MAI DIMENTICARE

Memento Palermo,
Foschi la garanzia

Memento Palermo, Foschi la garanzia



 

Niente drammi, nessun patema ok. Se la sconfitta contro la Salernitana può derubricarsi a qualcosa di fisiologico a margine di tredici risultati utili consecutivi, tuttavia non bisogna abbassare l’attenzione.

Il monito arriva direttamente dalle colonne de La Gazzetta dello Sport - stamane in edicola - che esorta a non ripetere il medesimo girone di ritorno della passata stagione.

Infatti l’anno scorso tutto sembrava indirizzato verso il lieto fine invece la supponenza della squadra e decisioni assurde dell’allora presidente Zamparini portano alla caporetto di fine stagione.

L’imprenditore friulano non è più il presidente dei rosanero direste, ma è obbligo dell’attuale dirigenza fare tesoro del passato per non ripetere lo stesso dramma: Palermo non può permettersi la permanenza in B.

 

Quindi il mercato. L’addio di Struna ancora non rimpiazzato adeguatamente è un fattore che con il sopraggiungere della primavera potrebbe ripercuotersi negativamente, come fu lo scorso anno Cionek. Attualmente però la garanzia c’è, presente lì a rassicurare come solo i grandi sono in grado di fare: Rino Foschi.

Un comandante come l’attuale direttore sportivo rosanero è vitale in un ambiente particolare come quello rosanero nonché in un campionato altrettanto singolare come quello cadetto. Purché, ovviamente, il suddetto venga lasciato libero di poter agire senza limite alcuno e privo di eventuale “balia”. Se è vero che le ferite aiutano a diventare più forti, le cicatrici sono lì a ricordarti la sofferenza patita. Foschi sa come superare la tempesta.

 

IMMAGINE  SIAMO SU INSTAGRAM!


 

 

ALTRI ARTICOLI

 

• CESSIONE PALERMO: E FOLLIERI CI RIPROVÒ

 

• PRESIDENTE, MA CHE FAI? SCONTRO TOTALE AL PALERMO

 

• FOSCHI FURIOSO: NON MI DIMETTO, MA SE FOSSE UNA COSA SERIA...

 

NASCE LA PALERMO FOOTBALL CLUB SPA, IL COMUNICATO

 

 

 

 






7 commenti

  1. Rubini 20/01/2019

    'Attuale dirigenza'? A tanti piace pensare che sia ancora tutto manovrato da Zamparini (uno, nessuno e centomila) tanto per continuare a fare conti disastrosi, in mancanza di meglio. In realtà (quasi ottantenne) se n'è uscito nell'unico modo possibile: cedendo a 10 Euro la società con in allegato la cambiale Alyssa, che gli acquirenti provvederanno ad onorare , con i piccioli che arriveranno allo stesso Palermo. Compro una casa, solo accollandomi un mutuo ormai pari al suo valore, sperando di ripagarlo con gli affitti. Insomma, schema Baccaglini o '(Antico) Tappo' o da 'crisi subprime'.

  2. Palermolibera 20/01/2019

    Foschi la garanzia de che??? Di poter vendere a cora qualcuno... Ma un base a cosa si fanno certe affermazioni?

  3. Anarchico 20/01/2019

    Rubini stranamente per la prima volta sottoscrivo ogni singola parola del tuo commento. Esattamente. Ma la domanda che ti pongo è questa :è giusto che nessuno dell'attuale dirigenza esca allo scoperto e dica non c'è una lira anziché ipocritamente giustificare l'immobilismo con la scelta tecnica???

  4. Rubini 20/01/2019

    'Bambole, non c'è una lira'. Avanspettacolo, a fine serata gli attori si dividevano i pochi soldi dell'(eventuale) incasso. Anche il Palermo della prima promozione perse in casa con la Salernitana, ma era il Palermo di Zampaman, che non badava a spese. Di Filippini ne bastava uno, ne prese due. Fece fuori Baldini e il modo (brutale) non ferì più di tanto la piazza, inebriata dal nome del sostituto, Guidolin. Zamparini però non c'è più o se c'è, è come se non ci fosse (come la 'piazza' d'altronde e forse come Foschi). Qualche buon giocatore invece c'è, ma soltanto per disguidi di mercato.

  5. noitifosidelpalermo.jimdo.com 20/01/2019

    Foschi é bravo se ha i soldi a disposizione altrimenti non fa noente, fino adesso é un mercato stile zamparini..

  6. Anarchico 20/01/2019

    Foschi allo stato attuale non ha un euro. Quindi non può investire e si limita a dire non sconvolgiamo gli equilibri. Così facendo verremo nuovamente scavalcati dai nemici che ci precedono.

  7. Il Sorcio 20/01/2019

    Come ci fara' superare Foschi la tempesta.....non di certo con l'immobilismo di mercato che vuole attuare. Servono rinforzi subito ed il mercato sta chiudendo.

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *