L'INTERVISTA

Punto per punto cosa ha detto
l'ad del Palermo Facile

Punto per punto cosa ha detto l'ad del Palermo Emanuele Facile



 

Cosa ha detto questa mattina Emanuele Facile, amministratore delegato del Palermo calcio, nella lunga intervista rilasciata ai giornalisti presenti negli uffici dello stadio Renzo Barbera.

 

Documentazione alla Lega B

Il Palermo ha inviato alla Lega B la documentazione richiesta perché il passaggio di proprietà sia riconosciuto anche dagli organi federali. Poiché la controllante del Palermo è una società quotata in Borsa, sono stati chiesti “ulteriori chiarimenti su quali dovessero essere i soggetti sui quali inviare comunicazioni”. La Lega B ha chiesto un’integrazione d’informazioni, il Palermo ha chiesto “qual è in dettaglio l’integrazione richiesta che forniremo quanto prima”. C’è l’istituto di credito a garanzia della solidità economica del gruppo proprietario del Palermo? “Abbiamo consegnato due lettere di intermediari finanziari. Attendiamo che la Lega ci dica di quale integrazione necessita”.

 

Iscrizione al prossimo campionato a rischio?

“Non ci sono i presupposti perché questo possa accadere”. Per la società rosanero, l’articolo firmato da Marco Bellinazzo, pubblicato ieri sul Sole 24 Ore, è privo di qualsiasi presupposto che ne avvalori la tesi.

 

Aumento di capitale

“A partire dai prossimi giorni i soldi per far fronte alle spese immediate cominceranno ad arrivare”. Si è atteso il pronunciamento della Cassazione “per capire quali erano i rischi a cui la Società andava in contro”. Una scadenza per l’iniezione di nuovi capitali? “Non era previsto un aumento di capitale, ma un ingresso di risorse finanziarie sulla base delle necessità della Società, quindi tendenzialmente entro giugno”.

 

Corrado Coen

“È stato un collaboratore e consulente su alcuni progetti”. Rapporto interrotto "anche a seguito delle ultime notizie di stampa".

 

Pignoramento proventi Struna

“Smentisco. Nessun pignoramento". Sono arrivate "richieste di pagamento che stiamo gestendo”.

 

Problemi stratificati

“Il Palermo ha accumulato una serie di problematiche negli anni scorsi, che ben conoscete, di vario tipo. E noi ci siamo fatti carico di tutto questo. Siamo qui da meno di un mese, con una sentenza della Cassazione due giorni fa. I problemi non li abbiamo creati noi. Si affrontano e si risolvono ma non si risolvono in un giorno. E non vedo il perché di questa ostilità nei confronti di qualcuno che si sta facendo carico di problemi per rilanciare la Società, che mostra interesse non solo verso la squadra ma anche alla città e alla comunità dei tifosi”.

 

Imprenditori locali

Il Palermo ha dato la disponibilità al gruppo coordinato da Alessandro Albanese “in senso di coinvolgimento” di passare una quota di capitale, “in segno di rispetto per l’interesse manifestato”. La Società non ha chiesto soldi in anticipo né “può regalare delle azioni”.

 

Follieri, Ponte e gli altri

“C’è una società quotata in Borsa, che consente a chunque voglia di comprare le azioni”. C’è una soglia OPA (Offerta Pubblica di Acquisto): “Chiunque volesse comprare il Palermo ha la possibilità di andare in Borsa e comprare le azioni. Se supera il 29,9%, dovrà comprarle tutte”. Contatti con Follieri? “Nessuno, ma se è interessato al club, c’è una società quotata in Borsa e può comprare tutto”. Ponte? “Non ci possono essere corsie preferenziali, perché è una società quotata”.

 

Vincoli

“Una società quotata in borsa, quando dà delle informazioni, e anzi è obbligata a farlo su ogni evento rilevante, deve farlo in contemporanea per tutti gli azionisti attraverso un meccanismo ufficiale. Quindi non si possono dare prima delle informazioni a qualcuno rispetto ad un altro, perché questo crea delle turbative sui prezzi delle azioni. Quando alcune volte sono reticente a parlare è perché certe notizie devono essere disponibili a tutti”.

 

 

VIDEO - GLI ISPETTORI COVISOC ARRIVANO AL RENZO BARBERA


 

Ispezione Covisoc

“Ci hanno chiesto la documentazione dell’operazione di acquisizione del Palermo e un aggiornamento sulle specifiche societarie”.

 

Zamparini denuncia per truffa?

“Ammesso che sia vero, mi sembra una situazione insostenibile: ci sono stati dei contratti. La truffa non vedo quale sia”.

 

Palermo FC inattiva

“Non è vero che è non è attiva. Risulta dalla visura camerale? Da quando una società viene costituita ha un certo di numero di giorni per dare le comunicazioni alla Camera di Commercio. Non è stato fatto lo stesso giorno, ma qualche giorno dopo e nei tempi previsti”. La Palermo Football Club, però, qualche giorno fa risultava attiva e adesso non più: “Non lo so, lo verificherò, però la società è attiva”. Anche per quanto riguarda le nomine societarie, visibili fino a qualche giorno fa, nell’ultima visura risultano soltanto pratiche sospese: “Ah, questo risulta? Non lo so, lo verifico”.

 

Richardson, un passo indietro?

“No, Richardson ha chiarito un pochino quello è il suo ruolo nel progetto, un ruolo sulla parte sportiva e non gestionale e finanziaria, un chiarimento di ruoli che è riflesso anche nelle deleghe che abbiamo nella gestione della Società”.

 

 

VIDEO - L'INTERVISTA ALL'A.D. DEL PALERMO CALCIO EMANUELE FACILE

 

 

Chi fa il calciomercato

“Partiamo da una situazione in cui il direttore sportivo e l’allenatore ritengono che la squadra non necessiti di ulteriori ingressi e cambiamenti. Chiaramente è una rosa numerosa e il mercato di gennaio comunque può offrire opportunità. Ma la posizione è quella dichiarata sempre da Foschi: il mercato non impone alla società di fare interventi: abbiamo una squadra che nonostante le sconfitte è prima in classifica. Se nasceranno delle opportunità all’ultimo momento si coglieranno”.

 

Gunnarsson sì o no

“Il contratto verrà depositato in Lega. Pensate alla successione delle fasi e alla tempistica: il mercato è cominciato in contemporanea con il perfezionamento delle operazioni societarie, non c’è stato molto tempo di prepararlo né di raccordare quella che è l’operatività e l’autonomia di Foschi con le opportunità che può segnalare Richardson. Su Gunnarsson c’è stata una velocità di esecuzione, ma è un giocatore della Società”.

 

Conferenza stampa

“Non c’è ancora stata, ma la faremo. È chiaro che la successione delle cose da fare è tale che vorremmo completare prima gli adempimenti”.

 

Tifoseria in subbuglio

“Anche per quello che viene scritto. Noi abbiamo dato messaggi chiari e precisi in modo ufficiale, abbiamo dato dei tempi sin qui tutti rispettati. Se poi si vogliono seguire altre fonti, non posso farci niente”.

 

Incontro con Leoluca Orlando

“Siamo ben lieti di avere un rapporto diretto con il Sindaco che è anche il titolare dello stadio dove la squadra gioca. E credo che anche il Sindaco voglia capire se quello che diciamo è vero”.


IMMAGINE  SIAMO SU INSTAGRAM!


 

ALTRI ARTICOLI

 

 ESCLUSIVA - LE PAROLE DEL PRESIDENTE DEL PALERMO CALCIO CLIVE RICHARDSON

 

• PALERMO E LA SUA ITACA: LA MAGA CIRCE, ORLANDO E DE ANDRE'

 

• ESCLUSIVA: ANTONIO PONTE E' A PALERMO. ECCO PERCHE'

 

• ESCLUSIVA, RICHARDSON ANNUNCIA: «GUNNARSSON È DEL PALERMO»






2 commenti

  1. lo zio ciccio 82 giorni fa

    E VERAMENTE FINTA amarcord triste del 1987 (parma docet) ..... R.I.P. palermo calcio sigh

  2. Anarchico 83 giorni fa

    Sembra il gemello di Manenti ex parma

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *