MOBILITÀ

Anche a Palermo il «bonus bici»
Cos'è e chi ne ha diritto

Anche a Palermo il «bonus bici»: cos'è e chi ne ha diritto



Il Governo ha illustrato le misure contenute nel decreto Rilancio per far ripartire il Paese che dopo l'emergenza sanitaria deve adesso affrontare quella economica.

 

Tra le misure anti Coronavirus, anche la riduzione del numero di persone sui mezzi pubblici: così il Governo ha deciso di stanziare denaro anche per il «buono mobilità», ovvero incentivi all’acquisto di bici ed e-bike, monopattini elettrici, segway, hoverboard e monowheel (non per gli scooter elettrici).

 

Cos’è il «bonus bici»

È un incentivo in denaro che copre il 60% della spesa per l’acquisto di bici (anche a pedalata assistita), monopattini, hoverboard, etc. per un valore massimo di 500 euro.

Il bonus ha però una novità: la retroattività. È infatti valido per gli acquisti avvenuti a partire dal 4 maggio scorso fino al prossimo 31 dicembre 2020. Come molti aiuti da parte del Governo, anche questo «può essere richiesto per una sola volta».

 

Chi ne può usufruire

Il bonus, dal valore massimo di 500 euro, è destinato a tutti i cittadini maggiorenni residenti nei Comuni con popolazione superiore a 50 mila abitanti. Ma anche quelli dei capoluoghi di Regione, delle Città metropolitane e dei capoluoghi di Provincia.

 

Sono esclusi molti pendolari e studenti e lavoratori fuori sede che hanno magari il domicilio in città, ma la residenza nel luogo di provenienza. I pendolari che invece abitano nei comuni limitrofi delle grandi città metropolitane potranno usufruire del bonus.

 

Non sono state rese note le modalità di erogazione del bonus, ma è probabile che bisognerà seguire una procedura online.

«Probabilmente ci sarà una piattaforma online dove sia l’acquirente che il venditore potranno accedere. Di fatto, dopo l’acquisto, caricando lo scontrino che attesta la spesa, il bonus verrebbe accreditato su un borsellino virtuale per essere speso in altri prodotti legati alla mobilità, compresi gli abbonamenti ai mezzi pubblici. In alternativa, il commerciante fa lo sconto direttamente all’acquirente, e poi recupera la differenza tramite i documenti di vendita».

 

 

ALTRI ARTICOLI

 

• RIVOLUZIONE: SERIE B A 234,5 SQUADRE, PALERMO RETROCESSO

 

 • «CI SARA' UNA SELEZIONE NATURALE DI SQUADRE IN ITALIA»

 

• SIBILIA: «NESSUNO DANNEGGI LA SERIE D» (AUDIO)

 

• GHIRELLI: «RICORSI? CI DAREBBERO UN CALCIO NEL SEDERE»

 

• DA BERGAMO: "PRIMA DENIGRAVO PALERMO, VI CHIEDO SCUSA"

 

• ESCLUSIVO - PALERMO, A TUTTO SAGRAMOLA: L'INTERVISTA VIDEO

 

• GUIDOLIN A FP.IT: «PALERMO CHE NOSTALGIA, MI MANCA MONDELLO»

 

• ZENGA SENZA FRENI: "PASTORE SEMPRE IN CAMPO, ZAMPARINI SA"





Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *