Palermo, progetti e Mirri. Parla Sagramola - Forza Palermo Calcio Giornale
INTERVISTA

Palermo, progetti e Mirri
Parla Sagramola

Palermo, progetti e Mirri. Parla Sagramola



 

 

In attesa del 12 luglio, giorno in cui si saprà con certezza se il Palermo è iscritto o no al prossimo campionato di Serie B, c'è già chi mostra interesse nei confronti della società rosanero in caso di ripartenza dalla Serie D.

 

Tra gli interessati ad acquisire la società rosanero in caso di Serie D, oltre a Massimo Ferrero, anche il duo Dario Mirri-Rinaldo Sagramola. Quest’ultimo, ex dirigente del Palermo, è intervenuto durante la trasmissione “Zona Vostra” in onda su TRM:

 

«Il mio stato d'animo? C’è grande dispiacere vedendo ciò che sta accadendo. Lo vivo male. Con un po' disagio. Ho avuto la fortuna di essere a Palermo dal 2004 al 2012, nei suoi anni migliori. Andai via nel momento in cui il presidente cominciò a togliere l'attenzione dal Palermo»

 

L’ADDIO

«Andai alla Sampdoria e l'anno dopo il Palermo andò in B. Non riuscirono più a gestire la società. È mancata una stabilizzazione societaria a livello societario, non solo per quanto riguarda gli allenatori».

 

SITUAZIONE

«Naturalmente con un briciolo di consapevolezza e meno arroganza, il percorso poteva essere migliore per salvaguardare la società. York è stata esclusa da Arkus. L'uscita di Macione (“Arkus 1 e York 0”, ndr) fu infelice. Arkus aveva accettato le condizioni anche in merito ad Alyssa».

 

MIRRI

«Mirri è un caro amico. Abbiamo vissuto insieme la vicenda sull'opzione d'acquisto della società. Lui sta lavorando ad un progetto ambizioso per la società. Lui ha già dichiarato il suo interessa al Sindaco in caso di Serie D del Palermo. Ha dimostrato – continua – a febbraio di volere il bene di questa società. Un aiuto che potrebbe essere vano alla luce dei fatti attuali. Lui si mette in prima fila. In attesa di capire se potrà essere lui la scelta di Orlando».

 

PROPOSTA PER IL SINDACO

«Progetto da presentare al sindaco? Sarà il sindaco a stabilire i requisiti che bisogna avere per presentare la propria candidatura. In questa fase, dato che si parla di progettualità triennale, le forze ci sono già. Da quanto è emerso, la proposta deve essere inclusiva, con una quota destinata all'azionariato popolare. Si può essere aperti a qualsiasi intervento. Per portare la squadra in Serie B non è necessario uno sceicco».

 

DIPENDENTI PALERMO

«Io penso che oltre all'obbligo morale, c'è da tenere in conto che non si può ripartire con un budget da Serie A. Una struttura di Serie D deve essere snella ed efficiente. Il Palermo deve risalire al più presto ai livelli che gli competono. Palermo deve tornare al più presto a confrontarsi con gli avversari che merita, con tutto il rispetto per la Serie B. Il Parma? È stato bravissimo a ripartire e anche fortunato (ride, ndr). Tanto di cappello. L'esempio di Parma è centrato».

 

IMMAGINE  SIAMO SU INSTAGRAM


 

Palermo, inizia la
settimana più lunga

 

Palermo, c'è chi pensa
al futuro

 

Palermo, Sporting Network. 
Comunicato Ufficiale

 

Ferrero: «Da mesi sono
in contatto con Mirri»

 






14 commenti

  1. Rubini 18 giorni fa

    L'unica cosa che mi sembrava chiara era la figura di Mirri, in mezzo a tanta confusione. Insomma, tre milioni e mezzo stracciati, poi la delusione di ritrovarsi solo dopo il vano tentativo di salvataggio ('Palermo, il gioco dell'Oca!!'). Immaginavo un uomo deluso e definitivamente in ritirata, anche se con il massimo degli onori. Ora non so, l'unica spiegazione possibile è che quella cifra sia per lui come (per me) una moneta da due Euro. Che cerco tra le tasche, ma se non la trovo, penso di averla smarrita e mi rassegno subito.

  2. Maluchiffari 18 giorni fa

    Piero e Daniele Anti Truffa, attenzione! Non erano le mie parole, né il mio pensiero. Ho solo riportato quanto scritto da Blackmamba ed ammirato il nonsense iperbolico del nostro amico rosanero!

  3. Il Moro 18 giorni fa

    Blackmamba magari hai ragione tu ma questa volta perdona nn sono d'accordo su mirri, appunto come si può esser cosi ingenui..? O e cosi oppure io stesso nn so darmi una chiave di lettura, non di meno se nn faceva quella fesseria dopo che la combriccola del friuli aveva con una telefonata fatto saltare Follieri ERGO NON VOLEVA MOLLARE L'OSSO, il Palermo sarebbe fallito sarebbe andato a febbraio in amministrazione controllata oggi probabilmente ci sarebbe un nuovo acquirente titolo sportivo salvo ecc e non si sarebbe dato IL TEMPO di organizzare il film arkus

  4. Jack 18 giorni fa

    Blackbamba, la D si vince facile ma la Lega Pro é un vero inferno (negli anni 90 il Palermo impiegó svariati anni prima di arrivare in B). Questo fallimento peserà moltissimo e a lungo

  5. SITO DI SCIENZIATI 18 giorni fa

    ma vi rendete conto che Ferrero ha gli stessi capi di imputazione di Zamparini (processo iniziax20 settembre) volete Foschi che mischino é a Vergiate a chiancere u morto ha avallato tutte le follie del mitomane vi manca solo che rimpiangete DANIELA

  6. Daniele anti truffa 18 giorni fa

    incomincio a pensare che ci sia qualche infiltrato catanese o qualche malato mentale. Mettere in dubbio le qualità imprenditoriali di uno come Mirri è da idioti o in malafede. Anchio penso che non si scherza con il denaro e doveva essere piu accorto, ma rimane l'uomo giusto.

  7. Piero 18 giorni fa

    @Maluchiffari ti rispondo io ca sugnu un genio. Tu sei degno di zamparini, tuttolomondo e tutti i dementi che ancora pensate allo schifo che avete contribuito a creare proteggendo sta gente. Fate vomitare!! Mirri e Sagramola sono le persone giuste dopo i tuoi amici che mi spiace per te non rivedrai mai piu, compreso il friulano, e io godo.

  8. Maluchiffari 19 giorni fa

    Scusami, Blackmamba, secondo te uno che (uso le tue parole) ingenuamente ha gettato via quasi tre milioni sarebbe ipso facto l'uomo giusto per la rinascita dopo un fallimento? Puro dadaismo! Sei un genio!

  9. giuseppe 19 giorni fa

    Occorre fare in fretta, prendiamo Foschi come Direttore Sportivo (lui lo sa fare veramente bene) Sagramola Direttore Generale , e Mirri Ferrero insieme in Società, così avremmo una dirigenza forte e competente con una presidenza forte economicamente, solo in questo modo possiamo ripartire alla grande.

  10. Blackmamba 19 giorni fa

    Avete dimenticato una cosa MOLTO IMPORTANTE che ha detto Sagramola, che il Palermo non dovrà essere seconda squadra di nessuno. Che una piazza come la nostra sia sotto De laurentis di turno neanche a parlarne, sarebbe solo offensivo. Per ripartire dalla D e vincere il campionato bastano poche forze, e fino alla B l'imprenditoria palermitana può farcela. Uno come Mirri che ingenuamente ha gettato via quasi tre milioni per questa gentaglia, è l'uomo giusto per capitanare la rinascita.

  11. noitifosidelpalermo.jimdo 19 giorni fa

    Serve subito un direttore sportivo per ricostruire la squadra, chiamate Foschi. Mirri presidente, Sagramola direttore generale e Foschi direttore sportivo.

  12. Aggregazione galattica lame rotanti 19 giorni fa

    Attendiamo con ansia una durissima diffida(-si) della proprietà nei confronti di Sagramola. Noi conclamiamo la ripetizione di Frosinone-Palermo, da giocare, per motivi di opportunità e ordine pubblico, senza alcun pallone in campo e con buona pace di tutti. I calciatori facinorosi saranno trascinati a forza a un corso accelerato su Onore e Patria, tenuto da Roberto Fiore

  13. Zio Tibia 19 giorni fa

    Massimo rispetto per Mirri e Sagramola ma per fare calcio a certi livelli servono i soldi...... Ferrero, non lo amo, ma a Genova sta facendo veramente bene, ed ahimè preferisco il viperetta.....

  14. Tony 19 giorni fa

    Come non ricordare la spocchia di quella conferenza per sminuire York...ora fanno tutti finta di niente. Casualmente le condizioni del domiciliato per vendere le accettano tutti quelli che non pagano.

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *