DARIO MIRRI

«Iniziato un percorso, per fare
risultati il nome non basta»

«Iniziato un percorso, per fare risultati il nome non basta»



Parla Dario Mirri.

Il presidente del Palermo, intervenuto durante la trasmissione "Corner" in onda su Telecolor, ha parlato dell'imminente derby contro il Catania che fa finalmente ritorno dopo tanti anni nonostante l'assenza di pubblico sugli spalti del "Renzo Barbera": 

 

«Sembrerà quasi un non-derby. Da grande tifoso partivo per Catania fin da bambino, erano delle feste e si stava tutti insieme. Negli ultimi anni invece sono stati derby tristi perché in assenza di tifosi ospiti, sia a Palermo che a Catania, si è fatto un torto alla storia del calcio e dei derby».

 

PERCORSI

«Abbiamo iniziato un percorso e ci vuole tempo, risorse, competenze e un pizzico di fortuna. Purtroppo non basta il nome di Palermo e Catania, con alle spalle due tifoserie e città uniche, per fare risultati. Il Catania ha provato a vincere il campionato in questi anni e non c’è riuscito, il Palermo da matricola ci proverà ma il calcio è un equilibrio molto delicato. Lo scorso anno la Reggina ha avuto la meglio, nonostante la presenza di una corazzata come il Bari. Ora il Teramo sta facendo bene, la Turris pure. Ci sono tante variabili».

 

L'AUGURIO

«Siamo ripartiti da zero, il Catania ha avuto la capacità delegata ai dirigenti, al gruppo Sigi che con coraggio ed orgoglio hanno salvato la matricola, onore e merito a loro. Sono stato ospite degli amici di Catania a Torre del Grifo, conosco bene i sacrifici e l’impegno assunto per salvare il club, adesso abbiamo due storie diverse che si riuniranno lunedì. Mi auguro che i tifosi delle due squadre possano riassaporare i momenti vissuti con le presidenze Pulvirenti e Zamparini. Io sono palermitano, ho il cuore rosanero, con Zamparini che non è nato in Sicilia s’è una diversa estrazione culturale e visione di fare calcio. Adesso è cambiato tutto, in casa Palermo c’è una grande attenzione alla trasparenza, ai comportamenti, al fatto che si vuole una società molto radicata sul territorio per il raggiungimento nel tempo dei risultati sportivi».


NEWS DI GIORNATA

 

CALENDARIO…BIRICHINO, IN CINQUE PARTITE GIÀ QUATTRO TRASFERTE

 

BOSCAGLIA E DIFESA, PALERMO SI RICOMPONE 

 

DI PADRE IN FIGLIO

 

MUSEO, DERBY E TIFOSI ROSANERO: PARLA BIFFI

 





8 commenti

  1. Peppink 20 giorni fa

    Mirri ha due grandi difetti, è palermitano ed è incensurato...rispetto al suo predecessore che ci ha lasciati in bancarotta non c'è confronto ????

  2. chi non salta è zamparini 20 giorni fa

    The KING OF TROLLS, alias Aggregazione di vuoto cosmico non esita a postare sempre le stesse idiozie, evidenza del vuoto ideale di questo soggetto antirosanero che non conosce pudore.Il Progetto di Mirri è basato su tutto ciò non sia stato praticato da MZ, il che gli vale un primato di onestà sconosciuto al parvenu friulano idolo dei suoi servi.Contestualizzando le situazioni, (in special modo gli ultimi indegni anni del friulano), i disastri da lui causati sono ben più gravi di un inizio di stagione deludente in cui il COVID pesa come un macigno. Ma l'onestà mentale del troll equivale a ZERO.

  3. Giovanni rosanero 20 giorni fa

    Le capacità manageriali si dimostrano nella scelta dei propri collaboratori... Sagramola e Castagnini chi li ha scelti??? Hanno fatto un buon lavoro?? Non credo proprio...Detto questo speriamo bene per domani.

  4. Anarchico 20 giorni fa

    @Rivalutiamola, io sono tifoso del Palermo e domenica o si può entrare o meno io vado a stare vicino al Palermo ci vado se non altro perché sento che stare vicino pur non vedendolo si debba fare. Vivo da quasi 10 anni a Catania ho un sacco di amici Catanesi... Secondo me tu non hai neanche amici palermitani.

  5. Tifoso 21 giorni fa

    Disponibilità economica iniziale di Zamparini e appartenenza cuore e aggiungerei capacità manageriali di Mirri. Probabilmente avremmo avuto il presidente ideale, ma l'esperienza mi dice ormai che la perfezione non è di questo mondo per cui con Zamparini è finita come sappiamo e con Mirri la strada è in salita sin da subito dopo il buon inizio. Noi tifosi siamo in mezzo e del resto poco possiamo per determinare gli eventi . All'attuale presidente, persona per bene, suggerisco una maggiore determinazione verso gli uomini di calcio ai quali ha delegato in toto Sagramola e Castagnini.

  6. Bugia 21 giorni fa

    CAP: Cortigiani, Accoliti, Proni...

  7. Rivalutiamola 21 giorni fa

    Caro Dario i catanesi saranno forse amici tuoi non miei

  8. Aggregazione galattica lame rotanti 21 giorni fa

    Il blasone non basta di certo, ma grazie al presidente tifoso, il progetto che si basa su Cuore, Appartenenza e Palermitaneità (CAP) è semplicemente invincibile, come lo stesso Dario Mirri ha già chiarito inequivocabilmente in un precedente intervento. Dunque che vittoria sia! #AltralacategoriA

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *