GDS

Nuova istanza di
fallimento: i pm valutano

Nuova istanza di fallimento: i pm valutano



 

Il Palermo questa sera scenderà in campo per l'importante sfida di alta classifica contro il Benevento, ma per i rosa sarà una giornata importante anche dal punto di vista giudiziario. Stamattina infatti il Gip di Caltanissetta Antonia Leone ascolterà l'ex presidente rosanero Giammarva e il giudice Sidoti, sospesi per un anno proprio dal Gip per l'inchiesta sul presunto pilotaggio dell'esito dell'istanza di fallimento del Palermo Calcio.


IMMAGINE  NON SEGUI FORZAPALERMO.IT SU INSTAGRAM? CLICCA QUI


 Gli interrogatori di oggi seguono quello già effettuato, nella giornata di ieri, al magistrato Fabrizio Anfuso. Come scrive Riccardo Arena per il Giornale di Sicilia: «Pure per l'ex Gp - oggi in Corte d'appello - è in ballo una sospensione dal servizio, chiesta dal pm Claudia Pasciuti e su cui il giudice Leone ora potrà decidere. Anfuso ha risposto alle contestazioni che lo vedrebbero al centro di una serie di rivelazioni di segreti delle indagini, a proposito delle richieste di arresto presentate dalla Procura nei confronti di Zamparini. Fughe di notizie - destinatario il giudice delegato del fallimento, Sidoti - che avrebbero consentito a Giammarva e a Zamparini di studiare le mosse più opportune per evitare le misure cautelari».  

 

Il nodo della vicenda sarebbe legato alla figura di Francesco Palazzolo, avvocato appena iscritto all'albo e fratello di Vincenza Palazzolo che secondo i pm nisseni sarebbe molto vicina a Sidoti, e al tentativo di quest'ultimo di coinvolgerlo nella difesa del Palermo per il caso-Frosinone e per assistenza penale a Zamparini, richiesta poi declinata da Palazzolo. Stando a quanto sospettano i pm di Caltanissetta Sidoti avrebbe richiesto favori per i Palazzolo dopo il rigetto dell'istanza di fallimento del Palermo, con Vincenza poi nominata nel comitato etico del club rosanero che vede come presidente Andrea Vincenti e Andrea Passananti come altro componente. Un vero e proprio comitato "su misura" con un compenso di seimila euro annuali per tutti i componenti, progetto poi saltato per via della mancata promozione in Serie A, ma per poter sussitere il reato di corruzione è sufficiente constatare la promessa dell'utilità.

 

Arena continua la sua disamina per il Giornale di Sicilia scrivendo che: «Sidoti non sarebbe stato super partes, avrebbe avuto contatti con Giammarva, che conosceva molto bene già da prima, durante tutta la procedura fallimentare. Si sarebbe dovuto astenere, afferma l'accusa. Non avrebbe dovuto dare consigli alla difesa del Palermo. Soprattutto anche dopo che la questione si era conclusa col decreto di rigetto dell'istanza presentata dalla Procura diretta da Francesco Lo Voi, non avrebbe dobuto chiedere nulla a Giammarva, né il pass per posteggiare allo stsdio né i biglietti in tribuna per gli avvocati Palazzolo, il marito e il suocero di lei». Si continua adesso a discutere sul fatto che queste cose possano essere effettivamente riconosciute come reati, ma lo stesso Sidoti ha già ammesso, nel suo sfogo alla collega Raffaella Vacca ricavato dalle intercettazioni, di aver commesso errori su errori e di non voler "finire nel tritacarne". 


LEGGI ANCHE:

 

• IL NUOVO PALERMO CALCIO, ATTO II. MA "A SORPRESA"

 

• IL CLOSING RALLENTA: RINVIO ALLA PROSSIMA SETTIMANA

 

 ZAMPARINI: «VERRÒ A PALERMO A SORPRESA CON LA NUOVA SOCIETÀ»


"Attento al suo telefono" sarebbe una delle frasi intercettate dai finanzieri pronunciata da Vincenza Palazzolo al fratello e che ha come soggetto Giovanni Giammarva. Il fatto che questa frase possa fare riferimenti all'intercettazione a carico dell'ex presidente rosanero mette il giudice nella situazione di aver rivelato un'informazione assolutamente riservata, e anche Sidoti è sospettato di aver girato a Giammarva informazioni in merito ai possibili ed imminenti arresti per Zamparini ma il tutto, seppur le tempistiche possano essere considerate sospette, non dà comunque nessuna certezza all'accusa.

 

Tema centrale di tutta la vicenda rimane tuttavia quello del fallimento del Palermo Calcio. Sidoti, nonostante fosse intercettato via telefono, telecamere e microspie, ha espresso apertamente con tantissime persone la propria opinione in merito all'istanza, dicendo ad esempio ad un collega che si trattava di: Un lavoro indecente della Procura. Si misero nelle mani di questi consulenti, della Guardia di Finanza, che su queste cose ha sbroccato completo. Aspettiamo di vedere tutti gli atti, ma lì in udienza, proprio la senzazione di pochezza, di inadeguatezza... questi non sono i processi penali, che vai e te la discuti in dibattimento... la stessa consulenza sbaglia calcoli matematici". E sempre Sidoti continua, nella conversazione alla collega Vacca del 31 dicembre 2017: "Cercherò di fare l'impossibile per salvare la situazione. Perché francamente non è solo il problema della catastrofe in sé, il problema è che non ci sono creditori che stanno bussando alla porta..."

 

Stessa linea adottata anche da Daniele Santoro, ma un collega commercialista aveva istigato il dubbio a quest'ultimo che il fallimento dovesse essere esteso non soltanto al Palermo Calcio ma a tutto il gruppo Zamparini, e che la competenza quindi non dovesse essere più del tribunale del capoluogo. Non si capisce ancora se tutti questi elementi possono realmente riaprire l'istanza di fallimento rigettata, ma i pm nisseni ne stanno valutando le condizioni e quella che Sidoti ha definito una "catastrofe", a giorni dal possibile closing, potrebbe trasformarsi in un'ipotesi concreta. 






18 commenti

  1. Jack lo Squartatore 14 giorni fa

    Ma allora ... forse ... anche la ... è? Cavolo!!!

  2. rubini 14 giorni fa

    Condivido il commento di @Gallo&Montesano. Zamparini merita il sostegno, per avere dato lustro al Palermo e ai palermitani... se gran parte dei tifosi non fossero ingrati. Invece anche stasera stadio semivuoto... serie D.

  3. PinkBlack 14 giorni fa

    Era proprio quello che diceva Sidoti nell'intercettazione. Sidoti, Anfuso e Giammarva sono stati sicuramente incauti ed è venuto fuori un regime di rapporti amicali che non dovrebbe esistere fra giudici, avvocati e consulenti. Ok. ma perché nessuno dice che questo fallimento non aveva i requisiti degli altri, cioè la pericolosità sociale? Dove sono i creditori sul lastrico che ci sono negli altri fallimenti. E' una guerra tra Procure!! Ma perché non lasciano in pace questa squadra? Colpscano patrimoni di zamparini, questo fallimento è probabilmente una bufala e sidoti lo sapeva. Basta!!!

  4. PinkBlack 14 giorni fa

    Non so perché mettono in giro ste notizie: la sentenza di rigetto dell'istanza é DEFINITIVA. Prima si deve iniziare QUESTO processo (contro sidoti). Poi, dopo la sentenza, la Procura di PA CHE NON SI E' APPELLATA (ricordiamolo) deve proporre un istituto che si chiama REVOCAZIONE (art. 353 del c.p.c.) Non è che le sentenze si cancellano con un colpo di spugna!!! Poi, se ci sono gli estremi si propone un'altra istanza di fallimento. Su quali bilanci? quelli nel frattempo approvati? Su quali debiti? Quelli nel frattempo coperti? E i creditori, a parte l'erario e alcuni procuratori CHI SONO????

  5. Marco34 14 giorni fa

    Solo i cretini possono credere che i giudici si sono venduti per qualche biglietto, mettendo a rischio la loro carriera, dovevano ricambiare qualche favore.

  6. Zio Tibia 14 giorni fa

    Mi spiace io vado controcorrente, pur non amando Zamparini nessuno può cancellare quello che ha fatto per i primi 10 anni a Palermo. Barbera mi dicono gran Signore ed appassionato tifoso ma i risultati sul campo sono altra cosa... Zamparini mi ha reso felice di non sentire più durante i miei viaggi all estero il binomio mafia Palermo, mi chiedevano di Pastore, Miccoli etc. Anche Maradona era quello che era ma sul campo nessuno lo può discutere.... Zamparini per 10 anni ci ha fatto godere.... Se poi non si è vinto nulla, sia chiaro...colpa sua.

  7. Gallo & Montesano and Co 14 giorni fa

    Zamparini è il più grande presidente della storia rosanero, e per questo ha suscitato l'invidia dei gufi e degli incapaci che non cuagghinu e non vogliono fare cuagghiri. Io sono grato a Zamparini per le gioie che mi ha regalato.

  8. CiuridduScaiNius24® 14 giorni fa

    Chi mette Tramezzini prima della legge e delle regole allora è complice, ci sono giudici che per scambi di favore hanno tentato di salvarlo e ne stanno pagando le conseguenze. Se avessimo avuto non dico una società onesta al 100% ma con almeno la decenza di tante altre società di A che fanno qualcosa ma non pensano solo alle proprie tasche, oggi non saremmo a questo. Quasi tutti per fortuna hanno capito che Tramezzini è un truffatore, quindi se la società è venduta non cè problema, palermo salvo e tutta questa gentaglia a processo. Ma siccome è tutta una gran Mink.......ata, la vedo male.

  9. Aggregazione galattica lame rotanti 14 giorni fa

    Zamparini il miglior presidente della storia rosanero, ma non è affatto difficile, visti i disastri sportivi e gestionali del passato. La Sezione Fallimentare del Tribunale di Palermo, invece, probabilmente non la migliore d'Italia.

  10. Funk 14 giorni fa

    Quel gran signore che era Renzo Barbera che ho avuto l'onore di conoscerlo se avesse avuto gli introiti del calcio di oggi non avrebbe mai fatto scendere il Palermo volutamente in b cosa che il più grande minkiapresidentefumierspiritoimmondo ha fatto che il Signore ci liberi da costui

  11. Jack lo Squartatore 14 giorni fa

    Ahahahahahahahahah ... Ecco il vero obiettivo ... Fare fallire il Palermo perché possa essere rilevato a quattro lire da chi ha interesse a farlo senza spendere quattrini ... Chi pilota che cosa? Ahahahahahahahahah ... Quando piove ecco cha nescinu i' babbaluci ... Ahahahahahahahahah ...

  12. Il Moro 14 giorni fa

    Che nessuno si permetta di TOCCARE Renzo Barbera,Gran tifoso e Gran signore....Condivido in toto Mau49....Uno che invece di trasformare il Palermo in ciò che oggi invece è il Napoli, pur avendo scoperto campioni su campioni in tutti i reparti del campo a pochi soldi definirlo il miglior presidente è aberrante, e il fatto che UNA NUOVA PROPRIETÀ (? )APPUNTO lo voglia come consulente è da vomito...

  13. Paolo 14 giorni fa

    Come fa una società fallita a pagare puntualmente gli stipendi di tutti e a pagare in tempo l'iscrizione al campionato? Il fallimento è solo nell'immagginazione di questi pm, hanno rotto.

  14. rosario 14 giorni fa

    Io non credo che i PM avviino un'altra istanza di fallimento rinvieranno a giudizio Giammarva , Sidoti e Zampa il Palermo calcio per adesso è salvo pero, lui farebbe meglio a cedere la società e levarsi dai piedi questo sarebbe molto saggio.

  15. Je Piu 14 giorni fa

    m*****a il Giudice si è venduto per un pass e due biglietti!! CHI NON CAPISCE CHE CE KA VOGLIONO INCULARE A SANGUE E UN CRETINO!!

  16. Mau49 14 giorni fa

    Sono d'accordo con Auguri.Ma purtroppo ritengo che il friulano con il suo tracchiggio,che nulla a che vedere con lo sport e si era capito da sempre dopo Venezia,abbia trascinato nel baratro tutto,ritenendosi intoccabile.Megalomane e irresponsabile.Unico vero colpevole di questo disastro.Il migliore presidente? No, decisamente il peggiore della storia.Che nessuno si permetta di TOCCARE Renzo Barbera,Gran tifoso e Gran signore !

  17. Auguri 14 giorni fa

    Se ci sono ipotesi di reato a carico di singole persone, che vengano vagliate! Ma lasciare stare sto club sportivo che ne ha viste già troppe. Poi, i giornali!!! uscire con questi articoli nel giorno di una partita importantissima... Poi è chiaro che la gente sta a casa, e se i calciatori mollano è umano e comprensibile. Che città disgraziata che siamo!

  18. Auguri 14 giorni fa

    E certo, non ci sono creditori insoddisfatti, c è una cessione alle porte, la squadra va bene, i pagamenti sono regolari, si deve solo incamerare un credito monstre e noi, invece di aspettare sta benedetta vendita, che facciamo? Facciamo fallire il Palermo, mettiamo a casa gli impiegati, i calciatori, mandiamo in fumo una probabile serie A da 40 mil., ecc. .. complimenti!

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *