GAZZETTA DELLO SPORT

Palermo tra guai e infortuni
L’inizio fa scattare l’allarme

Palermo tra guai e infortuni. L’inizio fa scattare l’allarme



L’avvio stagionale del Palermo non è per niente positivo. La formazione di Roberto Boscaglia, che ha ottenuto un solo punto in tre partite (in attesa di recuperare la gara contro il Potenza), è in evidente difficoltà.

Da calendario era prevedibile che i rosanero avrebbero avuto un inizio difficile, ma non ci si aspettava un solo punto in tre partite e zero gol segnati.

L’edizione odierna de la Gazzetta dello Sport analizza proprio la situazione del Palermo in questo momento:

«E’ opportuno che in società, dal presidente ai dirigenti, si faccia un bell’esame di coscienza per capire se si sarebbe potuto agire in modo diverso».

 

Il quotidiano si sofferma su un tema in particolare: «come si è arrivati a costruire una squadra che dopo 4 giornate di calendario deve essere ancora ultimata (Almici è arrivato ieri)».

Il ritardo nella programmazione è evidente. Dalla scelta dell’allenatore in poi si è perso troppo tempo. Si è ampiamente discusso sul ritiro e sull’organico incompleto durante la preparazione pre-campionato, ma a lasciare perplessi è il dopo: «con giocatori arrivati a blocchi, prima a ridosso dell’esordio in campionato e poi della terza partita, con chiare carenze fisiche. Luperini con l’Avellino ha giocato con appena tre giorni di allenamento senza una preparazione alle spalle per il caso Trapani e Almici deve ancora fare il primo, quando già sarebbe potuto servire domenica, visto il lazzaretto che si è creato infermeria con sei giocatori fermati dagli infortuni».

 

Il quotidiano si sofferma anche sulla questione allenamenti e in particolare sul “Pasqualino”.  Il Palermo si allena sul sintetico nonostante le partite siano perlopiù sul naturale  e per questo gran parte degli infortuni sono di natura muscolare.

Adesso, però, il Palermo è chiamato ad un tour de force con sei partite nel giro di due settimane con due partite infrasettimanali e quindi Boscaglia, alla luce anche dei numerosi infortuni, deve correre ai ripari. Per vedere il Palermo a pieno regime dovrà passare almeno un mese, ma la domanda che si pone il quotidiano è: «il Palermo può permettersi questa partenza ad handicap? L’avvio è già da zona retrocessione».


NEWS DI GIORNATA

ADESSO TOCCA A ROBERTO BOSCAGLIA

CALCIOMERCATO PALERMO: ALMICI ESITO VISITE E LA FIRMA

PALERMO-AVELLINO, LE PAGELLE: SI SALVA UNO SOLO, DIFESA HORROR

 





2 commenti

  1. Stefano. M 10 giorni fa

    a parte la lista di nomi di chi mi ha preceduto che sono tutti degli ottimi giocatori Ma cosa importante è trovare un campo in erba naturale per fare allenare questi ragazzi per evitare i tanti infortuni

  2. johnny69 10 giorni fa

    Qualcosa di buono tra gli svincolati ancora c'è bisogna muoversi in fretta (non devo certo farlo io il direttore sportivo)...... PORTIERI: Minelli (Padova) - Di Gregorio (Catanzaro); DIFENSORI: Capela (Cosenza) - Hertaux (Salernitana) - Migliore (Cremonese) - Felipe (Spal); CENTROCAMPISTI: Tassi (Inter) - Di Nicolantonio (Avellino) - Arini (Cremonese) - Suciu (Venezia); TREQUARTISTI: Birsa (Cagliari)- Chiaretti (Pordenone) - Cattaneo (Piacenza) - Vinicius (Botafogo); ATTACCANTI: Pazzini (Verona) - Cacia (Piacenza) - Beretta (Ascoli) - Armenteros (Benevento) - Margiotta (Lucerna).

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *