PENSIERI

Il cantico della panchina

Il cantico della panchina



In casa Palermo continua a tenere banco il borsino allenatore. In tal senso i nomi decantati lasciano spazio ad una realtà alquanto criptata.

Boscaglia, Caserta, Italiano, Toscano, Andreazzoli, dalle retrovie Pecchia, ma c'è spazio anche per la Scienza via Monopoli.

 

Alt! Qualcuno ha sentito il vento parlare di Atzori, perché no?! Ci sarebbe libero anche Braglia, forse Auteri ma no siciliano non è, Corini ex rosanero per i romantici-nostalgici, niet.

Certamente domani qualche bislacca fonte sussurrerà il tecnico di turno, così come una profana litania decanta il suo verbo mentre in Viale del Fante viene disegnato il futuro dell'impero rosanero.

 

In hoc signo vinces, Sagramola dixit: futebol bailado perché il Renzo Barbera merita una visione mistica, così sarà. Oronzo Canà, con lui Aristoteles per l'attacco del Palermo, quindi 5-5-5 e tanta fantasia a dispensare emozioni ai devoti palermitani.

Li vedo, eccoli, gnomi ed elfi invadere il manto erboso della Favorita con l'amore del popolo siciliano a ricordare che Palermo è pronta a tornare nel calcio che conta, che merita, che sogna.

 

Eccolo, lì, seduto sulla panchina marchiata Palermo: la sua Marlboro, l'alone di fumo mistico a scandire i novanta minuti della Favorita. I rosanero dominano il campionato di C, il Renzo Barbera gremito in ogni ordine di posto: 4-3-3, gioia e allegria in un calcio romantico, il Sagramola pensiero si è incarnato nel verbo: lo vedo, chiaro, limpido. Zeman, proprio così: con la tuta del Palermo, è tornata Zemanlandia.

 

È una visione onirica, forse l'effetto collaterale della Tennent's.

Intanto domani riprenderà la filastrocca laica per la panchina rosanero, un rito profano su cui scorre la speranza dei fedeli rosanero: come un mantra, una litania, un cantico sì, della panchina.


 

ALTRI ARTICOLI

 

FORZAPALERMO.IT - LIVE CON FRANCESCO LUPO E ROBERTA MANNINO

 

4 LUGLIO, UN ANNO DOPO: L'INDIPENDENCE DAY ROSANERO

 

«LA SQUADRA DI PALERMO NON PUO' CHE GIOCARE A PALERMO»

 

PALERMO, SENATORI PRONTI AL RINNOVO

 

PALERMO, MERCATO DA MILLE E UNA NOTTE PER LA C






2 commenti

  1. Fabio 35 giorni fa

    Il presidente della longobarda mi ricorda qualche squallido personaggio

  2. Onyx 35 giorni fa

    Siete voi che alimentate tutto questo, voi giornalisti. Ne faremmo volentieri a meno. Quando c'era zamparini, i nomi che circolavano erano 20 al mese. Fortunatamente questo non c'è più. Mi sa che vi riposate. Questo esercizio vale solo per l'estate.

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *