SERIE C

Ghirelli: Senza sponsor e
pubblico temo crac delle squadre

Ghirelli: «Senza sponsor e pubblico temo crac delle squadre»



Anche la Serie C, come la Serie A, ha concluso il suo campionato e si proietta alla prossima stagione.

 

Il presidente della Lega Pro Ghirelli, intervenuto durante la trasmissione “Tutti Convocati” su Radio24, ha parlato delle difficoltà che potrebbe riscontrare il terzo campionato italiano alla ripartenza del 27 settembre:

 

«Condivido la preoccupazione di Gravina per la ripresa. Da febbraio le squadre del nord non hanno incassi, quelle del sud da marzo. Pensiamo ai giovani calciatori, questo era il periodo dei provini e non ci sono».

 

CREDITO D’IMPOSTA

«Sul credito d’imposta mi aspettavo più celerità. Oggi si dovrebbe svolgere il pre Consiglio dei ministri nel quale dovrebbero essere varate le misure del credito d’imposta mi auguro nella misura che ci possa aiutare a risolvere i problemi fondamentali».

 

RIPRESA

 «Temo fortemente la ripresa, se non si allenta il protocollo sanitario, se non si riaprono gli stadi, se non ci sono gli sponsor, con l’obbligo dei tributi in autunno, il crac di tante società è automatico».

 

RISCHI

 «Senza sponsor e pubblico le società rischieranno molto. Oggi termina la prima fase delle iscrizioni, terranno i club perché alcune misure sono state adottate, come la cassa integrazione, anche se ci sono dei ritardi. L’abbassamento dei costi ha fatto reggere le società, ma nei prossimi mesi la vedo dura».


 

ALTRI ARTICOLI

 

«IL PALERMO NON È FALLITO PER COLPA DI ZAMPARINI»

 

VECCHIO PALERMO, ECCO PERCHÈ IL TFN HA RIGETTATO I DEFERIMENTI

 

ISCRIZIONE IN C, IN 7 MANCANO ALL'APPELLO

 

CALCAGNO CONTRO LE ROSE DA 22: «PROCLAMERÒ LO STATO D'AGITAZIONE»

 






Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *