LA SITUAZIONE

REPUBBLICA - Palermo: mercato
senza colpi

REPUBBLICA - Palermo: mercato senza colpi

Sarà un mercato senza colpi quello che si prospetta in casa Palermo. Secondo quanto riferito stamane da La Repubblica pare essere questa la linea intrapresa da Viale del Fante. Quindi squadra che dovrebbe rimanere intatta.

 

Il quotidiano si sofferma sulla reazione della piazza, con i tifosi che attraverso i social esprimono il loro malcontento proprio per un mercato che si prevede sensa alcun colpo in entrata. C'è chi sottolinea la portata biennale del progetto, predicando pazienza.

 

La rosa - conclude il quotidiano - quasi certamente sarà confermata integralmente. Ma - contrariamente a quanto successo nella prima fase della stagione - dovrà dimostrare di essere all'altezza per tutto il girone di ritorno, visto che nella prima parte il poco tempo a disposizione e l'emergenza Covid possono essere considerate delle attenuanti. 


 

NEWS DI GIORNATA

 

GRAZIE TONY

 

REPUBBLICA - PALERMO: MERCATO SENZA COLPI

 

GDS - PALERMO, MERCATO: NESSUNA RIVOLUZIONE

 

BARBERA: CONCESSIONE, PRIMA OFFERTA PALERMO LONTANA





3 commenti

  1. Attilio Celano 22 giorni fa

    Resto dell'idea che la colpa di tutta questa faccenda sia da attribuire alla sconsiderata idea del sindaco Orlando, di mettere la società nelle mani a persone che non hanno quella forza economica tale da permettere alla squadra di arrivare, almeno, in serie B. Per questo motivo io sostengo la teoria che questo connubio tra Hera Hora e Palermo è stato reso possibile per permettere al signor Mirri di essere rimborsato, in parte, dell'esborso di circa 4 milioni di euro per la vecchia società. Ci vorrebbero far credere che gli altri pretendenti, che erano in corsa, non avevano i requisiti giusti

  2. Bugia 22 giorni fa

    infatti, anche il real si sta ridimensionando, no, dico, tanto per fare un esempio...

  3. Palermoforever? 23 giorni fa

    E finiamola con l'attenuante Covid! Tutte le società hanno avuto ed hanno lo stesso problema! Piuttosto c'è da dire che alcune società si sono mosse in una certa maniera e altre in modo diverso. Dipende da chi sta al vertice ... Dipende sempre dagli uomini, dalla loro testa e dalle risorse che vogliono o possono destinare a questo s***o. Certo è che in un mondo che, cmq, va avanti, lo restare fermi al palo equivale ad andare indietro.

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *