«Carta canta!» Palermo, parla il presidente Albanese - Forza Palermo Calcio Giornale
AI NOSTRI MICROFONI

«Carta canta!» Palermo, parla il
presidente Albanese

«Carta canta!» Palermo, parla il presidente Albanese



Per analizzare il momento in casa Palermo - a pochi giorni dalla sentenza di secondo grado - abbiamo raggiunto telefonicamente il presidente rosanero Alessandro Albanese

Di seguito quanto emerso nella lunga intervista.

 

Sulle motivazioni della Cassazione.

Le motivazioni della Corte di Cassazione avvalorano ancora di più la nostra tesi.

Voglio però ribadire che questa società con la precedente non c’entra niente.

Si parla di responsabilità oggettiva: voglio precisare che nella fattispecie nessuno ha beneficiato di ciò che è successo, soprattutto la nuova proprietà o la squadra. Quindi il requisito dell’oggettività non mi convince e per questo in primo grado di giudizio ci attendevamo un verdetto differente. Inoltre la Cassazione ha ribadito che non vi è stato una colpa così grave da poter giustificare la retrocessione in serie C.

In occasione del secondo grado abbiamo inserito delle motivazioni aggiunte: ripeto, la società è totalmente nuova.

 

Sul retropensiero che ricollega la nuova proprietà alla vecchia.

Con i retropensieri non si emettono verdetti. Forse qualcuno che non conosce le carte può pensare ciò: c’è l’iscrizione alla Camera di Commercio in cui si vede chi è la nuova proprietà, i nuovi amministratori.

Nessuno di loro ha avuto a che fare con la proprietà di allora, ossia la famiglia Zamparini.

Mi sembra tutto alquanto palese e riscontrabile dalle carte, carta canta.

 

Arkus resta a Palermo.

Comunque vada - nel senso che deve andare bene (sorride ndr) - la nuova proprietà resterà a Palermo.

Il Palermo Calcio è stato prelevato in serie B: più volte il dottor Tuttolomondo ha ribadito l’intenzione di rimanere e questo gli fa onore.

 

Che sensazione prova come tifoso?

Lo stesso identico sentimento dei tifosi che in questi giorni hanno testimoniato affetto nonché attaccamento ai colori: trepidazione in attesa di ricevere una buona notizia.

Palermo, i tifosi e tutti noi meritiamo piazze ben diverse rispetto a tutto questo.

 

Infine, realismo più che ottimismo.

Le nostre speranze sono dettate non soltanto dalla passione e dal cuore, ma dalla convinzione di essere nel giusto. Pertanto stiamo andando avanti nelle nostre convinzioni.

Più che ottimismo il mio è un realismo suggerito dalla lettura delle carte. Ovviamente più si va avanti e più ci si rende conto che sarebbe opportuno fare una valutazione a tutto tondo.

Ribadisco: siamo di fronte ad un gioco, infatti si chiama Federazione Italiana Giuoco Calcio.

Questo gioco magnifico che attrae miliardi di persone in tutto il mondo ingloba diversi valori:

la lealtà, la socialità e la passione.

Tutto questo deve essere tenuto in considerazione.

 

IMMAGINE  SIAMO SU INSTAGRAM


 

 






5 commenti

  1. Piero 60 giorni fa

    Se l'appello dovesse ribaltare la sentenza ( mi pare difficile perché già concordata ad alti livelli) , la Lega B potrebbe, in linea con i cambiamenti fatti in corsa, anzichè rifare i playoff in toto , ipotizzare la disputa di una super finale tra la vincente playoff attuali ed il Palermo. Comunque ripeto la vedo dura....

  2. rosario 60 giorni fa

    @Tino scusa naso posso dirti che uno come Albanese tra a far rifare i playoff e prendersi una decina di milioni di risarcimento...sono sicuro che sceglierebbe la seconda ipotesi.

  3. Hanno passato il limite della decenza 60 giorni fa

    Non c è più una sola ragione valida per non riammettere il Palermo ai play off. Ogni diversa decisione va denunciata e sarà fonte di responsabilità organica è risarcimenti milionari.

  4. beddamatri 60 giorni fa

    come ho sempre detto questo tipo di operazioni sono normali nel mondo della finanza quindi secondo me zamparini nn ha giocato in malafede portando a credito del palermo i 40 milioni che doveva dare mepal ,.,,,, ma sappiamo pure che da anni c'è chi sta facendo una guerra a palermo e al palermo .... meno male che la cassazione ha messo fine a questa buffonata e adesso speriamo in meglio anche se nelle sedi della federcalcio di nemici il palermo ne ha a iosa

  5. tino 60 giorni fa

    per favore chiedete al DOTT. ALBANESE se il PALERMO chiedera' di rifare i play-off ed i caso contrario risarcimento milionario grazie

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *