REPUBBLICA

Addio Di Piazza: spalle coperte
per il Palermo nel 2021

Addio Di Piazza: spalle coperte per il Palermo nel 2021



Tony Di Piazza ha detto addio al Palermo. L’ex vicepresidente rosanero ha annunciato il recesso durante l’assemblea dei soci per il bilancio (approvato con una perdita di circa 1.3 milioni) e adesso ci sono 180 giorni per stabilire a chi andranno le quote.

 

Dopo l’annuncio, ormai nell’aria, i dubbi sul futuro del Palermo sono stati tanti, soprattutto da parte dei tifosi. Sia il Presidente Dario Mirri che l’amministratore delegato hanno voluto chiarire che al momento l’addio di Tony Di Piazza non inciderà sul club.

 

L’edizione odierna de la Repubblica parla proprio di questo:

«E in effetti fino al giugno del 2021 il Palermo ha le spalle coperte. Quanto formalizzato nei giorni scorsi con il nuovo annuncio di disimpegno di Di Piazza non ha effetti immediati sulla gestione del club. I soci di Hera Hora, la proprietaria del Palermo, hanno versato nelle casse del club quanto previsto per la gestione della società fino alla chiusura del prossimo esercizio il 30 giugno».

Facendo valere il diritto di recesso, l’imprenditore italo-americano ha diritto alla liquidità. Gli scenari che si presentano adesso al Palermo sono quattro: «Mirri acquista le quote; si riduce il capitale sociale; Di Piazza trova un compratore che prenda il suo posto, con Mirri che ha il diritto di prelazione per pareggiare l’offerta; Di Piazza viene pagato con l’utilizzo delle riserve societarie».

 

Se la soluzione dovesse essere quella di dover pagare Di Piazza con i fondi del club, è normale, continua il quotidiano, che si metterebbe a rischio la capacità di azione della società nella stagione 2021/2022.

In ogni caso, conclude il quotidiano: «difficile fare adesso i conti in tasca alla Damir e a Mirri, i due soci che restano dentro la controllante del Palermo Hera Hora, per capire se sono in grado di fare fronte da soli alla gestione del club».

 

Tutto ciò dipenderà dalla valutazione del denaro che spetterà a Di Piazza, ma fino a giugno la gestione del Palermo è al sicuro.


NEWS DEL GIORNO

PIU' FORTI DI TUTTO: IL 2020 DEL PALERMO

 

CAVESE-PALERMO: DOVE VEDERLA

 

PALERMO, FUTURO INCERTO: È GUERRA FRA MIRRI E DI PIAZZA

 

SAGRAMOLA: «PER IL PALERMO F.C. NON CAMBIA NULLA»

 

«DI PIAZZA, PAPARESTA E MIRRI»: PARLA SAGRAMOLA

 

DI PIAZZA LASCIA, LA DICHIARAZIONE DEL PRESIDENTE MIRRI

 

DI PIAZZA SE NE VA: «PALERMO, ECCO PERCHÉ HO LASCIATO»





3 commenti

  1. Bugia 16 giorni fa

    Neanche io sento il bisogno di rivedere il mio giudizio nei confronti della categoria umana che risponde al nome di... lacchè. #servimillenari

  2. Francesco da Treviso 17 giorni fa

    Ma gli Arabi dove sono?????

  3. Aggregazione galattica lame rotanti 17 giorni fa

    Effettivamente neanch'io sento la necessità di rivedere la previsione riguardante il raggiungimento della Serie A nel corso del Secolo XXII. Il progetto invincibile continua semplicemente sul suo percorso. #aquilesecolari

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *