PALERMO-AVELLINO

Un passo avanti e due indietro:
brutta la prima al Barbera

Un passo avanti e due indietro: brutta la prima al Barbera



Si cercava continuità ma questa, purtroppo non è arrivata.
Il Palermo esce battuto dall’Avellino tra le mura amiche del “Renzo Barbera”, battezzando nel peggiore nei modi l’esordio casalingo di questo campionato di Serie C e facendo passi indietro rispetto all’ultima partita contro la Ternana.

 

I rosa ripropongono un 3-5-2 leggermente diverso dl punto di vista tattico rispetto al match di Terni. Tre i cambi rispetto alla formazione vista mercoledì dopo l’uscita dal campo di Palazzi: Accardi prende il posto di Marconi per un forfait nel riscaldamento pre-partita, a centrocampo esordio di Luperini al posto di Martin e in attacco Lucca preferito a Saraniti come partner di Rauti.

 

Proprio la posizione di quest’ultimo è la differenza tattica, leggermente arretrato a fare la seconda punta con il supporto delle mezzali Luperini e Broh a pressare alti per interrompere la manovra sul nascere. Da subito si palesano i soliti problemi di costruzione della manovra offensiva, sempre sterile arrivati sulla trequarti avversaria e incapaci di creare reali occasioni da gol pericolose. La rete al 20’ di D’Angelo è frutto di un errore di comprensione fra Doda ed Odjer che lasciano il giocatore libero di colpire al volo in area. Dopo la rete la reazione del Palermo si vede, per via anche della sostituzione del più offensivo Kanoute al posto del claudicante Doda, ma appare sempre abbastanza timida arrivati sulla trequarti dei bianconeri, che non producono più nulla a livello offensivo ma non subiscono comunque pericoli significativi.

 

Pronti-via e ad inizio ripresa arriva subito il raddoppio dell’Avellino con il nuovo arrivato Fella: l’ex Monopoli approfitta di un’altra incomprensione stavolta fra Kanoute e Lancini, che di fatto vanno quasi a scontrarsi lasciando la possibilità al giocatore irpino di involarsi e concludere a giro alle spalle di Pelagotti. Il secondo gol degli ospiti taglia di fatto le gambe ad un Palermo che cambia senza successo tutto il versante offensivo inserendo Santana, Saraniti e Silipo per Odjer, Lucca e Rauti. Poco, pochissimo da parte dei rosa che mostrano oggettivamente una sorta di crisi di identità e una mancanza di comprensione fra i giocatori, che a tratti sembrano non conoscersi completamente.

 

Dopo il passo in avanti ottenuto a Terni arrivano due passi indietro per la squadra di Boscaglia, che ad oggi mostra chiaramente delle difficoltà ad impensierire gli avversari lì davanti e se arrivano gli errori individuali la frittata è fatta. La pericolosità offensiva dei rosa è praticamente nulla e il punto in tre partite parla chiaro: serve assolutamente un cambio di rotta.






15 commenti

  1. Tifoso 47 giorni fa

    Ma davvero qualcuno si illude che sbraitando e offendendo la società di risolvano i problemi ? Ripetere Mirri vattene ma a che serve ? Dove ? Come quando si diceva Zamparini. A cosa è servito ? A una beneamata. Mille volte abbiamo detto che siamo una matricola con 9 undicesimi nuovi e del gruppo della D non è rimasto nessuno e in pienissimo covid. Pensate che Boscaglia possa fare miracoli ? Nessun allenatore può. E per finire: servivano come il pane Piccolo e un centravanti. Forza Palermo

  2. Pissi Pissi Bau Bau 47 giorni fa

    Francesco, questi fanno rimpiangere pure Ferrara e Polizzi, renditi conto ... Altro che Zamparini ...

  3. Francesco 70 47 giorni fa

    Jonny,èchiaro a tutti che la squadra è incompleta ed in palese difficoltà.Ma tu anziché sbraitare semmpre le solite menate,cosa proponi per porre rimedio?Il cambio societario?Trovalo tu un acquirente per il Palermo.Giocatori scarsi?Chista è a zita!Prendere o lasciare.Io tifo per i miei colori,e spero che la situazione possa cambiare in meglio.Basta ancora parlare di Zamparini,ormai è passato.Siate più propositivi anziché piangere sempre.Vedrete che Boscaglia troverà la giusta quadra,pazienza se non saliamo quest'anno,sarà per il prossimo.

  4. johnny69 47 giorni fa

    Atteggiamento vergognoso (molli e legnosi) squadra nulla, giocatori scarsi che dirigenza esperta! 6 acquisti fatti negli ultimi 15 giorni fuori forma (li hanno cercati con la lente d'ingrandimento?)L'Avellino ne aveva 5 presi negli ultimi 15 giorni ed erano in forma e, uno ha pure segnato. Come vedete il tasso tecnico della squadra è scarsissimo e, Boscaglia è entrato nel pallone .Vergognosa prestazione. Dirigenza incapace società assente. Continuate il lecchinaggio con la Mirrianese se ci fosse stato Zampa a quest'ora anche il presidente della repubblica ne avrebbe dette di tt i colori. Via

  5. Miki 48 giorni fa

    Lattaco dell'anno scorso era superiore con felici rispetto a quello di questa anno che non ha nessun giocatore che fa fare il salto di qualità alla squadra. Difesa e centrocampo tutto sommato buoni Si deve trovare la quadratura giusta. Spero che boscaglia scelga gli uomini migliori perché non si possono cambiare 5 giocatori partita

  6. Palermo domina 48 giorni fa

    Contro il Bisceglie 433 Pelagotti - Doda Somma Marong Accardi - Odjer-Martin-Broh- Kanoute-Rauti-Valenti

  7. Palermo domina 48 giorni fa

    Migliori in campo: Odjer, kanoutè e accardi. Bene anche Broh e Valente. Male Lancini, Peretti, Lucca, Rauti e Luperini.

  8. johnny69 48 giorni fa

    questa squadra è da rifondare sono giocatori scarsissimi tranne Luperini arrivati a costo 0 nn li avrebbe preso nessuno. dei ragazzi dello scorso anno gli unici discreti erano Langella, Kraja e Felici i e nn li hanno riconfermati per incapacità. Adesso prendono la scusa della forma fisica ma quelli che erano a Petralia che fisicamente sono a pezzi cosa hanno fatto in un mese in ritiro? Veramente stupito della lentezza con cui si muovono in campo sono imballati oltre che scarsi ma sta società crede veramente che con qsta accozzaglia ci si possa salvare? E continuo a dire Di Piazza unni si?

  9. Alberto Nardi 48 giorni fa

    @Marco Palermo l'abbiamo capito che sei stato licenziato da Mirri e cè l'hai con lui, ma sei noioso e banale a dire sempre le stesse cose. Non seguire il Palermo non ne abbiamo bisogno di non tifosi come te. rassegnati passeranno almeno altri quattro anni con questa soceità. Va taliati a juve.

  10. noitifosidelpalermo.jimdo 48 giorni fa

    Un consiglio a Boscaglia, fai questa formazione: 3-4-3 Pelagotti Somma-Marconi-Crivello Almici-Luperini-Odjer-Valente Kanoute-Rauti-Floriano

  11. noitifosidelpalermo.jimdo 48 giorni fa

    Non capisco perche Somma non ha giocato, è un difensore esperto e visto che oggi mancavano Crivello e Marconi serviva uno d’esperienza in difesa, tra l’altro Somma aveva giocato con la ternana discretamente bene. Doda e Peretti non possono giocare titolari in serie C, e pure Lancini oggi ha fatto schifo

  12. Bugia 48 giorni fa

    @marco palermo, chi fa, tu pigghi tu il Palermo?

  13. Giovanni B. 48 giorni fa

    Pergolizzi a quest’ora si starà facendo quattro risate! Con lui in panchina, l'anno scorso, i rosa giocavano male ma davano batoste a tutti vincendo le partite. Ora, neanche allenandolo un Mourinho o un Allegri questo Palermo riuscirebbe con i giocatori (raccogliticci) che ha, a competere con una qualunque compagine di C. E’ vero, si è puntato sull'allenatore 'esperto' ma quest'ultimo miracoli, da solo, non ne può fare tanto più che non gli sono stati presi i 4 o 5 giocatori (di categoria) da lui richiesti. Se non dovesse succedere niente, speriamo almeno di mantenere la categoria.

  14. Palermoforever? 48 giorni fa

    Squadra sconclusionata e senza schemi di gioco (diversamente dall'Avellino) ... Un conto è non dover fare la partita, un altro doverla fare. In pratica non c'è un vero regista e manca la prima punta di peso ... Allucinanti, dietro, Lamcini e Peretti ...

  15. Marco Palermo 48 giorni fa

    il passo avanti forse l'avevate visto solo tu e i mirri boys; sta squadra fa schifo da quando è nata e MIRRI HE HORA CHE SI DIMETTE DA PRESIDENTE, perchè per tenere il palermo, ci vogliono i piccioli. MIRRI, VA FATTI U TIFOSO!! pezzenti e curazzieri in società non ne vogliamo!

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *