E domenica si gioca? Così il campionato non finirà mai

E domenica si gioca? Così il campionato non finirà mai

Il presidente della Lega Pro, Francesco Ghirelli, dice che il rinvio di Palermo-Turris si è reso necessario dal momento che l'Asl ha rilevato la presenza di "un cluster nella squadra del Palermo", ovvero la presenza di più casi Covid correlati per spazio (la squadra) e tempo (tra martedì e mercoledì).

 

Per questo motivo tutti i calciatori, nonché i componenti del gruppo squadra, insomma tutti i contatti diretti, una volta registrata la positività di alcuni compagni hanno l'obbligo immediato di isolamento.

 

Si innesca, altrettanto immediata, una domanda: ha senso un isolamento di pochissimi giorni a partire dalla rilevazione dei positivi in squadra? Nel caso specifico, ha senso una quarantena di tre giorni? E dunque per il Palermo sarà possibile partire verso Catanzaro sabato pomeriggio (o al più tardi domenica mattina)?

 

Al di là delle domande, a cui a questo punto solo l'Asl potrà rispondere, emerge con forza una considerazione: il protocollo non è efficace, o quantomeno, dal momento che la sua applicazione differisce evidentemente tra la Serie A e la C, non trova uguale efficacia tra le diverse categorie.

 

E poi c'è una certezza: così portare a termine il campionato sarà un'impresa. Che il soggetto sia il Palermo o un'altra squadra, il rischio altissimo è di compromettere, se non falsare, il regolare prosieguo della stagione.


NEWS DI GIORNATA

 

RINVIO PALERMO-TURRIS, GHIRELLI: «NON AVEVAMO ALTERNATIVE»

 

PALERMO-TURRIS RINVIATA. IL COMUNICATO

 

LEGA PRO: PALERMO-TURRIS RINVIATA. IL COMUNICATO

 

PRIMICILE (DS TURRIS): «VERGOGNOSO QUANTO SUCCESSO»

 

SERIE C, GIRONE C: TRACOLLO CATANIA, PAREGGIO PER IL BARI