Un buon medico... per l'eutanasia - Forza Palermo Calcio Giornale
BASTA SPERANZE

Un buon medico...
per l'eutanasia

Un buon medico... per l'eutanasia



 

C’è davvero, davvero poco da dire. Il Palermo ricomincerà dalla Serie D. Basta proclami, basta false speranze, basta illusioni: le parole del presidente della Lega B Mauro Balata e di quello della FIGC Gabriele Gravina suonano come una sentenza ormai quasi definitiva, come una scure pronta a cascare sul collo di un “bandito”. Bandito perché, di fatto, Palermo intesa come piazza non ha fatto nulla per meritarsi questo: immaginate di trovarvi in una cittadina medievale, con un ladro di cavalli che fugge e le guardie del re che, per chiudere i conti, trovano un capro espiatorio. Metafora forzata, certo, ma più che mai calzante seppur con le giuste misure.

 

La famiglia Tuttolomondo è stata truffata? Forse sì, o forse no. Non fermiamoci a parlare dei se e dei ma, però, parliamo piuttosto di fatti: i fatti che sono sempre stati cari a questa società, che ha sempre detto di supportare le proprie parole con delle azioni. Per cui, limitiamoci a fare un elenco di cose che la società ha garantito di aver già fatto o di essere pronta a fare.



• Sono stati saldati dei debiti con dei piccoli creditori? Probabilmente sì, stando anche a quanto filtrato nelle scorse settimane.
• La fideiussione per l’iscrizione al campionato di Serie B è stata versata entro i tempi stabiliti dalla Lega Serie B? No.
• L’ultima trimestralità degli stipendi dei calciatori è stata saldata? No.



Che quest’ultima voce rappresenti una sorta di tutela per il gruppo Arkus, in realtà, conta poco: perché, di fatto, anche questo rappresenta uno di quei fattori che non permetterà, ripetiamo non permetterà, al Palermo di disputare il prossimo campionato di Serie B 2019/2020.

 

Quindi, per piacere: smettetela, smettiamola di alimentare speranze di un possibile futuro in B, o di un ancor più utopistico contentino in C che sarebbe probabilmente cosa ancor più improbabile - a meno che l’imprenditore di turno non rilevi il titolo sportivo di una squadra di terza serie e lo trasformi nel nuovo Palermo – in questo labirinto che, purtroppo, ha un’unica possibile uscita.

 

Per cui basta messaggi, basta controrisposte, basta torcere un coltello su una piaga già fatale e che porterà verso la scomparsa del calcio palermitano tra i professionisti, almeno per un anno. Sorgono alle mente le parole dell’ormai prossimo ex nuovo DG Fabrizio Lucchesi, che imbeccato durante la conferenza stampa di presentazione di Arkus riguardo alle recenti esperienze in piazze ad un passo dal tracollo – vedi Latina, vedi Pisa dell’era Petrone, vedi Lucchese – si definì un buon medico. Un medico che, di fatto, ha accompagnato l’ultimo Palermo verso l’eutanasia, portandosi però dietro anni di gestione dissennata e che portano nomi e cognomi diversi dai loro. Perché chi ha portato il club rosanero ad accumulare tutte queste pendenze, ricordiamo, dovrà rispondere di quanto fatto alle autorità competenti.

 

Ognuno, però, ha fatto la sua parte. Anche i tifosi dovranno farsi un esame di coscienza: anche loro, e non parliamo dei 5-6mila sempre presenti al Barbera, potevano e dovevano fare di più. Anche noi operatori dell’informazione, forse, potevamo e dovevamo fare di più.

 

Adesso, però, l’aquila si trasformerà ben presto in un’araba fenice, e tutti noi dovremo necessariamente dare un contributo che, volente o nolente, rappresenterà uno snodo cruciale per il futuro prossimo del nuovo Palermo tanto quanto l’operato della prossima proprietà, che ci traghetterà a partire dall’inferno dei dilettanti.

 

Massimiliano Rincione


IMMAGINE  SIAMO SU INSTAGRAM


 

 

Palermo, un tesoretto
destinato a svanire

 

Palermo, Mirri:
«Sono pronto»

 

IL DURISSIMO COMUNICATO 
DI SPORTING NETWORK

 

Dimissioni, Palermo e
York. Parla Macaione






8 commenti

  1. Yes 20 giorni fa

    Fate schifo.

  2. Aggregazione galattica lame rotanti 20 giorni fa

    maiuscolo è bello, pensiamo in grande

  3. Aquilotto 21 giorni fa

    VOI GIORNALISTI DI TUTTI I QUOTIDIANI CARTACEI ED ON LINE AVETE DATO POSSIBILITÀ DI PAROLA ALLO SCONCIO IMBROGLIONE DOMICILIATO FINO ALLA FINE DELLA SUA LIBERTÀ , DA ANNI DICEVO CHE BISOGNAVA ISOLARLO E NON CONSIDERARLO PERCHÉ DURANTE LE VARIE INTERVISTE DICEVA SOLO BUGIE , BALLE CHE OFFENDEVANO E UMILIAVANO LA DIGNITÀ DEI TIFOSI PALERMITANI , TUTTO CIÒ HA UCCISO LA PASSIONE DI UN POPOLO ,CREANDO PURE UNA SPACCATURA TRA CHI DISERTAVA IL BARBERA E QUEI POCHI CHE INVECE ANDAVANO ALLO STADIO PER SEGUIRE LA zamparinese

  4. Luca 21 giorni fa

    Quel forse riferito alle colpe di VOI operatori giornalistici è la macchia di questo articolo. Siete e rimarrete tra i principali artefici di quanto successo al Palermo, con le vostre NON domande, con le vostre MANCATE RICERCHE sull'operato di Zamparini e la compiacenza mostrata tutte le volte che ve lo trovavate davanti. Gli unici incolpevoli e le uniche vittime di tutta questa storia siamo NOI TIFOSI, scrivetelo a chiare lettere, SEMPRE, altrimenti ogni altra vostra considerazione sarà priva di buona fede.

  5. maga di vergiate 21 giorni fa

    ma se tutti voi giornslisti ridavate alle conferenze del friulo domiciliato vi siete ammuccati sceicchi,cinesi,baccaglini,facile,platt,richandson,belli e li intervistavate pure e parlate di colpe dei tifosi?? dovreste fare 100 anni di meditazione e autocritica per espiare le vostre colpe

  6. Francesco 70 21 giorni fa

    Già.Adesso dopo avere toccato il fondo,non si può che risalire.Perfavore dimentichiamo in fretta tutti questi orrendi faccendieri e truffatori.Adesso è il momento di affidarci a mani sicure,a persone perbene che veramente hanno a cuore le sorti dei nostri amati colori.I danni sono enormi,anche per voi che fate giornalismo e vivete intorno al Palermo calcio.In serie D,non ci sarà più l'appeal rispetto alle serie che contano,ma nessuno deve mollare,nemmeno un centimetro.Io sto con Dario Mirri,lo ritengo affidabile come imprenditore e uomo simbolo del nuovo corso targato Palermo...

  7. ELEPHANT MAN 21 giorni fa

    piú pubblicate questa foto, più rovinate la digestione e bastaaaaa

  8. Enrico 21 giorni fa

    ANCHE TU PROCLAMI CAVOLATE,CORRETE VEL9CEMENTE,SI VEDRA' NON SONO ILLUSO SONO SAGGIO,QUELLO CHE MANCA A VOI

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *