivato in prima posizione con alcuni dei suoi giocatori indisponibili, cosa potrebbe fare con la squadra a piena disposizione?

Stellone dovrà essere bravo a gestire il gruppo tenendo tutti sulla corda, ma senza scontentare nessuno e con una rosa tanto ampio è una missione a dri poco ardua. Fino alla pausa invernale di gennaio potremo capire le reali potenzialità del Palermo e se Stellone continuerà a gestire così bene il gruppo.

Il tecnico romano può prendere positivamente questa sosta per continuare la marcia verso la promozione.






Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *