LEOLUCA ORLANDO

«La squadra di Palermo non
può che giocare a Palermo»

«La squadra di Palermo non può che giocare a Palermo»



Questa mattina il sindaco Leoluca Orlando insieme agli assessori Paolo Petralia Camassa e Roberto D'Agostino e al Capo di Gabinetto, Sergio Pollicita, ha incontrato a Palazzo delle Aquile i rappresentanti della Consulta d'indirizzo della ASD Palermo, il Presidente Leonardo Guarnotta, l'avv. Santi Magazzù e l'ex attaccante rosanero Vito Chimenti.

 

Durante l'incontro Orlando ha ribadito l'impegno perché nel più breve tempo possibile "e certamente entro la fine di luglio in tempo utile per la presentazione dei documenti necessari per l'iscrizione al campionato di C" si giunga ad una soluzione per l'affidamento alla società dello Stadio "Renzo Barbera", "rispetto al quale - ha detto Orlando - non vi sono alternative di sorta perché la squadra di Palermo non può che giocare a Palermo".

 

Inoltre, il primo cittadino del capoluogo siciliano ha illustrato i contenuti della proposta già avanzata dalla Giunta al Consiglio comunale, che è l'organo decisionale da cui dipendono le decisioni finali su questa materia, sottolineando che "in quella proposta è indicato un importo della concessione stilato sulla base di parametri tecnico-matematici che tengono conto della metratura degli spazi e della capienza ufficiale dell'impianto e delle pertinenze. Nella stessa proposta è fatto esplicito riferimento alla possibilità di rimodulazione degli importi sulla base dell'effettiva possibilità di utilizzo, nonché del blocco,della sospensione  e della riduzione delle attività conseguenti all'emergenza Covid-19; è fatto anche esplicito riferimento alla necessità di verificare, una volta che la Regione ne avrà chiarito le modalità attuative, la possibilità di ricorso al Fondo istituito a favore dei Comuni che decidessero di concedere esenzioni o riduzioni fiscali ai soggetti che sempre a seguito del Covid-19 hanno subito un danno economico", oltre ad illustrare, anche, la proposta più generale che la Giunta intende rivolgere al Consiglio comunale per quanto riguarda il Fondo destinato alla contribuzione che l'Amministrazione destina a tutte le squadre cittadine di vertice nelle rispettive discipline nonché per una revisione del regolamento per le sponsorizzazioni.
 

“Lo sport in tutte le sue discipline a Palermo - ha aggiunto Orlando- ha trovato e troverà specie in questa difficile fase la massima attenzione possibile della Amministrazione Comunale”
 

"L'una forma di intervento sotto forma di contributo partecipativo  - ha continuato Orlando, con riferimento a tutte e a ciascuna società e discipline sportive - sarebbe ovviamente alternativa a quella della sponsorizzazione della Città. All’interno di questo quadro questo ci sembra ovvio che da parte della Giunta c'è tutto l'impegno necessario affinché prosegua la collaborazione fin qui registrata con la società ASD Palermo, ma soprattutto quel percorso di risalita verso le serie maggiori dello sport nazionale anche per il calcio".


I componenti della Consulta hanno preso atto di quanto comunicato dal sindaco, che sarà riportato alla società sportiva, esprimendo il proprio apprezzamento e ribadendo la volontà di continuare un proficuo dialogo di collaborazione e sintonia. "Un dialogo - ha concluso il sindaco - che è simboleggiato dalla bandiera rosanero esposta sulla facciata di Palazzo delle Aquile a simboleggiare il legame forte che unisce il Comune e la città alla squadra".






6 commenti

  1. Palloni In Campo 36 giorni fa

    Omissis, non sono zampariniano.

  2. Yes 37 giorni fa

    La questua legalizzata che ricorda certe pratiche... . Mi pare evidente che sia in corso un attacco al sindaco Orlando, usando il Palermo come clava. E però, sta diventando una abitudine questa della richiesta legalizzata di soldi al Palermo: prima, 1 milione per partecipare alla serie d, cifra tirata fuori all'ultimo e corrispondente ai contributi delle squadre di due gironi di catagoria; ora quest'onere che sarà levato o alleviato creando debiti di riconoscenza per un atto dovuto. L'olezzo di questua di quartiere, seppur legalizzata, mi sale sempre più alle narici.

  3. Francesco 70 37 giorni fa

    Palloni in testa,u cucino di Rubini.Attassatori!!!

  4. Fabio90 37 giorni fa

    Che commento intelligente!

  5. Omissis 38 giorni fa

    Eccolo lì il solito troll zampariniano all'ennesimo cambio di Nick..campa solo per gufare mirri...

  6. palloni in campo 38 giorni fa

    Piu' che far finta di occuparsi della concessione dello stadio dovrebbe occuparsi delle prossime sconfitte sul campo della società, di come raggiungere almeno la serie B ovvero il minimo sindacale.

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *