Mirri - Orlando, è scontro per la pubblicità - Forza Palermo Calcio Giornale
IL FATTO

Mirri - Orlando, è scontro
per la pubblicità

Mirri - Orlando, è scontro per la pubblicità



Continua la corsa al Palermo Calcio quando alla dead line del 23 luglio manca davvero poco. In pole position - come riportato più volte dalle varie fonti di informazione in questi giorni - il duo Mirri - Sagramola.

Intanto il primo cittadino Leoluca Orlando e il proprietario della Damir Dario Mirri si scontrano su un altro campo. 

 

Tutto parte dalla nota del Comune di Palermo del 4 luglio che - in seguito alla verifica di alcuni impianti pubblicitari luminosi installati in alcune strade cittadine - ha riscontrato delle irregolarità. Segue un'altra nota sempre del Comune datata 19 luglio dove viene comunicato il sequestro di alcuni impianti pubblicitari ad opera della Polizia Municipale.

Secca la replica della Damir che rivendica la regolarità degli impianti con tanto di autorizazzione.

 

PRIMA NOTA DEL COMUNE DEL 4 LUGLIO
Su disposizione dell'Assessore Leopoldo Piampiano, anche a seguito di alcune segnalazioni, nelle giornate di ieri ed oggi si sono svolti dei controlli congiunti della Polizia municipale e dei tecnici dell'Assessorato per le Attività produttive, per la verifica della regolarità di alcuni impianti pubblicitari luminosi installati o in fase di installazione in alcune strade cittadine. In particolare i controlli sono stati effettuati in via Crispi e in piazza Restivo - Viale Piemonte. È emerso, in entrambi i casi, che gli impianti sono abusivi ed è stata pertanto inoltrata la relativa segnalazione all'autorità giudiziaria per i provvedimenti di competenza. L'impianto di via Crispi, che era stato già attivato, è stato peraltro realizzato in prossimità di un'area archeologica sottoposta a vincolo, mentre quello di viale Piemonte, i cui lavori sono stati bloccati in fase di installazione, risulta di intralcio alla circolazione pedonale. "Questa vicenda - afferma l'assessore Piampiano - sottolinea ancora una volta la necessità che il Consiglio comunale approvi quanto prima il nuovo regolamento sulla pubblicità, quale strumento e riferimento per tutti gli operatori del settore".  

 

SECONDA NOTA DEL COMUNE DEL 19 LUGLIO
La polizia municipale informa che lo scorso mercoledì sono stati sequestrati due impianti pubblicitari abusivi rispettivamente in viale Piemonte e in via dell’Artigliere. L’intervento, pianificato nell’ambito delle attività finalizzate al contrasto all’abusivismo, ha avuto input dalle segnalazioni di cittadini. Al momento del sopralluogo gli agenti del nucleo vigilanza pubblicità hanno accertato che in entrambi i siti gli impianti pubblicitari a LED di grandi dimensioni, oltre che non autorizzati, erano installati su manufatti infissi al suolo con piastre, la cui realizzazione necessita di autorizzazione e concessione edilizia. Gli impianti pubblicitari sono stati disattivati e sequestrati, mentre i proprietari degli stessi sono stati segnalati all’autorità giudiziaria per violazione della normativa edilizia e sanzionati per oltre 600 euro per ciascun impianto, sia per l’occupazione del suolo pubblico che per pubblicità non autorizzata. 

 

LA REPLICA DI DAMIR
In relazione alle notizie diffuse dalla stampa in merito ai provvedimenti di sequestro di tre impianti pubblicitari ad opera della Polizia Municipale di Palermo, si precisa come si tratti di manufatti regolarmente dotati di autorizzazione ed insistenti da diverse decine di anni nei siti oggi inspiegabilmente contestati. Contrariamente a quanto sostenuto dall’Organo accertatore, si è perfezionato solamente un intervento di riammodernamento degli impianti mediante l’utilizzo della tecnologia led espressamente prevista dall’art. 11 del vigente Regolamento comunale sulla pubblicità. In secondo luogo, inoltre, appare destituito di ogni fondamento il riferimento a presunte violazioni della normativa in materia edilizia certamente non applicabile agli impianti pubblicitari oltre che non prevista dal Regolamento sopra citato. Tutto quanto ora esposto verrà rappresentato nelle competenti Sedi giudiziarie già adite per la tutela dei diritti della società.

 

IMMAGINE  SIAMO SU INSTAGRAM


 

 

Amauri si racconta: «Palermo non
mollare, io ci sarò sempre»

 

Corsa al Palermo, irrompe
un fondo arabo

 

Mirri - Orlando, è scontro
per la pubblicità

 

Palermo, Marino: «Avevo avuto
garanzie dalla proprietà»






10 commenti

  1. Rubini 28 giorni fa

    Amuni, una carezza, cam’affari, o frati. Questo dovrebbe fare il sindaco, chiedere sconticini e prezzi di favore? Vergogna, la quinta città d’Italia! Che fine ha fatto la fierezza del vostro motto? ‘Serie D! Ce la faremo, perdiana!’ Avreste dovuto aggiungere: a seconda del prezzo. Quanto alla cittadinanza a Zamparini, fu assegnata dopo appena due anni, coram populo. Ora la rivolete indietro, come fidanzatini litigiosi, con il broncio. La prossima volta pensateci meglio!

  2. Tube Di Falloppio 28 giorni fa

    Orlando invece di dare cittadinanze a cittadini stranieri, pensa ai Palermitani che ti hanno eletto per rappresentarli. Togli la cittadinanza a Zamparini che è accusato di gravi reati, e soprattutto scrivi a quelli della lega che in modo personale e prepotente hanno chiesto un milione al Palermo per iscriversi, cosa che alla luce di quello che hanno pagato Parma e Bari, è un autentico PIZZO! Orlando ne sei capace o sei tutto chiacchiere e opportunismo?

  3. Rubini 28 giorni fa

    Ed anche una macchina professionale per contare le banconote. Fidarsi è bene, non fidarsi è meglio Ahahahah ‘nghia genio, quasi 200mila in contanti solo in bagno, pensa in salotto! Ma dico io, perché non se lo accatta lui, il Palermo?

  4. Faustino Gritti 28 giorni fa

    @Aggregazione Galattica Lame Rotanti ovviamente alludi a Palermo. Invece ti dico che fanno bene a non pagare sky perchè ritengo queste tv commerciali il vero male del calcio italiano. I presidenti hanno fatti miliardi di debiti tanto c'erano le tv che pagavano. Poi che a palermo ci sia stato chi ha clonato sono briciole in confronto al denaro fatto sparire dal criminale friulano tuo amico nel pensiero unico illegale che vi accomuna, è poca cosa che si fa in tutto il mondo.

  5. Maluchiffari 28 giorni fa

    @Aggregazione: tra i fruitori certamente tanti censori dell’illegalità (asserita) di Zamparini. Mi ricordo su europalla tante richieste di link.

  6. Aggregazione galattica lame rotanti 28 giorni fa

    Gli 'sporchi giochi' sono ben altri... Scoperta appena adesso una piattaforma Sky illegale con 11 mila utenti, il gestore nascondeva contante, lingotti e criptomoneta negli scarichi del bagno. Indovinate in quale città.

  7. Blackmamba 28 giorni fa

    Orlando rifletta bene prima di affidare la squadra. La gente in maggioranza è stanca di società e presidenti fantasma che tutto fanno tranne che pensare al palermo, quindi il duo Mirri/Sagramola per iniziare la scalata è l'ideale visti i tempi stretti, almeno sappiamo chi sono e come la pensano, poi in seguito si vedrà. Al contrario QUALSIASI altra soluzione magari con sponsor POLITICI come il VOMITEVOLE soggetto dell'ARS in cambio di qualcosa, sarebbe IMMEDIATAMENTE sgamato dai palermitani, che hanno le scatole piene di questi sporchi giochi.

  8. Rubini 28 giorni fa

    Mirri vs Orlando. Orlando vs Mirri. Dragotto vs Mirri. Dragotto vs Orlando. Mirri, Orlando, Dragotto vs Albanese. =Te beata, gridai, per le felici auree pregne di vita...= Ps Impianti pubblicitari A LED di GRANDI dimensioni. ‘Insistenti da diverse DECINE di anni’? =...lieta dell’aer tuo veste la Luna di luce limpidissima i tuoi colli=

  9. Aggregazione galattica lame rotanti 28 giorni fa

    A Palermo in genere vale la legge della jungla. Quando qualcuno si azzarda a ricordare che esistono regole più civili, si meravigliano tutti e si ripete come un mantra 'si è fatto sempre così'. Vedremo chi avrà ragione in questo caso. Al Palermo comunque non auguro una proprietà palermitana.

  10. AntiZampariniForEver 28 giorni fa

    Avevo scritto un bel commento, ma riflettendo me lo tengo per me...dico solo che questa mossa di Orlando mi puzza MOLTO considerando pure il suo passato di far entrare/stabilizzare gente incapace di svolgere in modo efficiente il loro lavoro...ovviamente tutto ebbe un tornaconto ....

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *