GDS

Palermo, un advisor per la
valutazione quote di Di Piazza

Palermo, un advisor per la valutazione delle quote di Di Piazza



Il Palermo a caccia del "nuovo" Di Piazza

L'intervento di Dario Mirri a TRM per la trasmissione "La partita sul 13" ha dato numerosi spunti di riflessione compreso quello relativo al futuro societario. Nonostante non siano mancate le rassicurazioni sulla disponibilità economica per questa e la prossima stagione, il presidente non ha nascosto una certa preoccupazione per il destino delle quote dell'azionista di minoranza e per la programmazione del futuro dopo la conclusione del progetto triennale. 

 

Tony Di Piazza, lo scorso 28 dicembre, ha annunciato di volersi avvalere del diritto di recesso e di fatto, come confermato dallo stesso Mirri, il 40% delle quote del socio di minoranza sono adesso in vendita. I due soci del Palermo hanno deciso, di comune accordo, di dare incarico alla PricewaterhouseCoopers di fare una valutazione delle quote e trovare nuovi potenziali acquirenti. Come sottolinea il Giornale di Sicilia l'advisor scelto da Mirri e Di Piazza si occuperà di fare una valutazione presente ma importante anche in chiave futura, dal momento che il documento che verrà stilato sarà il primo riferimento per determinare il valore del Palermo

 

I colloqui fra la società e la PricewaterhouseCoopers sono portati avanti da Dario Mirri e Gianluca Paparesta, di fatto ancora dirigente del Palermo fino al 30 giugno, come confermato dall'incontro avvenuto in videoconferenza nella giornata di mercoledì. Alla luce dell'impossibilità, quantomeno in questo momento storico, da parte di Damir ad esercitare la prelazione del 40% di Tony Di Piazza bisognerà trovare una soluzione alternativa per evitare la liquidazione attraverso il capitale sociale del club. Dopo la "mano tesa" mostrata dal presidente rosanero durante l'intervento a TRM non è da escludere nel futuro anche un possibile riavvicinamento fra i due soci che hanno dato nascita al Palermo targato Hera Hora






Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *