INTERVISTA

Obiettivi, Pergolizzi e Savoia
Parola a Langella

Obiettivi, Pergolizzi e Savoia. Parola a Langella



 

Il Palermo vanta un pacchetto di under niente male, anche se il mister schiera praticamente sempre gli stessi.

Da Felici e Doda, passando per Vaccaro, Peretti e Kraja. Nelle prime uscite del 2020, tuttavia, c’è un altro giocatore che si  è messo in mostra più di altri: Christian Langella.

 

Il giocatore, reduce dalla stagione con la maglia del Bari lo scorso anno, ha segnato le sue prime due reti stagionali in maglia rosanero proprio in questo nuovo anno: contro il Marsala nella prima del girone di ritorno e contro il San Tommaso.

 

Contro il Roccella non è andato al gol, ma ha comunque giocato una delle sue migliori partite della stagione.

Intervistato dalla Gazzetta dello Sport, Christian Langella ha così parlato della concorrenza tra under:

 

«Qui gli under sono tutti bravi, lo erano anche l’anno scorso a Bari, quest’anno è andata così, con qualche difficoltà in più, però adesso voglio riscattarmi nel girone di ritorno».

 

OBIETTIVO

«Al mio record di tre gol dello scorso anno? Ci penso, però l’obiettivo è di vincere il campionato, devo pensare solo a quello, se continuo a segnare non è che mi dispiaccia poi tanto».

 

PARAGONE CON IL BARI

«Anche l’anno scorso è stato un cammino difficile, avevamo più punti di vantaggio, è vero, ma dovevamo lo stesso vincere tutte le partite. Adesso che abbiamo ripreso cinque punti di distacco dobbiamo mettere il piede sull’acceleratore».

 

POLEMICHE SAVOIA

«Sicuramente non è il Palermo che le alimenta, noi pensiamo solo a noi, poi, pensino pure quello che vogliono, a noi interessa poco. Lo scontro diretto del ritorno? Ci pensiamo, ma non è un’ossessione, ci dobbiamo arrivare al meglio, partita dopo partita, sapendo che è uno scontro come gli altri, siamo obbligati vincerli tutti».

 

CRITICHE

«È normale, è una piazza abituata a campionati diversi, ci si aspetta di risalire subito, siamo chiamati a non sbagliare mai. La Serie D non è per nulla semplice e ti devi conquistare tutto con sudore e sacrificio. Anche a Bari venivamo criticati, nonostante fossimo primi. Cosa manca per la promozione? Dobbiamo migliorarci sempre, se lo facciamo questa promozione sarà nostra. Non ho dubbi, perché mi fido della mia squadra».

IMMAGINE  SIAMO SU INSTAGRAM

Twitter SIAMO SU TWITTER

FACEBOOK SIAMO SU FACEBOOK

 

 

 






Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *