«Può ancora commettere reati». Niente libertà per Zamparini - Forza Palermo Calcio Giornale
PROCESSO

«Può ancora commettere reati»
Niente libertà per Zamparini

«Può ancora commettere reati». Niente libertà per Zamparini



 

Maurizio Zamparini resta ai domiciliari.

 

«Ci aveva riprovato, ma il tribunale di Palermo gli ha risposto picche: niente ritorno in libertà per Maurizio Zamparini, ma anzi un processo che dovrà marciare rapidamente, visto che l’unico imputato è e perora resta- ai domiciliari, per i quali ci sono termini di decorrenza brevi» scrive il Giornale di Sicilia oggi in edicola.

 

Il dibattimento è iniziato ieri, ma la prossima settimana è attesa la prossima udienza davanti alla quarta sezione con i primi testimoni dell’accusa, verosimilmente finanzieri del Nucleo di polizia economico-finanziaria.

 

«Zamparini ha già fatto ricorso al tribunale, in sede di appello, e spera di poter lasciare comunque la sua abitazione di Aiello del Friuli, dove è costretto a rimanere dal 24 gennaio, dopo che la Cassazione aveva confermato la misura cautelare imposta nel capoluogo siciliano. I punti su cui il collegio presieduto da Bruno Fasciana ha battuto, per respingere la nuova istanza difensiva, sono sostanzialmente gli stessi che il 28 febbraio avevano indotto il Gip Gioacchino Scaduto a dire di no alla primissima richiesta di revoca dei domiciliari, presentata dall’ex patron rosanero, imputato di false comunicazioni alla Covisoc e di falsi nei bilanci 2014, 2015 e2016».

 

Di fatto, sottolineano i giudici, sussistono tuttora le esigenze cautelari, poiché, nel momento in cui la difesa aveva chiesto la remissione in libertà dopo l’emissione del decreto di giudizio immediato, «esisteva ancora la possibilità di «retrocessione» delle azioni al vecchio proprietario, cioè allo stesso Zamparini. Cosa che giustificherebbe in pieno il pericolo di reiterazione del reato, che poi è l’esigenza principale che tiene l’ex presidente del club agli arresti in casa».

 






5 commenti

  1. Rubini 17 giorni fa

    @Massimiliano. Anche di spigola, bollita, con la maionese.

  2. Rubini 17 giorni fa

    Scusate, Redazione, quando pubblicate i commenti? Mi ha contattato Renato Marcocci, è furioso!

  3. AntiZampariniForEver 17 giorni fa

    Che la giustizia faccia il proprio corso e come spero sia fatta giustifizia e gli venga data la giusta pena!!!

  4. Massimiliano 17 giorni fa

    Che buttino le chiavi del carcere nella fossa della Marianne.il problema è che questo Tizio passerà una prigionia d'orata

  5. Rubini 17 giorni fa

    ''Don Maurì, voi calcisticamente, io ve lo giuro, sarebbe ‘nu santo ma ‘ca dinto voi state a pagà e fora chiss'atre sa stanno a spassà'' . Ps 'Sbatti il mostro in prima pagina'.

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *