MIRRI:

«Palermo ha la capacità di stare
alla pari delle grandi di A»

«Palermo ha la capacità di stare alla pari delle grandi di A»



Il Presidente del Palermo Dario Mirri, intervenuto durante "la partita sul 13" su TRM, ha parlato dell'andamento della squadra e della situazione societaria.

Di seguito le sue dichiarazioni:

«Quello che abbiamo detto lo abbiamo sempre fatto. Uno o due giocatori non possono risolvere i problemi che ci sono, quello che abbiamo visto e certamente non ci ha fatto piacere. I primi di novembre non ero contento, figurati adesso dopo queste sconfitte. Il tema dei rinforzi capisco che appassiona i tifosi ma ci sono dei problemi che riguardano ben altro, dai giocatori al presidente e tutta la società».

 

CONTINUA

«Noi abbiamo giocato diciotto partite e abbiamo visto una squadra che ha giocato bene e anche male. Mi chiedo quale sia il vero Palermo, quello che meritava di vincere con Bari e Ternana o quella che ha fatto male con il Foggia o il Francavilla. Certamente è una squadra che può essere migliorata e la società è pronta a fare questo ragionamento. Non credo che si possa banalizzare dicendo che ci serve un attaccante o un centrocampista o piuttosto un difensore, sarebbe troppo facile. I problemi sono più ampi».

 

ERRORI

«Non c'è dubbio che sono stati commessi errori a tutti i livelli. Non credo si debba parlare dei dettagli, ma dei problemi che sono tanti e stiamo cercando la soluzione. Non ci sono giocatori adeguati a questo campionato, probabilmente di categoria superiore che si devono calare nell'attuale categoria: forse Saraniti ha esperienza della categoria ma gli no, forse questo è stato l'errore».

 

TIFOSO

«Non fatemi fare il tifoso. Cosa contestavamo alla passata società, che non c'era comunicazione corretta. Si cambiava direttore sportivo un paio di volte all'anno e pure il tecnico: e poi? E' stato tutto effimero. Siamo diventati professionisti sei mesi fa, in un anno siamo arrivati fra i professionisti. Il problema non è il ritardo della preparazione o del viaggio in autobus, perché per una trasferta abbiamo preso il Charter da ventidue mila euro».

 

ESPERIENZA DA PRESIDENTE

«Abbiamo sostenuto il Palermo perché per noi è un'impresa del cuore e ha la capacità di stare al pari della grandi di serie A. Ritengo di esserne convinto. Non mi sono pentito di aver preso le redini della società, sapevo bene cosa mi aspettasse: fa parte dei tifosi e sono pronti a tutto per la squadra. I tifosi veri sono quelli che restano indipendentemente dai risultati, come disse Delio Rossi».

 

ANNO TRANSIZIONE

«Solo Ternana e Bari hanno monte ingaggi superiore a noi. Non ci aspettavamo questo rendimento e ci aspettiamo che torni a giocare alla pari con tutti. Abbiamo speso più di tutti tranne, ripeto, Ternana e Bari che sono in questa categoria da anni. Il nostro monte ingaggi è pari a 61678553. Non è che a Terni hanno dei fenomeni e qui dei brocchi, assolutamente no».

 

COMUNICAZIONE

«A la Gazzetta dello Sport ad agosto raccontai come un campionato di C non dovevamo vincerlo ma potevamo vincerlo e da lì apriti cielo. Ogni giorno lavoriamo per vincerlo ma non credo che non siamo stati chiari, non è così».

 

ALLENATORE

«Ricordo che per tutti l'allenatore doveva essere Boscaglia, e abbiamo scelto il migliore tecnico che c'è in C. E' siciliano, appassionato e grande lavoratore: il calcio non è matematica e i risultati per ora non sono anche come lo stesso Boscaglia si aspettava. E' stato fortemente voluto e starà con noi come quando lo scorso anno Pergolizzi dopo due sconfitte diventò il miglior nemico ma lui si è sostenuto con il suo lavoro e i risultati hanno dato ragione a lui e alla società. Non credo che cambiare l'allenatore sia la soluzione».





9 commenti

  1. chi non salta è zamparini 34 giorni fa

    P.S. Il Palermo si trova in C/D solo per colpa e dolo di MZ. E' da deficienti paragonare Mirri a MZ, come se la scelta di essere in D sia dipesa dai tifosi o come se Mirri abbia scippato il Palermo (fallito) dalle mani di MZ o come se ci fosse stata la fila di miliardari ad acquistare il Palermo e una congiura di Orlando e Mirri abbia favorito quest'ultimo. I TROLL sono senza rossore e con una dose industriale di malafede. Ma perché non tacete invece di postare sempre le stesse ca....te? Ci sono pure dei disturbati che asserivano che la veccia SSD era una partecipata del Comune. Che schifo!

  2. chi non salta è zamparini 34 giorni fa

    Sostenere che questa sia la peggiore squadra dell’intera storia rosanero è indice di ARROGANZA e di incompetenza oltre che di malafede.E’ chiaro che non è così. E’ malafede pure non riconoscere la scelleratezza di MZ (che ha fatto fallire il Palermo) almeno dal 2013 in poi. Tutto va contestualizzato. Questa squadra è una delle migliori che abbia mai giocato in serie C, dopo quella dei La Grotteria e di Cappioli ecc. Le ultime edizioni del Palermo in A di MZ (2013 e 17) sono sicuramente le peggiori apparizioni in A di sempre del Palermo in rapporto al potenziale e con i peggiori record negativi

  3. Aggregazione galattica lame rotanti 34 giorni fa

    Tutto effimero durante la proprietà friulana? Visione più distorta non potrebbe essere: il periodo più lungo in assoluto di calcio ad altissimo livello ammirato all'ombra del Monte Pellegrino, tanto che nessuno ha mai fatto meglio di Maurizio Zamparini nella storia sportiva cittadina. Sembra che per Dario Mirri la permanenza di un tecnico conti più del gioco espresso, dei risultati. La realtà è che l'attuale Società ha imbastito la peggiore compagine che abbia mai giocato alla Favorita, con tanti saluti alla stabilità, al 'progetto invincibile' e all'immancabile Appartenenza. #quasisenzacalcio

  4. Rubino Galattico 34 giorni fa

    Grazie presidente, lui ci mette la faccia a differenza del suo predecessore che quando le cose andavano si dava alla macchia facendo finta che era stanco ed era sempre l'ultimo anno...

  5. Cornelius 34 giorni fa

    Faccia di bronzo!

  6. Rio 35 giorni fa

    Black ricordati però che Mirri ha preso il Palermo a zero euro non guardare la seria A ma la serie B oppure realtà come il Benevento o l'Empoli che di abitanti contano come un quartiere di Palermo non è proprio corretto il tuo ragionamento Ternana e Bari stanno spendendo perchè se parti dalle serie inferiori all'inizio devi spendere cioè andare in perdita e questo lo sapeva anche Mirri.

  7. Yes 35 giorni fa

    Saranno anni sportivamente difficili, in anni difficili anche non sportivamente. Credo che farà tutto il possibile per salire di categoria e patriminializzare la Società con il centro sportivo per renderla pronta ad una cessione proficua. Il futuro del Palermo si gioca l'anno prossimo. Se non si sale, nex year si aprirà un futuro più ignoto di quanto già è il futuro, oltre che difficile. Siamo qua a vedere come andrà a finire, se saremo ancora qua

  8. Blackmamba 35 giorni fa

    Ancora c'è gente che vive un mondo onirico, chiedendo, pretendendo, volendo... Cioè gente che contesta Mirri come se la fuori ci sia gente che non vede l'ora di spendere milionate per il Palermo. Ormai è chiaro che con il calcio ci si perde e non parliamo poi dei presidenti di A che sono tutti con decine o centinaia di milioni di debiti. Oggi anche arabi, cinesi, americani si stanno facendo due conti e stanno tirando i remi in barca. Al bando C'ERANO FANTASMI non gente seria. Mirri tra un anno venderà se non va in B, così vedremo se ci sarà la fila per prendere il Palermo...siamo qui.

  9. Blackmamba 35 giorni fa

    Anche Mirri riconosce che uno o due giocatori non cambierebbero la situazione, segno che la squadra è incompleta in tutti i reparti, ma iniziare a prenderne anche un paio per la prossima stagione sarebbe saggio. Stimo Mirri e so che l'anno prossimo ci sarà ''o dentro o fuori''. Il calcio è al collasso e solo l'omertà dei governi e delle leghe lo nasconde. Gli ingaggi milionari per vincere campionati e coppe sono il vero cancro. A parte qualche presidente, tutti prima o poi escono di scena e adesso tocca all'inter dopo Pallotta e Commisso che ha buttato 100 milioni.

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *