CASA PALERMO

Stadio, centro sportivo e
ritiro: tutte le novità

Stadio, centro sportivo e ritiro: tutte le novità



Di fronte ai dissidi politici il Palermo vuole certezze.

Continua a tenere banco la questione relativa alla concessione dello stadio "Renzo Barbera", con la società rosanero che ha bisogno della certezza dell'impianto per poter procedere con l'iscrizione al prossimo campionato e di fronte ai temporeggiamenti dell'amministrazione comunale il club rosa sta iniziando a guardarsi intorno per trovare soluzioni alternative. 

 

Ad oggi in realtà la minaccia di dover lasciare il Barbera è «più virtuale che reale», come scrive Paolo Vannini per il Corriere dello Sport, dal momento che le beghe relative alla concessione dello stadio sono un leitmotiv che si ripete di anno in anno. Di fatto l'impianto sportivo che ospita il Palermo è "ostaggio" di problematiche prevalentemente politiche, che creano una spaccatura fra i tempi dello sport e quelli delle decisioni burocratiche, ma sia l'amministrazione comunale che la società rosanero sono consapevoli di dover risolvere tutto in tempi ragionevoli: i primi per evitare quella che di fatto sarebbe una "figuraccia epocale", per i secondi al fine di poter procedere con l'iscrizione alla prossima serie C.

 

Pochi dubbi quindi, nonostante le beghe in corso, sulla concessione dello stadio che come ogni anno verrà prorogata in attesa di discutere seriamente sul discorso legato al diritto di superficie. Il passato insegna che il Palermo si è ritrovato a dover "traslocare" soltanto per lavori di ristrutturazione dello stadio, ma nel caso di allungamento eccessivo dei tempi per la concessione il Palermo ha già ottenuto le disponibilità dello stadio di Marsala, per il quale sono comunque necessari interventi, e quelli di Enna e Caltanissetta che tuttavia risultano al momento inagibili. 

 

Nel frattempo il Palermo, in attesa di novità sul versante stadio, continua il suo tour per i campi della Sicilia per chiudere le altre situazioni "bollenti" dell'estate rosanero. Nella giornata di ieri infatti i vertici della società rosa sono stati a Torretta e a Petralia Sottana, i luoghi al centro delle situazioni relative al centro sportivo e al ritiro della squadra per preparare il campionato di Serie C.

 

Per quanto riguarda il centro sportivo la soluzione visitata ieri rimane ad oggi la preferita della società, più defilata invece quella relativa al terreno di Piana degli Albanesi che Mirri e Sagramola sono andati a visionare nei giorni scorsi su invito del comune. Per il ritiro invece è ormai noto da settimane che si terrà nuovamente a Petralia Sottana e il campo, dopo la manutenzione straordinaria dei giorni scorsi, appare in condizioni nettamente migliori rispetto all'estate scorsa. Non vi sono date certe sull'inizio del ritiro, ma in previsione della partenza del campionato per il weekend del 18-20 settembre la società di viale del Fante ha previsto l'inizio della preparazione per la prima settimana di agosto, indicativamente per il primo lunedì del mese ovvero giorno 3. 


ALTRI ARTICOLI

 

STRESS TEST ROSANERO: 25 DOMANDE E RISPOSTE

 

«MI TATUO LA SICILIA». L'UOMO DI BERGAMO HA MANTENUTO LA PROMESSA

 

PALERMO PROMOSSO IN SERIE C. IL COMUNICATO

 

ALEX ZANARDI COINVOLTO IN UN GRAVE INCIDENTE IN HANDBIKE

 

PERGOLIZZI: «CERTI SEGNALI LI HO INTUITI DURANTE LA STAGIONE»

 






Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *