CORONAVIRUS E SERIE A

Gravina: «Sospensione del
campionato? Ipotesi reale»

Gravina: «Sospensione del campionato? Ipotesi reale»



IMMAGINE  SIAMO SU INSTAGRAM

Twitter SIAMO SU TWITTER

FACEBOOK SIAMO SU FACEBOOK

 

Il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del quattro marzo ha naturalmente avuto ripercussioni anche sui campionati di calcio italiani.

 

 

A seguito di ciò, sono diverse le figure del panorama calcistico che hanno voluto esprimere il proprio pensiero in merito, tra questi, anche il presidente della FIGC Gravina, che ha così parlato ai microfoni di "Dribbling''della remota possibilità di interrompere il campionato di Serie A.

 

 «In caso di giocatore positivo non possiamo escludere la sospensione del campionato - ha detto - né azzardare ipotesi che ad oggi non riusciamo a prevedere. Dobbiamo essere realisti, il rischio è reale. Adotteremo tutti i provvedimenti necessari».

 

SOLUZIONI

 

«Abbiamo cercato, raccogliendo l’invito del ministro Vincenzo Spadafora, di andare incontro alle esigenze degli italiani nella speranza che tutti possano seguire questi eventi da casa. L’evento a porte chiuse è sicuramente un evento monco. Che i presidenti discutano dei propri interessi è un grave errore perché danneggia l’immagine del calcio italiano ma anche i loro interessi. La tutela del proprio orticello non è altro che la morte lenta del nostro sistema sportivo».

 






Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *