REPUBBLICA

Stadio «Barbera»: così il canone
diventa più leggero

Stadio «Barbera»: così il canone diventa più leggero



Dopo circa 22 ore di riunione, il Consiglio Comunale, con una serie di emendamenti, ha reso più «leggero» il canone per la concessione dello stadio “Renzo Barbera”.

 

L’edizione odierna de la Repubblica- Palermo riporta proprio della decisione finale del Consiglio Comunale. La palla adesso passa al Palermo che dovrà firmare la convenzione e presentare così alla Covisoc la documentazione necessaria per iscriversi al campionato di Serie C, incluso dunque quella sull’impianto dove giocherà le partite il prossimo anno.

 

La strada scelta dal Consiglio è quella delle compensazioni:

« Innanzitutto con una sorta di " clausola Covid": si potrà chiedere ai tecnici di rivalutare l'importo sulla base dei divieti anticontagio che potrebbero limitare la disponibilità degli spalti e il Comune si impegna liberare alcuni spazi non ancora disponibili – scrive Repubblica-».
 

Per quanto riguarda la manutenzione, il Palermo si dovrà occupare di quella straordinaria, quella ordinaria spetta al Comune.

 

Il vero aiuto per snellire il canone arriva tuttavia dall’ordine del giorno che «dà mandato all'amministrazione di proporre un contratto di sponsorizzazione di due anni e rinnovabile al Palermo calcio, per scomputare un massimo di un terzo dell'importo del canone, cioè circa 113mila euro».

 

Il Palermo F.C. si impegnerebbe a svolgere una serie di attività e servizi sociali sul territorio nelle borgate per conto del Comune.

Per quanto riguarda l’altro ordine del giorno, è stato approvato il testo che prevede di destinare 96 posti della tribuna d’onore ai disabili e alle scuole elementari.

 

Dopo anni, inoltre, potranno essere organizzati al “Renzo Barbera” anche eventi extracalcistici.

 

«Entro sei mesi - gennaio 2021 - dalla firma della convenzione il Palermo dovrà regolarizzare la sua posizione nei confronti del Comune, pagando le somme pregresse –continua Repubblica-.  E la società avrà, la possibilità di utilizzare gli spazi interni per la pubblicità pagando il canone in accordo col regolamento, mentre all'esterno i pannelli, sui quali pende un contenzioso, andranno a bando».


ALTRI ARTICOLI

 

GAZZETTA - BOSCAGLIA IL PREFERITO DEI TECNICI PALERMITANI

 

CONCESSIONE STADIO, IL CONSIGLIO HA APPROVATO LA CONVENZIONE

 

FORZAPALERMO.IT - LIVE CON FRANCESCO LUPO

 

BIGLIETTI OMAGGIO AUTORITÀ: LA DECISIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE






17 commenti

  1. Maluchiffari 57 giorni fa

    Non ho capito chi è che può organizzare eventi extrasportivi e chi è che si gioverà dei relativi corrispettivi per l'uso dello stadio.

  2. Paolo 57 giorni fa

    Introiti? Il campionato scorso appena due milioni dalla tifoseria, altri due milioni li hanno messi loro (iscrizione 1 milione). In serie C metteranno altri 6 milioni per completare i miseri introiti (3/4 milioni). In qualsiasi città siciliana gli darebbero lo stadio gratis per ringraziare del valore aggiunto portato, e comunque lo stadio è dei palermitani, quelli che stanno al Comune sono solo impiegati coi soldi dei cittadini e devono eseguire. Il capitale, ripeto, quest'anno già due terzi saranno versati, l'anno prossimo il terzo restante, 15 più 6 più 2...

  3. Paolo 57 giorni fa

    Non faccia il finto tonto. Stadio è aggregazikkone-rubina. Rubina ha fatto finta di scomparire in realtà non si muove mai da qui: commentava servendosi dei nick aggregazikkone-stadio e numerosi altri. Ora torna, per dire, uffialmencol nick ballclose dreaming. Mirri? Ha detto una fesseria: per vendere deve arrivare in serie A ed occorrono 70 milioni minimo, e se vince il campionato ogni anno. Il Palermo in A vale da 60 a 80 milioni se ha una rosa adeguata. IN serie B venderebbe 20 milioni max. Capitale; dilazionato il versamento in tre anni. Introiti? Segue

  4. Ballclose Dreaming 57 giorni fa

    Imprenditore. È stato lo stesso Mirri a dichiararlo, tifoso ma ancor prima ‘imprenditore’. Il suo è un progetto imprenditoriale che deve quindi mirare all’utile, a creare valore. Sua la stima di un Palermo in Serie A, 130 milioni (equa, considerando il prezzo a cui sta per essere ceduto il Parma). Ma qualsiasi progetto imprenditoriale di simile livello, non può prescindere da due elementi fondamentali. Investimenti iniziali adeguati e assunzione dei rischi del caso (alea).

  5. Ballclose dreaming 57 giorni fa

    ‘Hanno messo’? Cosa ‘hanno messo’? Capitale sottoscritto 15 milioni, andate a verificare quanto, di questi, è stato versato (v.querelle Mirri-Damir vs Di Piazza, che aveva proposto di versarli interamente). Verificare poi quanto ha incassato la SSD Palermo nella stagione precedente per abbonamenti, botteghino, notte dei campioni etc. grazie (soprattutto) allo Stadio Barbera.

  6. Totuccione 57 giorni fa

    riscussi i ru liri.....

  7. Ballclose Dreaming 57 giorni fa

    Stadio è Paolo? Professore lo spieghi dunque a Stefano, ma soprattutto a Guglielmo Bertone ed a Aristarco Battistini, che lucidamente però aveva già delineato gli oneri finanziari che pesano su una squadra di Serie C. Serie C, Nomen Homen!

  8. Paolo 57 giorni fa

    Finora avevate dei dubbi, ora posso confermarvi che 'stadio' è pure lui (perlomeno questo stadio che commenta qui sotto), cioè aggregazikkone-rubina. Ecco perché più glielo spiegavamo e meno capiva. Continua a parlare di investimenti da imprenditore, glielo spieghiamo per l'ultima volta: non è impresa come si intende normalmente, tutti perdono i patrimoni, è una patologia per chi mette soldi. In serie D hanno messo 4 milioni (2 dai ricavi) e 15 milioni di capitale, in serie C altri 6 milioni, non è cosa da 'qualsiasi imprenditore' soprattutto non cosa da TE, ASSISTITO dai soldi altrui.

  9. I ragazzi di via del Cannolo Spurio 57 giorni fa

    ‘Ma l’individuo che fa finta...ma in realtà commenta’. Quanti ‘ma’, professore Stefano, Guglielmo Bertone . Tifoso, Yes! Quanti refusi e quanti dilemmi.

  10. stadio 57 giorni fa

    @Professore. Qualsiasi imprenditore poteva rimettere in vita il calcio in serie D ovvero il nulla.

  11. Guglielmo Bertone 57 giorni fa

    ''Dopo anni, inoltre, potranno essere organizzati al Renzo Barbera anche eventi extracalcistici.'' Questa è la voce più pericolosa e criminogena. Significa che il comune può organizzare concerti ed eventi anche sul prato, cosa che il passato insegna ha lasciato decine e decine di migliaia di danni da riparare, oltre il manto erboso devastato che abbisogna di mesi prima di ricrescere . FANNO VOMITARE QUESTI PARASSITI!!!

  12. Professore 57 giorni fa

    Evidentemente refusi: ' la fine del di tutti' (di tutti) , 'abbino' (abbiano), etc. Ma l'individuo che fa finta di essere scomparso, ma in realtà commenta servendosi di numerosi nick, è come al solito qui, e interviene per confermare la sua inutilità esistenziale. Stavolta firma ballclose

  13. Stefano 57 giorni fa

    Classe politica palermitana indegna; Mirri vada a giocare altrove.. Per esempio a Caltanissetta ;Cosi nel campo di calcio del Barbera i signori politici ci pianteranno banane. Questo si meritano i politici palermitani.

  14. Ballclose Dreaming 57 giorni fa

    Professore, in che senso ‘abbino’? Un ‘canone’ fa bau bau, quindi dovrebbe essere ‘abbaino’, giusto? Sempre con fierezza, s’intende. Un saluto agli allievi La Gatta Sonny e Popoff.

  15. Tifoso 58 giorni fa

    Caro professore lo ripeto da giorni .conoscevo per esperienza fatta nei tanti anni passati in questa città a cosa i signori consiglieri miravano. E preferisco non fare valutazioni su futuro e capacità economiche degli attuali proprietari del Palermo non mi compete e non posso che incoraggiarli co affetto e rispetto per quanto investito. Non regalate nulla a queste tristi figure di pseudopolitici andiamo ovunque a giocare il Palermo sarà sempre il benvenuto e noi tifosi virus permettendo lo seguiremo ovunque

  16. Professore 58 giorni fa

    Cioè Mirri e Di Piazza rimettono in vita il calcio fallito e riaprono lo stadio (facendo anche la manutenzione straordinaria, altre centinaia di migliaia di euro da aggiungere all'affitto). Altrimenti lo stadio farebbe la fine del di tutti gli impianti cittadini diroccati. Spendono decine di milioni del loro patrimonio, e ALTRI beneficiano degli introiti da pub all'esterno dello stadio, magari clienti elettorali. Se Mirri e DI Piazza non vogliono essere gli utili idioti di malvagi individui vadano a giocare in provincia, abbino un po' di fierezza, se ne vadano da una città che non merita.

  17. Professore 58 giorni fa

    Il Comune trasferisce al Palermo le attività sociali che invece sono compiti della incapace amministrazione, il Palermo usato come onlus e per propaganda politica. Si aggiungano 20.000 euro circa di biglietti omaggio qui menzionati, ma si devono aggiungere almeno altri 100.000 euro per il parassitismo dei biglietti omaggio di coloro che si auto definiscono autorità. Il comune beneficia di pubblicità non pagata quindi non è sottrazione dal canone. Inoltre tolgono introiti per la pub esterna... segue

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *