SANTANA

«Voglio chiudere la carriera a
Palermo, non mi pongo limiti»

«Voglio chiudere la carriera a Palermo, non mi pongo limiti»



Il Palermo si gode l'eterno Mario Alberto Santana

Il capitano rosanero, alla veneranda età di 39 anni, continua a dispensare calcio sul prato del "Renzo Barbera" e a raggiungere record su record. Il primo porta la data 27 settembre, prima giornata contro il Teramo con il quale Santana diventa il primo giocatore a vestire la maglia rosanero in tutte le categorie dalla A alla D, traguardo che in Italia prima di lui avevano raggiunto soltanto Pasciuti con la maglia del Carpi e Alessandro Lucarelli con quella del Parma. Il giocatore di Comodoro Rivadavia è quinto nella classifica degli stranieri con più presenze in rosanero sommando campionato e coppe e, nel mirino, ci sono il podio in questa speciale classifica e il traguardo di unico giocatore del Palermo ad aver segnato almeno un gol nelle quattro maggiori categorie del calcio italiano. 

 

Santana, intervistato dal Corriere dello Sport, ammette di non guardare troppo alle statistiche pur riconoscendo che confermano l'enorme contributo dato al Palermo, confermando la volontà di volere chiudere la propria carriera in rosanero: 

 

“Non ho mai dato tanto peso alle statistiche. Soprattutto dopo una sconfitta, sicuramente non è tra i miei pensieri. Però è innegabile che i numeri confermino l’importanza che la piazza di Palermo ha avuto nella mia carriera. Significa che ho lasciato il segno in questa città ed è un modo per ringraziare tutti per l’affetto che ho sempre ricevuto e continuo a ricevere ogni giorno. Qui sono esploso e qui intendo chiudere la mia carriera da calciatore, ma oggi non voglio pensarci, non mi pongo limiti. Penso solo alla prossima gara, alla società, alla squadra, ai compagni, alla nostra gente. Insieme a Mariano Gonzalez sono anche lo straniero con più presenze in Coppa Uefa nella storia del Palermo. Però la mia più grande soddisfazione è quella di provare, ogni volta che gioco, le stesse emozioni, sia positive che negative, di quando ero un ragazzino”.






Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *