PARLA L'A.D

Stadio, allenatore e Di Piazza
Parla Sagramola

Stadio, allenatore e Di Piazza. Parla Sagramola



Il Palermo, ufficializzata la Serie C, è al lavoro per progettare la prossima stagione.

 

 

L’amministratore delegato Rinaldo Sagramola, intervistato da Blog Sicilia¸ ha parlato proprio del futuro e della questione stadio:

 

«Il Palermo si è aggiudicato la gara per rappresentare la città nel campionato di Serie D, il sindaco Orlando il giorno dopo dell’aggiudicazione ha rilasciato un nulla osta per l’utilizzazione dell’impianto nella stagione 2019/20, nulla osta indispensabile per potersi iscrivere al campionato e da presentare alla Lega Dilettanti. Il nulla osta non aveva ovviamente contenuti economici ma solamente la disponibilità dell’impianto, peraltro parziale perché alcuni ambienti dello stadio ed uffici, per chi non lo sapesse, sono occupati dalle cose della vecchia U.S Città di Palermo –ha dichiarato-. Quindi sono seguite e gestite dalla curatela fallimentare. Iniziata la stagione, abbiamo cominciato ad interloquire con gli uffici del Comune per definire i contenuti della concessione».

 

CANONE STADIO

«Ci sono stati vari incontri nel corso dei quali abbiamo sempre fatto presente che, relativamente alla convenzione, avremmo avuto il piacere che si tenesse conto della categoria che disputavamo o comunque di un rapporto tra quello che pagava il vecchio Palermo in Serie A, ed il fatturato che avremmo realizzato noi nel campionato di Serie D, quindi che ci fosse una gradualità. Poi tutte le cose si sono chiaramente fermate purtroppo per l’emergenza sanitaria che ha colpito il Paese e alla ripresa abbiamo scoperto che gli uffici avevano lavorato e sembrava avessero presentato o stessero presentando al Consiglio Comunale una bozza di convenzione che prevedeva addirittura un aumento del canone rispetto a quello pagato dalla vecchia U.S Città di Palermo».

 

LA PROPOSTA

«Riteniamo il tutto non accettabile. Un’ipotesi che vedrebbe il 10% del fatturato della stagione destinato al canone di locazione dello stadio e soprattutto, non avendo disponibilità ancora oggi per la stagione prossima, abbiamo cominciato a guardarci intorno per vedere di poter corredare la domanda d’iscrizione al campionato di Lega Pro con la disponibilità di un impianto sportivo –ha detto-. L’auspicio nostro e quello condiviso con tutti i tifosi è che questa vicenda si chiarisca al più presto e ci consenta di poter immaginare la stagione 2020/21 giocata in quella che è la casa nostra e dei tifosi perché in realtà si sta discutendo non tanto del Palermo Calcio, ma della casa dei tifosi del Palermo Calcio che sono cittadini prettamente del Comune».

 

DI PIAZZA

«Era ed è tuttora socio della Hera Hora e membro del Consiglio di amministrazione della società sportiva. Ha dimesso il mandato di vicepresidente per ragioni chiare a tutti, io credo e spero che sia una cosa che si possa riconciliare. Ritengo che molti dei disappunti emersi siano frutto di una male interpretazione dei rapporti anche determinata dalla distanza. Per quello che abbiamo letto, ha dichiarato la sua disponibilità a vendere la sua quota di partecipazione a fronte della quale c’è stata una dichiarazione di disponibilità del socio di maggioranza –ha detto-. La certezza è che la società e dotata di risorse a sufficienza per affrontare la prossima stagione e quindi il rapporto tra i soci, sperando si possa risolvere, non influirà sulla vita della società calcistica».

 

ALLENATORE

«Prossimo allenatore? La prossima è una stagione particolare. Fino ad inizio ad agosto ci sono alcuni allenatori che sono impegnati e quindi bisogna aspettare di chiarire alcune vicende. Abbiamo definito il profilo dell’allenatore che vogliamo prendere. Perché non abbiamo tenuto Pergolizzi? Abbiamo pensato che per ogni campionato ci debba essere un allenatore adeguato. Detto ciò auguro a Pergolizzi di allenare presto in Serie A. Riteniamo meno rischioso affidare la squadra ad un allenatore che ha già un’esperienza».

 


ALTRI ARTICOLI

 

CALCIOMERCATO «INTERNO» FASE 1, CHI RESTA E CHI VA

 

CENTRO SPORTIVO: TRATTATIVA AVANZATA PER TORRETTA

 

PALERMO, CONCESSIONE STADIO. PARLA ORLANDO

 

FORZAPALERMO.IT LIVE - CON ROBERTO CHIFARI E MANUEL MANNINO

 

«CONCESSIONE DEL BARBERA AL PALERMO»: C'E' UNA PETIZIONE

 






Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *