LND

Sibilia: «Ci vorrà tempo, ma
il calcio riprenderà»

Sibilia: «Ci vorrà tempo, ma il calcio riprenderà»



IMMAGINE  SIAMO SU INSTAGRAM

Twitter SIAMO SU TWITTER

FACEBOOK SIAMO SU FACEBOOK


Più di un milione di calciatori, circa il 98% di quelli totali in Italia, e 550 mila partite l'anno: benvenuti nel mondo del calcio dliettantistico. I dilettanti, così come tutto il mondo calcistico e sportivo, sono fermi per l'emergenza Coronavirus e tutti guardano al momento nel quale il pallone ricomincerà a rotolare nei campi delle periferie del nostro paese. Il presidente della LND Cosimo Sibilia, nonché vice presidente vicario della Figc, intervistato dal Corriere dello Sport ha parlato del movimento dilettantistico e dell'emergenza Coronavirus che ha fermato tutta l'Italia:


CORONAVIRUS, COSA PREVEDE IL DECRETO LEGGE


«In questo momento ci sono tre priorità: sanitaria, sociale e sportiva. L’emergenza obbliga tutti a rispettare le indicazioni sanitarie e restare a casa. L’aspetto sociale ci invita a riflettere sullle prospettive in attesa che possa riprendere quella sportiva che amiamo. Adesso viviamo l’emergenza e non bisogna abbassare la guardia. Il gioco riprenderà, ma occorre tempo. Adesso bisogna difendere la salute di tutti e rispettare le indicazioni che arrivano dalla comunità scientifica e sanitaria e dallo Stato. Non esistono altre vie».


DECRETO, RESTRIZIONI E PROVVEDIMENTI: PARLA CONTE


PREVISIONI

«Migliaia di presidenti e dirigenti sportivi dedicano il loro tempo libero per le rispettive squadre di calcio, investendo risorse ed energie. Grazie a loro l’attività sportiva va avanti. Un movimento immenso mosso soprattutto dalla passione. Oggi è impossibile fare delle previsioni e siamo tutti legati alla temporalità dell’epidemia. L’importante è superare la fase dell’emergenza evitando strappi nella rete sociale. È una partita nella quale giochiamo tutti e ognuno deve fare la sua parte. È una partita da vincere con pazienza e forza d’animo».







Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *