CONFERENZA STAMPA

Mirri: «Di Piazza condivide il
progetto, passaggio storico»

Mirri: «Di Piazza condivide il progetto, passaggio storico»



Il Palermo si è aggiudicato il bando per la gestione del campo comunale di Torretta. Segui il live testuale della conferenza stampa del presidente rosanero Dario Mirri.

 

PROGETTO

"In questo anno e mezzo ho dato basi solide e quindi ho ricercato subito il terreno per il centro sportivo. Abbiamo provato subito a Palermo ma il tentativo è stato vano perché il piano regolatore in città non ha terreni finalizzati alla costruzione di un centro sportivo. Così pure l'area ex Rom, anche Mondello, via dell'Olimpo ma è stato impossibile, anche in Viale Michelangelo. Così abbiamo cercato fuori ma sempre in zone vicine: Monreale, poi Piana degli Albanesi e in tal senso voglio ringraziare le rispettive amministrazioni. Il migliore però era Torretta: innanzitutto per la vicinanza alla città, quindi stadio e Mondello che è la residenza dei calciatori. Circa quindici minuti dallo stadio e qualche minuto in meno da Mondello, come logistica è la preferita".

 

CONTINUA

"La concessione comunale riguardava un ettaro ma aveva già appaltato il lavoro per fare campo in erba sintetica. Accanto ci sono dieci ettari di cui cinque ettari sportivi, altri cinque destinazione agricola. Ringrazio il proprietario perché ha sempre favorito l'accordo: è stato sottoscritto un mese fa il contratto relativo condizionato alla vittoria della gara. Ora inizierà il progetto vero e proprio".

 

TEMPISTICHE

"Sono di natura ottimista, ma ora dipende dalla volontà forte della nostra società e da noi. In qualche modo riusciremo ad accelerare le procedure: la sottoscrizione del preliminare di acquisto già definito entro il 2020, poi entro 90 giorni bisognerà presentare il progetto, questo sarà decisivo. In questo senso entro il mese di marzo il progetto verrà presentato al CONI e gli enti competenti come il comune di Torretta: poi sarà necessario il nulla osta della sovraintendenza, della forestale, della Regione siciliana, ma ci preoccupano poco. Anche della prefettura, ma abbiamo la certezza che si tratta di atti formali quindi non sostanziali. Il titolo abilitativo alla costruzione lo rilascerà il comune di Torretta".

 

E ANCORA

"Per esperienza servirà qualche mese, ma il comune essendo commissariato quindi questo potrà velocizzare il tutto. La mia stima è entro l'estate per iniziare i lavori".

 

CONVENZIONE DI CINQUE ANNI

"L'assegnazione di stamane è soltanto per il campo singolo comunale che è ubicato nelle adiacenze del terreno del privato. Oltre a questo due campi come il nostro stadio in erba per la prima squadra, nei terreni adiacenti al campo comunale, poi spogliatoi e palestra, Il campo comunale ci consentirà di avere un altro campo dove portare le giovanili, ci sarà un'osmosi fra prima squadra e i giovani. Quindi il campo comunale con scadenza di cinque anni più altri cinque, in questa fase è necessario però contiamo di realizzare un'altra fase nell'altra zona del terreno adibita a costruzione agricola, ottenendo la variazione ad impianti sportivi dove realizzeremo in altri cinque ettari altri tre campi, per una totalità di cinque. Così se il comune non dovesse rinnovarci la gestione del campo comunale avremmo a disposizione cinque campi".

 

PROGETTI PASSATI

"Non fate uscire il tifoso che è in me. Ho sofferto tanto da tifoso un progetto per un centro sportivo in passato nonostante i risultati sportivi raggiunti, fatturando anche 60 milioni di euro. Ma penso che non sia mai stata una necessità. Ma sono qui da presidente e mi fermo qui. La volontà in passato non c'è mai stato. Noi fatturiamo zero, al netto del contratto di Infront, però Dario Mirri e Tony Di Piazza vogliono costruire il centro sportivo. I cugini del Catania resistono proprio grazie alla struttura del loro centro sportivo. Questo diventa un fondamento principale per il Palermo nel tempo".

 

TONY DI PIAZZA

"Ho tentato di coinvolgerlo: devo dire che ha condiviso, è tornato sulle sue decisioni e lo realizzerà il Palermo F.C. Inizialmente avevo proposto di trovare altre risorse per sviluppare questa situazione, non era gradita a Tony e propose di realizzarlo sempre con i quindici milioni stanziati. Ora abbiamo condiviso e va finanziato con strumenti di lungo periodo come un mutuo che il Palermo F.C. cercherà di ottenere. Quindi abbiamo dato mandato al nostro amministratore per individuare le fonti migliori per sviluppare il tutto. Non credo che in questo periodo ci siano società che progettano così, il credito sportivo è lieto di sostenerlo. Ci siamo chiariti sui punti da affrontare come il centro sportivo, su altri no".

 

CONTENTO

"Sono molto contento. Stiamo realizzando qualcosa dal quale non c'è ritorno, abbiamo costruito una società dal nulla, la prima promozione. Oggi si sta realizzando qualcosa di importante, della quale tutti noi tifosi saremo orgogliosi. Avrà anche una valenza sociale e culturale".

 

AMICI ROSANERO

"Come me e Tony Di Piazza hanno creduto nella creazione del Palermo, così abbiamo voluto che i circa settanta mila euro potessero essere destinati al centro sportivo. Assieme a questi costruiremo il centro sportivo: quindi li ringrazio".

 

BILANCIO DELLA SQUADRA

"Cerco di starne a distanza dell'argomento tecnico perché non mi compete. Dopo la sconfitta con il Bisceglie non è parlato con i soci, in quell'occasione dissi delle cose: ci vuole equilibrio. Non sono contento, come i calciatori, Boscaglia e la società. Chiaramente sono stati commessi degli errori, si impara, siamo una società giovane e in questo senso sarebbe presuntuoso dire che non si commettono errori. Non c'è dubbio che tutto è migliorabile, anche ieri tante cose positive e altre negative. Se abbiamo un minimo di amor proprio sappiamo di poter fare meglio, dobbiamo realizzare un progetto vincente. So che onori e oneri dipendono da me, ci ho sempre messo la faccia è giusto che sia così. Ora la squadra sta dimostrando di essere un gruppo rendendo orgogliosi i tifosi".

 

MERCATO GENNAIO

"La stagione non ha nessuna logica: in un'azienda in cui inizi l'attività ma non ha ricavi, al netto di Infront, nessuno sosterrebbe la situazione. Abbiamo mantenuto gli impegni e se sarà necessario migliorare la squadra lo faremo: ma non è detto che spendendo si ottengano risultati migliori, vedi la Reggiana o il Vicenza".


 





14 commenti

  1. Rubinaldo della Grattachecca 46 giorni fa

    Rubinetta pensa al tuo idolo che manco il campo di calcetto ha costruito ahahaha, un pallista top level. Dopo le porcate fatte a Palermo ovviamente è bruciato, scumpariu iddu no u paliermu

  2. Civetta 46 giorni fa

    Meno male che fino alla fine del campionato non si muoverà zolla ... Stando a quanto riferito.

  3. To Wef 46 giorni fa

    hm...

  4. chi non salta è zamparini 47 giorni fa

    L'ultima tra le boutades del soggetto che aggrega idiozie per celebrare il suo padrone friulano è sicuramente la più pittorica tra tutte. Detta da un rinomato e accanito antirosanero, risalta ancora di più l'importanza del vero fatto storico del 2020. IL PALERMO ha finalmente il suo centro sportivo #oltreilfriulanesimo

  5. Chi non salta è zamparini 47 giorni fa

    Io seguo il Palermo e guardo fatti. Il nome del proprietario non l’ho nemmeno pronunciatio. Non ho nessun d*o da seguire al contrario di te che l’hai presa a offesa personale. Forse zamparini è tuo padre? È con lui che sei accoppiato. Tempo a.... che cosa? Fatti seguire. Non ti vedo molto bene

  6. Aggregazione galattica lame rotanti 47 giorni fa

    L'accadimento sportivo-progettuale più rilevante è notizia di oggi: lo stadio di Boccadifalco diventerà la Cittadella dello Sport, un impianto davvero degno di una grande città e che proseguirà idealmente l'eccellenza sportiva che ha calcato quelle zolle durante la fulgida stagione del Palermo di Maurizio Zamparini, li miglior Presidente della Storia rosanero. #eravamoaquile

  7. Civetta 47 giorni fa

    Si si ... Il salto è galattico ma nella pattumiera ... Tu seguilo da bravo Fido fedele ... d*o li fa e poi li accoppia ... Tempo al tempo ...

  8. chi non salta è zamparini 47 giorni fa

    L'attuale proprietario del Palermo fa un balzo galattico in avanti rispetto al precedente. Con lui e con nessun'altro mai prima, il Palermo è entrato nella Soria. Sono certo, anche i risultati sportivi non tarderanno molto ad arrivare. Sicuramente entro 3, 5 anni al massimo il Palermo si troverà nella parte sinistra della classifica di A. Senza taroccare le iscrizioni e/o i bilanci. Fatti, non supercazzole friulane e centri commerciali.

  9. Bugia 47 giorni fa

    Noitifosidelpalermo,Jimdo, sbagliato. Porta punti, perché un giocatore si sente gratificato anche dalle infrastrutture di una società. Il centro sportivo fa crescere tutti, anche la tifoseria.

  10. max rosanero 48 giorni fa

    Quest'anno è andato. Ormai è finita.arriverra a i play off. Ma non tra le prime 4.dal 5 posto in poi..ma non credo che li vinca .il centrosportivo?.speriamo di nn usarlo solo in c..p.s. il prossimo anno devi salire in b...una mancata promozione sarebbe il fallimento di mirra.e in quel caso può passare la mano.

  11. Filippo 48 giorni fa

    Per favore Mirri compra un attaccante di qualità a gennaio. Siamo felici per il centro sportivi ma piu felici se andiamo in B quest'anno

  12. Rubinaldo della Grattachecca 48 giorni fa

    Eccoli, i nemici ra cuntintizza..

  13. noitifosidelpalermo,jimdo 48 giorni fa

    Avere un centro sportivo di proprietà è una cosa importante, è un patrimonio economico, pero’ il centro sportivo da solo non porta punti, speriamo di raggiungere la promozione in serie B entro 2 anni

  14. giovanni rosanero 48 giorni fa

    Va benissimo il centro sportivo, è sicuramente importante per una società che voglia avere ambizioni. La sola cosa che non comprendo è la fissa del presidente Mirri per i campi di erba sintetica. L' ultimo dei preparatori atletici potrebbe spiegarci che quel tipo di terreni provoca infortuni ai giocatori. D'altronde mi pare che boscaglia abbia preteso il rifacimento del Pasqualino di Carini che era per l' appunto in sintetico

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *