Il giorno della verità: il Palermo prova ad evitare la Serie C - Forza Palermo Calcio Giornale
GIORNALE DI SICILIA

Il giorno della verità: il
Palermo prova ad evitare la C

Il giorno della verità: il Palermo prova ad evitare la Serie C



 

È il giorno della verità.

 

Il team difensivo del Palermo si presenterà questo pomeriggio nuovamente alla Corte Federale dove si terrà l’udienza per decidere il futuro del club rosanero.

 

Play-off, penalizzazione ma Serie B o Serie C: questi i tre scenari che si potrebbero presentare con la sentenza che, secondo quanto scritto sul Giornale di Sicilia, dovrebbe arrivare già oggi.

 

Il Palermo torna dunque nuovamente a Roma il 29 maggio, data in cui otto anni fa si giocò la Finale di Coppa Italia contro l’Inter.

 

I legali del club di Viale del Fante hanno inserito nella propria memoria difensiva argomenti già pronti giovedì scorso e nuovi punti a favore: i casi di Chievo e Foggia, ma anche di altre squadre che hanno operato la cessione del marchio e relative plusvalenze.

 

Questo pomeriggio si punterà anche sulla solidità economica della nuova proprietà rosanero, ma soprattutto sulla sentenza della Cassazione che ha ritenuto non fittizia l’operazione Mepal-Alyssa.  

 

La Procura Federale d’altra parte punterà su un’altra sentenza della Cassazione: la conferma degli arresti domiciliari nei confronti di Maurizio Zamparini; la Procura ha inoltre presentato un ricorso per processare proprio l’ex Patron.  

 

Oggi dunque si decide il futuro del Palermo.


IMMAGINE  SIAMO SU INSTAGRAM


 

ALTRI ARTICOLI

 

🔴 LIVE - I tifosi andranno a Roma?

 

Palermo, «la sentenza della Corte Federale?» Binda risponde

 

«Totale dispregio delle leggi» MZ ai domiciliari, ecco perché

 

Lega di B: Consiglio direttivo convocato per il 30 maggio

 

Lettera Sig.ra Zamparini, il comunicato del Palermo






4 commenti

  1. Fidatevi 87 giorni fa

    Siamo salvi

  2. Aggregazione galattica lame rotanti 87 giorni fa

    Non è affatto palese che Zamparini abbia agito in modo scorretto. Alcuni tifosi palermitani scambiano il suo progressivo disimpegno finanziario con un comportamento criminale. La questione sarà chiarita nelle aule dei tribunali, probabilmente con grande sorpresa e disappunto dei tifosi tuttologi.

  3. Uno, Nessuno e Centomila 87 giorni fa

    Analizzeremo anche questa sentenza e, se ravviseremo in essa (come nelle decisioni che l'hanno preceduta) elementi di reato, procederemo per via penale. E questa non è una minaccia, ma una promessa ...

  4. rosario 87 giorni fa

    Ancora ci chiediamo se è tutto lecito? E' palese che quello che ha fatto non è corretto il punto invece è ma si danno 63 punti di penalizzazione in questi casi? Se la vicenda Chievo è praticamente la stessa come mai a loro 3 miseri punti e a noi 21 punti per anno incriminato poi la covisoc che cosa ci sta a fare? Non si era detto che dopo Parma si sarebbero intensificati i controlli ma allora come mai questi illustri esperti hano dato ben 3 pareri? In sostanza il Palermo può salvare la categoria solo se effettivamente emettono una sentenza giusta.

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *