INTERVISTA

Zeman: «Palermo superiore al
Pescara. Ho visto più volte MZ»

Zeman: «Palermo superiore al Pescara. Ho visto più volte MZ»



 

Zdnenek Zeman è legato sia a Palermo che a Pescara, squadre che si affronteranno domenica sera allo stadio "Renzo Barbera" alle 21 per il posticipo della dodicesima giornata di Serie B. Il "boemo" è stato allenatore delle giovanili rosanero, mentre ha allenato il Pescara due volte: nel 2011 quando ottenne la promozione diretta in Serie A con giocatori come Insigne, Verratti e Immobile e nel 2018 in Serie A con la retrocessioni in B dove venne esonerato in aprile dell'anno scorso. 

 

Il tecnico, attualmente libero, è stato intervistato da Valerio Tripi per Repubblica parlando della partita e del suo passato in rosanero: «Il Palermo è superiore in tutto rispetto al Pescara e per la qualità della rosa doveva andare in Serie A già l’anno scorso. Le mie favorite quest’anno sono Palermo e Benevento. Dei rosa mi piacciono molto Trajkovski e Jajalo, hanno qualità indiscutibili -ha detto Zeman -. Ho un ottimo rapporto con entrambe le squadre: a Palermo ho fatto 9 anni di settore giovanile dal 1974 al 1983 e a Pescara due campionati, con una promozione in A. Mi dispiace non aver mai allenato la prima squadra rosanero, e nell’unica volta che sarei potuto andare in panchina presi una squalifica con la Primavera».


LEGGI

Palermo rialzati: lo striscione della Curva del Catania


 

Zeman racconta che è stato vicino ad allenare la prima squadra: «Mi sono incontrato 4 volte con Zamparini ma non siamo mai riusciti a metterci d’accordo. Ho sempre dato la mia disponibilità ma se non ho allenato il Palermo non è dipeso solo da me. Nel primo incontro con il patron, nel 2012, fu anche colpa mia, perchè avevo già l’accordo con la Roma».

 

CESSIONE PALERMO

«Non so se Zamparini venderà ma sarà costretto a lasciare il Palermo. Lui ha fatto molto bene in una città che non era abituata a giocare a questi livelli e portando giocatori importanti a livello mondiale. Ora, però, non è più in condizione di continuare come prima».






Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *