IL PUNTO

Odissea Covid-19: le tappe del
contagio in casa Palermo

Odissea Covid-19: le tappe del contagio in casa Palermo



Come per diverse altre squadre, non solo in Serie C, il Palermo ha riscontrato diversi casi di positività al Covid-19 nel proprio gruppo squadra. Attualmente nel club rosanero sono 15 giocatori e 4 membri dello staff, tra cui il tecnico Roberto Boscaglia, i positivi al virus. Un vero e proprio cluster di infetti che ha costretto la Lega Pro a rinviare le gare contro Turris, Catanzaro, Potenza e Viterbese. Ripercorriamo le tappe di questa "odissea Covid" che ha colpito con forza il Palermo.

 
Il primo caso rosanero è stato riscontrato il 20 ottobre nel settore giovanile: nello specifico è risultato positivo al tampone un giovane della formazione under 17, circostanza che ha portato il club a sospendere le attività del Settore giovanile. 
Il giorno successivo, quello di Palermo-Turris, ecco il comunicato della società sui primi casi di positività al Covid in Prima squadra: «A seguito dei primi esiti, la partita, inizialmente in programma alle 15, è stata posticipata alle 18:30». A poche ore dal fischio di inizio, ecco una nuova nota della società rosanero: «9 giocatori e il tecnico Boscaglia positivi dopo il secondo ciclo di tamponi effettuato dal gruppo squadra».


La partita, almeno fino a pochi minuti dal calcio d’inizio, si sarebbe dovuta giocare regolarmente, dato che il Palermo aveva a disposizione anche più del numero minimo di giocatori per disputare la partita (13 di cui almeno un portiere). La Lega Pro, tuttavia, a seguito anche della segnalazione dell’Asp di Palermo, che ha chiesto che anche i giocatori entrati in contatto con i positivi andassero subito in isolamento, ha rinviato la gara a data da destinarsi.

 

Alla luce del cluster di infetti, la società ha chiesto il rinvio della gara in programma il 25 ottobre contro il Catanzaro. Richiesta accolta dalla Lega Pro e gara rinviata al prossimo 4 novembre. Il 23 ottobre, nuovo comunicato del Palermo: altri quattro calciatori e un membro dello staff positivi al Coronavirus. I contagi, tuttavia, non si fermano e infatti il 25 ottobre ecco un altro comunicato che annuncia: «due nuovi calciatori e due nuovi membri dello staff positivi al Coronavirus».

Dopo l’ultima nota sulle nuove positività sono state rinviate sia la gara contro il Potenza, gara valevole per la seconda giornata di campionato e inizialmente rinviata per i positivi nella formazione lucana, che quella contro la Viterbese, inizialmente in programma domenica 1 novembre al “Renzo Barbera” e rinviata a data da destinarsi. 

 

Al 27 ottobre, data dell’ultimo aggiornamento sui casi di Coronavirus nel Palermo, non sono state riscontrate nuove positività. Ma questa "odissea Covid" per il Palermo non è ancora finita. I giocatori risultati positivi prima della gara contro la Turris hanno concluso il loro periodo di isolamento e per tornare a giocare dovranno sottoporsi, a distanza di 10 giorni dall'esito positivo, ad un nuovo tampone: se verrà riscontrata la negatività, dovranno superare le visite mediche per tornare a disposizione della squadra.

Il ciclo di test è previsto per la giornata di oggi. Non resta che aspettare gli esiti per capire se anche il recupero della sfida al Catanzaro, programmata per il prossimo 4 novembre, sia a rischio rinvio o meno.


 

NEWS DI GIORNATA

 

GAZZETTA - PALERMO, PROBLEMA DIFESA PER L’EMERGENZA DEL COVID

 

«CHIESTI TAMPONI RAPIDI». PARLA GHIRELLI

 

TACOPINA-CATANIA: TUTTO IN DIECI GIORNI

 

PROTOCOLLO, CONDIZIONE E TIFOSI: PARLA CRIVELLO

 

«PALERMO-CATANIA CERCHIATA DA TEMPO, VOGLIAMO VINCERE»

 

TAMPONI E VISITE, IL RITORNO IN CAMPO DEL PALERMO RESTA IN DUBBIO

 





3 commenti

  1. Contabile 269 giorni fa

    Si si, ok, Black ... Adesso creiamo il mito del lungimirante Mirri, vero? E poi, questo diritto chi te lo dà, il campo o il nome? Palermo F.C. 2019 ... Bella storia ... Grande tradizione ...

  2. Blackmamba 270 giorni fa

    Ho perso il conto di quante partite da recuperare e quando verranno disputate, non ci alleniamo da settimane e tra poco cè pure il derby che in caso di sconfitta sarebbe una pillola velenosa. Inizio a pensare che la STRATEGIA di Mirri sia stata vincente, ha speso poco per la squadra ben conscio di due CONCRETE POSSIBILITA'. Che l'anno prossimo potrebbe esserci un campionato di B in due gironi dove accederemmo di diritto, e cosa QUASI certa che il torneo verrà presto interrotto per ovvi motivi. In ogni caso sempre più distante da questo campionato di cristallo, e che seguo solo per curiosità.

  3. noitifosidelpalermo.jimdo 270 giorni fa

    Come fanno a giocare senza allenamenti? Ricordo che i positivi appena guariscono devono fare la visita medica per poter tornare a giocare. Spero che con il catanzaro il 4 non si gioca.

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *