CENTROCAMPO

Palermo, con il rientro di
Chochev è ballottaggio in mezzo

Palermo, con il rientro di Chochev è ballottaggio in mezzo



 

Il Palermo comanda la classifica di Serie B con una partita in meno rispetto a molte squadre in lotta per la promozione, e con l'arrivo di Stellone la compagine rosanero viaggia con una media punti altissima mostrando carattere, grinta e gioco votato all'attacco continuo.

L'unico neo che si può trovare in questa prima fase di campionato esaltante dall'arrivo del nuovo tecnico è la carenza di uomini a centrocampo, soprattutto dovuta all'assenza prolungata di Chochev che ha ridotto gli effettivi in mediana a soli 4 uomini.

Haas, Jajalo, Murawski e Fiordilino sono stati finora gli unici giocatori disponibili in mezzo al campo, ma con il ritorno del bulgaro e la sosta per le nazionali Stellone si ritrova con anche questo reparto al completo. 

 

Fino a questo momento, considerati i cambi continui sia di moduli che di interpreti da parte del tecnico rosanero, Mato Jajalo è stato costretto a fare gli straordinari per ovviare alle carenze di uomini a centrocampo. Come scrive oggi il Giornale di Sicilia: «Il bosniaco non ha saltato un minuto di gioco e probabilmente continuerà a non farlo, data l'assenza di un vero regista in questa squadra, ma adesso Stellone ha tutte le alternative pronte e può ragionare nell'ottica di un "riposo" pure per lo stakanovista del Palermo, l'unico a non aver mai preso posto in panchina in tutte le gare di campionato (solo una saltata per squalifica, a Salerno)».


LEGGI:

 

→ SERIE B, IL VALORE DELLE ROSE: PALERMO AL PRIMO POSTO

 

→ MERCATO: FOSCHI VUOLE TRATTENERE HAAS, RISPUNTA PESSINA

 

→ DA ESUBERO A CERTEZZA: BELLUSCI SI RISCOPRE JOLLY DIFENSIVO


 

Tutto dipende sostanzialmente dal vestito tattico che verrà utilizzato nelle prossime partite, e per far rifiatare Jajalo l'allenatore rosanero potrebbe optare per una mediana a due come quella vista nell'ultimo match contro il Pescara. Tuttavia i due interpreti migliori per giocare in questo modo sono Haas e proprio il bosniaco, che con il loro dinamismo e le abilità di impostazione di quest'ultimo garantiscono il giusto equilibrio in mezzo al campo, al contrario invece di Murawski, Fiordilino e Chochev che per la loro abilità nei movimenti senza palla e finalizzazione sono più adatti ad un modulo a tre centrocampisti.

 

Con il ritorno del bulgaro Stellone potrebbe quindi ritornare ad utilizzare la mediana a tre, con l'imprescindibile Jajalo in mezzo e ballottaggio aperto per gli altri due posti disponibili. Al momento a partire in leggero vantaggio sarebbero Murawski e Chochev, con Fiordilino ed Haas pronti ad entrare a partita in corso o a far rifiatare uno dei tre prima citati, ma il numero 18 rosanero, dopo aver esordito negli ultimi minuti contro il Pescara, deve adesso ritrovare il ritmo partita e per questo la sosta delle nazionali potrebbe essere di grande aiuto. Centrocampo a tre o a due: considerando che il tecnico romano ha lasciato chiaramente intendere che non rinuncerà al trequartista dietro le due punte, le mosse per affrontare il Verona nel prossimo match partiranno da questo quesito e, per la prima volta, con tutti gli uomini in mediana a disposizione.






Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *