AI NOSTRI MICROFONI

«Così si vince la Serie C»
Toscano si racconta a FP.IT

«Così si vince la Serie C». Toscano si racconta a FP.IT



Mi aspettavo una stagione così perché Reggio è una piazza importante e tutti ci aspettavamo un anno da protagonisti. Certamente nessuno però pensava ad una cavalcata così, con numeri e prestazioni straordinarie. È stata un’annata emozionante per tutti.

 

Esordisce con la voce emozionata il tecnico della Reggina Domenico Toscano ricordando la cavalcata della sua squadra che si è conclusa con la promozione in Serie B. Una chiacchierata in cui l'allenatore ha ripercorso l’anno sulla panchina dello Stretto con lo sguardo verso il futuro.

 

Alla base di tutto c’è la programmazione insieme all’unità di intenti che ha portato alla costituzione di un gruppo forte, sano con dei valori e una cultura del lavoro altissima. Senza queste qualità - in un torneo con tante pretendenti e di alto livello - difficilmente si possono fare certi numeri.

 

LEGGI ANCHE: I PUNTI CHIAVE DELLA CONFERENZA DI MIRRI

 

La vittoria di tutti

«Ringrazio il presidente per le belle parole che ha espresso nei miei confronti. È stata la vittoria di tutti: il presidente è una persona ambiziosa, ma è normale che per ottenere certi risultati bisogna essere bravi a costruirli. Il presidente è stato bravissimo a condurre la Reggina subito in Serie B».

 

Campionato di alto livello

«Il Bari e le altre contendenti hanno disputato un torneo di alto livello, ma hanno trovato una Reggina che nella continuità delle prestazioni e dei risultati ha realizzato qualcosa di straordinario. Non basta chiamarti Reggina, la vittoria si costruisce quotidianamente allenamento dopo allenamento».

 

Allenare Denis un privilegio

«Allenare l’argentino è un privilegio e un onore: ciò detto, tutto il nostro pacchetto offensivo ha fatto benissimo insieme a tutta la squadra. Corazza è andato in doppia cifra, Sarao, Doumbia e Reginaldo hanno portato un contributo notevole. Chiaramente calciatori di questa levatura con grande esperienza ti danno quella tranquillità in più per superare tutti i momenti che si possono presentare durante la stagione, così come siamo stati bravi a fare. Per questo non ho mai avuto alcuna preoccupazione perché, durante ogni allenamento, vedevo la condizione della squadra. Poi certamente capitano i momenti difficili durante una stagione ma lì devi essere bravo a tenere a distanza gli avversari, noi ci siamo riusciti rimanendo compatti».

 

Questa vittoria sapore particolare

«Quando vinci è sempre bello e gratificante. Certamente questa vittoria per me assume un valore particolare perché sono di Reggio e sono cresciuto nella Reggina, quindi portare la mia squadra in B è stata un’emozione fuori dal normale: di questo ne vado orgoglioso».

 

Come si vince la Serie C?

«L’elemento più importante è la programmazione. Scegliere le persone giuste, i giovani giusti per la categoria adeguata e anche per il girone giusto. Sono fondamentali l’organizzazione, la fame e le grandi motivazioni fanno la differenza».

 

Futuro

«Menez è un grande calciatore ma è giusto in questo momento dare merito a questi ragazzi che hanno ottenuto questo risultato. Ricorderò per tutta la vita questo gruppo che mi ha dato grandi soddisfazioni. Il prossimo anno sarò assolutamente ancora a Reggio».


 

ALTRI ARTICOLI

 

MIRRI: «ABBIAMO ONORATO I NOSTRI IMPEGNI FINO ALL'ULTIMO»

 

VICENDA DI PIAZZA, MIRRI: «IL PALERMO NON È UN GIOCATTOLO»

 

STADIO, CENTRO SPORTIVO E MAGLIE: PARLA DARIO MIRRI

 

«IL NUOVO ALLENATORE DOVRÀ PORTARE SPETTACOLO AL BARBERA





1 commento

  1. Giuseppe rosanero 111 giorni fa

    Come dice il Presidente Mirri il Palermo non è un giocsttolo ed è vero, ma bisogna anche avere la gioia, la passione e la voglia di divertirsi che forse ha il signor Di Piazza. Perciò io gli suggerirei di mettersi d'accordo e continuare insieme come una corazzata verso conquiste prestigiose per loro e per la città.

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *