APPUNTI SPARSI

CHISTA È A ZITA

CHISTA È A ZITA



E ancora lo stupore e l'amarezza per il risultato e le questioni tattiche, quando nel rendimento rosanero troviamo piuttosto estrema puntualità, quasi sconcertante, da far invidia alle lancette svizzere, al sole che ogni mattina sorge, alla munnizza che si accumula per le strade di Palermo, insomma ad ogni evento che non riguarda il caso ma il sistema.

 

La delusione, qui, è oltre i 90 minuti, va spalmata sui binari lunghi della stagione. Il realismo lo impone: è tempo di capovolgere il punto di vista. Si è già in ritardo, se il Palermo alla prima giornata di ritorno, dopo 19 partite, galleggia nella zona grigia ed anonima che vede la zona play-out più vicina del terzo posto. Sono fatti, numeri, circostanze, errori che si ripetono, e non più episodi; c’è insomma coerenza assoluta nell’altalena dei risultati, la quale oggi si traduce senza timore di smentita nella locuzione tutta siciliana che esplica meglio di ogni altra unione di parole lo status di questa squadra: chista è a zita.

 

Non regge nemmeno più la divergenza di opinioni sul singolo che sta in panca e non va in campo: se anche il tecnico avesse torto, torto marcio, quanto più apprezzabile sarebbe oggi la classifica rosanero?

Questa è la zita, questa è la dimensione della macchina guidata da Roberto Boscaglia.

 

Cambierà qualcosa, non c’è dubbio, perché viste le premesse e le ambizioni, difficilmente potrebbe andare peggio. Ma è davvero ora di piantare saldi i piedi a terra, scoprire una volta per tutte e senza troppo stupore che non c’è ampio margine di manovra e ridiscutere gli obiettivi: oggi l’unico realistico è stare dentro la griglia play-off. Tutto il resto è velleità.






10 commenti

  1. Aggregazione galattica lame rotanti 84 giorni fa

    @Verità, davvero tempi bui... Sarebbe stato meglio, come proponeva Rubini@Poeta, concedersi una pausa calcistica cittadina, e attendere un gruppo imprenditoriale in grado di produrre la qualità di gioco e i risultati sportivi che spettano a un capoluogo di regione. Giocare adesso in queste condizioni è deprimente e umiliante. #zeroaquile

  2. verità 103 giorni fa

    Tempi bui, come all'epoca Ferrara.

  3. giovanni rosanero 103 giorni fa

    Premesso che a me Ballardini piace molto, ma diamogli una bella coppia di difensori del tipo Somma e Crivello e poi vediamo cosa succede...Facile prendersela con Boscaglia che rimane un' ottimo allenatore, ma se gli consegnamo certi giocatori i risultati saranno sempre scadenti. Certamente lui si sta un po' incartatando, ma la colpa è di chi gli ha costruito la squadra, Sagramola e Castagnini tanto per non fare nomi.

  4. Aristarco Battistini 104 giorni fa

    @ salvatore olibrio paragonare ballardini e il genoa squadra di A con boscaglia e il palermo, la dice lunga sulla tua competenza, perche non paragonavi tacopina a mirri e la facevi completa mangiando magari un pò di cannicavaddu?

  5. Salvatore Olibrio 104 giorni fa

    La squadra sarà scarsa ma Boscaglia lo è di più, vedere come Ballardini ha cambiato il Genoa, per esempio. Boscaglia dovrebbe ammettere di non essere in grado di gestire la squadra e dimettersi. P. S. Per vedere pubblicato un commento a chi devo raccomandarmi?

  6. Bugia 105 giorni fa

    @Paragone, la serie di tua competenza è senza dubbio la.....pallamano.

  7. Paragone 105 giorni fa

    Allora tieniti Boscaglia e vai a fetere in Seie D tra i dilettanti che, per te è la serie che più ti si attaglia. Boscaglia (e i risultati sono pietre) sta dimostrando di non essere all'altezza della situazione.

  8. Blackmamba 105 giorni fa

    Ancora aleggia lo ZAMPACOVID di cui tanti sono ancora affetti. Ma si dai... cambiamo allenatore e prendiamone un altro, poi se va male, richiamiamo Boscaglia, e se va male ancora ne prendiamo un terzo. Boscaglia se non facesse errori allenerebbe in A, gli errori li fa eccome ma rimane sempre un ottimo tecnico, di base abbiamo una squadra che rende per quello che vale, cioè da metà classifica. Se vuoi vincere un campionato o sei come la Ternana o Bari o ci vuole solo fortuna. BOSCAGLIA ha due anni di contratto quindi levateci mano. Ci vuole mezza squadra nuova o saranno altre delusioni.

  9. Yes 105 giorni fa

    Articolo condivisibile, a parte la conclusione scontata. Occorre che la società, che sta mettendo a segno solo adesso alcuni colpi da prima della classe, de rose e di gaudio, faccia un nuovo punto della situazione a fine anno. Il dato economico è cambiato per il covid ed il recesso di di piazza, il dato sportivo (salvo exploit finali) è al di sotto delle aspettative ed il pacchetto tecnico, allenatori giocatori, sembra aver raggiunto il suo limite. Chista è a Zita, ma non sunnu sposati....

  10. noitifosidelpalermo.jimdo 105 giorni fa

    Boscaglia ha fallito, ieri ha fatto un disastro, sostituzioni senza senso, la squadra non lobsegue più.

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *