CORONAVIRUS

Bergamasco si sveglia dal coma
a Palermo: «Mi tatuo la Sicilia»

Bergamasco si sveglia dal coma a Palermo: «Mi tatuo la Sicilia»

 

Una storia a lieto fine quella che riguarda Ettore Consonni, 61enne bergamasco che era risultato positivo al Coronavirus.

Nella sua Bergamo non c'erano più posti e appena entrato in coma in Lombardia con un volo militare fu trasportato a Palermo. La Repubblica racconta la sua storia (CLICCA QUI PER IL VIDEO).

 

Poi il risveglio e il graduale miglioramento fino alla guarigione: 

«Mi sono addormentato a Bergamo, la mia città, e mi sono svegliato a Palermo. Ma io mica ci credevo - racconta - In Rianimazione sentivo l'accento siciliano, ma pensavo a qualche medico emigrato. Mi dicevano che ero a Palermo, ma pensavo scherzassero. Qui mi hanno resuscitato. Grazie: ci sono infermieri e medici speciali. Mi tatuo la Sicilia vicino al cuore».


ALTRI ARTICOLI

 

IL PALERMO E' IN SERIE C. LA A SULLA LUNA

 

PRESIDENTISSIMO100. RENZO BARBERA PER SEMPRE

 

CORONAVIRUS, MUSUMECI FIRMA L'ORDINANZA. COSA CAMBIA

 





Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *