PARLIAMONE

Calciomercato Palermo: Lafferty,
sì a Caracoli. Crimi, per ora no

Calciomercato Palermo: Lafferty, sì a Caracoli. Crimi, per ora no



Il mercato comincia a entrare nel vivo. In realtà più dal punto di vista cronologico che della sostanza. Sul fronte Palermo sono tanti i nomi decantati - da radio mercato poiché la società per scelta non lascia trapelare alcunché - ma di contratti e firme neanche la minima ombra. Quindi? Tutto secondo la previsione: non sarà un mercato da mille e una notte, ipse dixit. Piuttosto è una campagna acquisti che si racconta attraverso delle nostalgiche suggestioni. L'ultima in ordine di tempo è quella di Kyle Lafferty. In realtà non una novità visto che il tormentone nordirlandese ha scandito la scorsa estate pallonara, è sempre un evergreen. Il quarantacinque giri della passione si riattiva oltre lo Stretto dove l'attaccante ha risolto consensualmente il contratto - biennale fino al giugno del 2022 - salutando la società amaranto che sborsa "soltanto" cinquanta mila euro per la buonuscita.

 

Palermo? No, NO et NO. Per carità, fosse per noi sarebbe pronta l'attesa in quel di Caracoli per portarlo direttamente in Viale del Fante, ma realisticamente il futuro di Lafferty sembra essere lontano dall'Italia. Chiuso il capitolo del "quanto sarebbe se...", torniamo con i piedi per terra. Se apporti un intervento è alquanto palese che deve essere fatto per un calciatore di qualità eccelsa, comprare tanto per farlo non ha alcuna logica. La qualità - non è finita sarebbe troppo facile - deve coniugarsi con l'aspetto economico dell'operazione.

 

Come dite? Sono chiacchiere, solita canzoncina retorica per non dire niente. Può darsi, ma secondo chi scrive un intervento in mezzo al campo andrebbe fatto, soprattutto se il tecnico Boscaglia inizia, come sembra, a varare il centrocampo a tre. In quel caso solamente cinque centrali di ruolo diventano esigui, ecco perché un centrocampista ce lo aspettiamo. Radio mercato ha sussurrato il nome di Marco Crimi, sedotto e abbandonato in estate, ma allo stato attuale non risulta alcuna trattativa concreta. Tuttavia, visto l'interesse pregresso basterebbe poco per riaccendere la fiamma. Come sempre sarà l'ultima settimana di questo freddo gennaio a dare qualche brivido in più - magari proprio con un centrocampista - sperando che non sia di freddo.


 

NEWS DI GIORNATA

 

«GIRONE DI ANDATA INSODDISFACENTE. LA C UN CAMPIONATO DIFFICILE»

 

PALERMO, LA POLTRONA DI REGISTA A PALAZZI

 

PALERMO, A GONFIARE LA RETE CI PENSA LA LINEA GIOVANE 

 

PALERMO-VIRTUS FRANCAVILLA: DECISO L'ARBITRO DEL MATCH

 

GIUDICE SPORTIVO: RAUTI E PALAZZI ENTRANO IN DIFFIDA

 





2 commenti

  1. Nautilus 6 giorni fa

    'Sono chiacchiere, solita canzoncina retorica per non dire niente.' Siete incredibili, ve lo scrivete da soli che vi inventate notizie che non esistono. Un insulto all'intelligenza dei lettori. Infatti...sempre meno.

  2. noitifosidelpalermo.jimdo 7 giorni fa

    Mirri e Sagramola dove sono? Hanno paura di ricevere domande sul mercato? Prima di comprare devono vendere perchè ce la regola dei 24 giocatori in rosa, ormai la frittata l'anno fatta in estate, mancano gli attaccanti, facciamo pochi gol. Hanno puntato tutto su Saraniti e Lucca e adesso ne stiamo pagando le conseguenza. Anche gli esterni d'attacco stanno deludendo, non segnano mai. Se vogliamo andare in serie B il parco attaccanti è quasi tutto da rifare.

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *