VOTI

Nel Palermo si salvano in pochi,
Saraniti deleterio. Le pagelle

Nel Palermo si salvano in pochi, Saraniti deleterio. Le pagelle



Pelagotti 5,5

L’estremo difensore rosanero, come già capitato più volte durante la stagione, non ha di certo sprizzato sicurezza da tutti i pori. Nel corso della gara interviene, come può, nei pochi pericoli che arrivano dalle sue parti e la dea bendata lo assiste con la traversa nel tiro da fuori di Piccini. Peccato che la buona sorte lo abbandona cinque minuti in anticipo rispetto alla fine della gara, con la punizione potente e angolata di De Paoli e la conclusione d’esterno dall’interno dell’area di Viteritti sulle quali il buon Pela può fare ben poco.

 

Somma 6

Sicuramente il migliore della retroguardia rosanero. Trova il suo primo gol in Italia tra i professionisti avventandosi da vero opportunista sul pallone deviato da Marconi e si rende protagonista di una gara attenta, senza sbavature né interventi particolarmente degni di nota. Il giro di sostituzioni in vista dei tanti incontri ravvicinati lo porta ad uscire dal campo, e ne risente tutta la retroguardia rosanero.

 

dal 53’ Peretti 5,5

Entra in campo al posto di Somma e per larghi tratti di gara non sembra far disdegnare più di tanto il più esperto compagno di squadra, peccato che nel finale va un po’ in bambola e partecipa alla frittata del vantaggio del Monopoli svirgolando malamente il pallone che finisce sui piedi di Viteritti solo all’interno dell’area.

 

Palazzi 5,5

Ormai ci siamo abituati a vederlo tra i difensori e continuano a manifestarsi tutti i pro e i contro dell’ex Monza in quella posizione. Fino a quando il Monopoli non crea particolari patemi d’animo si aiuta tanto e bene con il suo ottimo senso tattico e con il giro palla, quando però deve venir fuori l’attitudine puramente difensiva, giustamente, casca l’asino. Non fa grossi strafalcioni ma in dinamiche come quella del vantaggio dei padroni di casa si vede che non si può diventare difensore di ruolo dall’oggi al domani.

 

Marconi 5,5

Con il cambio modulo e l’adozione della difesa a tre è chiaro che il ruolo di leader del reparto arretrato è suo, e per una larga parte di partita guida anche bene i compagni partecipando anche, con la sua deviazione, al gol del vantaggio rosanero siglato da Somma. Nel finale, tuttavia, non riesce a tenere le redini della difesa e partecipa alla carrellata di leggerezze che portano alla disfatta.

 

Accardi 5,5

Dopo il difensore centrale nella difesa a quattro, il terzino destro e il difensore di destra nella retroguardia a tre il jolly palermitano si cimenta anche nel ruolo di esterno di centrocampo. Si vede chiaramente che non è il suo ruolo, soprattutto nella pochissima spinta offensiva, ma non gli si poteva chiedere più di tanto visto l’adattamento anche un po’ forzato che gli impedisce di entrare realmente in partita. Si apprezza comunque la grande duttilità di questo ragazzo, che si rivela ancora una volta un’arma in più in un arsenale rosanero che, purtroppo, è composto spesso da fucili giocattolo.

 

Odjer 6

Come contro la Casertana il mediano ghanese, seppur non ancora ai livelli di inizio campionato, mostra segnali di ripresa non vistosi ma incoraggianti. Aiuta la squadra a fare diga in mezzo al campo, correndo come sempre in lungo e in largo e gestendo il pallone in maniera semplice, direi quasi scolastica ma efficace. Come contro la Casertana esce ad inizio ripresa, probabilmente per una botta alla spalla.

 

dal 46’ De Rose 5,5

Da quello che si è visto nelle partite con Filippi in panchina pare che l’ex Reggina non si sposi proprio bene con il nuovo vestito tattico. In quarantacinque minuti, per quanto non sia mancato l’impegno e un apporto seppur misero in fase di impostazione, si è visto poco o nulla del giocatore grintoso e dinamico visto nei primi match dopo il suo arrivo in rosanero. Anche lui si fa uccellare in occasione del gol del vantaggio del Monopoli, andando un po’ troppo soft su Bunino per evitare eventuali sanzioni da parte dell’arbitro e facendosi di fatto infilare come una lama nel burro.

 

Luperini 5

Nelle ultime due partite il potenziale offensivo dell’ex Trapani si è praticamente azzerato. L’involuzione nel suo punto forte sta iniziando a diventare un po’ preoccupante, sta di fatto che il Luperini visto nelle prime partite della gestione Filippi è sparito per lasciare spazio alla sua copia scialba ed incolore. Non pervenuto.

 

Valente 6

Il migliore in campo perché quanto meno è l’unico a provarci davvero. Le sviste difensive palesate nelle ultime gare lo portano a giocare più prudente del solito, limitando il numero di incursioni offensive ma non la loro efficacia. Fisicamente sta bene perché quando parte risulta difficilmente arginabile, sfortunato in occasione del palo preso nel secondo tempo e che con una sorte migliore avrebbe probabilmente sigillato la gara. Quando il minimo sindacale rende migliori in campo non va bene, affatto.

 

Rauti 5

Un corpo estraneo per tutta la durata del match. Nessun guizzo, nessuna giocata o tentativo di rendersi pericoloso, ogni tanto prova a fare la solita trottola impazzita ma il suo tentativo di pressare i portatori di palla si rivela solo tanta corsa sprecata e inconcludente. Doveva essere l’occasione per provare a riprendersi il suo posto tra i titolari ma il test si rivela tutt’altro che superato.

 

dal 69’ Santana 5,5

Basta vedergli stoppare un pallone per notare tutta la sua classe, peccato che gli spazi lasciati dagli avversari siano pochissimi e l’apporto del resto della squadra ancora meno.

 

Floriano 5,5

Anche lui, così come il suo compagno nella trequarti rosanero, non riesce quasi mai ad entrare in partita. Mezzo punto in più perché in uno dei suoi rari momenti di presenza in campo guadagna, con un’azione interessante sulla linea di fond, e poi esegue il calcio d’angolo dal quale scaturisce il gol di Somma. Non abbastanza ma sicuramente meglio, per condizione atletica e forza di volontà, rispetto alla passata direzione tecnica.

 

dal 69’ Broh 5,5

Si piazza a centrocampo per dare una mano in mezzo e si limita a mantenere la posizione e a fare il compitino.

 

Lucca 5,5

Dopo la tripletta contro la Casertana giornata da dimenticare per il giovane bomber rosanero. Nel primo tempo predica nel deserto e non riesce a dare il suo solito apporto alla manovra con i suoi movimenti senza palla, nella ripresa è vittima di un infortunio che spaventa e non poco in vista del finale di campionato.

 

dl 57’ Saraniti 4,5

Ingresso da horror e premio di peggiore in campo per l’attaccante palermitano. Subentrato a Lucca dopo l’infortunio l’attaccante rosanero riesce a fare ancora peggio del compagno, non riuscendo ad entrare mai in partita e rendendosi protagonista del fallo completamente inutile e senza senso dal quale il Monopoli trova il pareggio.

 

 

Filippi 5,5

Sarebbe riduttivo, quasi ingeneroso dare la colpa di questa sconfitta esclusivamente all’allenatore. A livello di scelte iniziali nulla da eccepire, il problema è legato piuttosto all’atteggiamento generale della squadra che anche a Monopoli è risultato mollo e completamente privo di spinta o carica motivazionale. Il gol di Somma e l’andamento generale della gara hanno lasciato pensare alla solita gara brutta e cattiva come quella di Pagani, i rosa tuttavia pagano un secondo tempo ai limiti dell’indecoroso e una serie di cambi discutibili che hanno portato dal potenziale successo al baratro contro una squadra debilitata e senza tanti titolari. Dato ormai per assodato che la dimensione del Palermo è quella del nono-decimo posto la preoccupazione più grande di mister Filippi, dopo questa gara, è la possibilità di perdere per infortunio Lorenzo Lucca per il finale di campionato e in quel caso sarebbe la mazzata definitiva di un campionato storto sotto tutti i punti di vista. 


 

NEWS DI GIORNATA

 

NEL PALERMO SI SALVANO IN POCHI, SARANITI DELETERIO. LE PAGELLE

 

MONOPOLI - PALERMO: LE PAGELLE DEI QUOTIDIANI

 

GDS - PALERMO: MONOPOLI, IL GIRO FINISCE MALE

 

REPUBBLICA - IL PALERMO SI BUTTA VIA

 

CORSPORT - IL PALERMO CAPITOLA AI TITOLI DI CODA

 





16 commenti

  1. chi non salta è zamparini 11 giorni fa

    Il troglodita siculolazioale pensa di passare inosservato coi suoi tanti nick. E’ l’olezzo che lo contraddistingue. Mai fatto il linguistico. Piuttosto il Tre Motori riecheggia il suo, di passato e delle sue ascendenti . Anche adesso che il cinema Orfeo è chiuso. Il passato è passato. Non si può cancellare. Il presente è una condanna. E si vede.

  2. Bugia 12 giorni fa

    @Chi Non Salta È Zamparini Hai presente il verme tenia? Vive all'interno del corpo umano ( o dei maiali) e si nutre del cibo ingerito. Ecco, dentro questo sito c'è qualcuno che si comporta all'incirca allo stesso modo, vive nutrendosi delle sconfitte del Palermo... Solo che in questo caso non trattasi di verme...solitario... Pare si trovi in buona compagnia.

  3. Maluchiffari 12 giorni fa

    @Ambrogio, per ora dissetati con la famosa acqua del cannolo.

  4. Conte Max Tarato Varaldo di Nicelightning 12 giorni fa

    Quoto 'Chi non salta è Zamparini', grandissimo tifoso rosanero. E mio ex compagno di scuola, liceo linguistico ThreeEngines European di Bologna. Ti ho riconosciuto, mascherina! Un forte abbraccio! Grande!

  5. chi non salta è zamparini 12 giorni fa

    Se il parametro di riferimento individuato dal TROLL MASTER è questo sito allora, certo, tutti questi odiatori, lui compreso, ridono godono e sguazzano delle vicende negative del PALERMO in un sito che si chiama FORZA PALERMO.Non sarei così sicuro. Odiare comporta fatica, stress, fretta di arrivare alla soluzione finale. Dovrete rodervi il fegato.E' il vostro destino.Una cosa del genere era successa un paio di anni fa, la differenza sta nel fatto che non c'è nemmeno un Giudice di Pace di un Comune di 500 abitanti che ha notificato nulla alla nuova società.Direi una bella differenza

  6. Ambrogio Ballclose 13 giorni fa

    Non che uno pretenda chissà cosa. Non ho proprio fame di calcio, solo come un leggero languorino, voglia di qualcosa di buono...

  7. Roberto Pennisi 13 giorni fa

    Hanno giocato male ma, nonostante ciò, fossero rimasti in dieci (senza Saraniti, intendo), sarebbero riusciti a portare in porto la vittoria. Saraniti ha commesso uno dei soliti falli inutili, secondo lui di mestiere, che commette molto spesso nell'area di rigore avversaria. Quando ciò succede in attacco si perde l'occasione per segnare, in questo caso si è data agli avversari l'occasione per segnare un gol che difficilmente avrebbero potuto fare in altro modo.

  8. Eiffel 13 giorni fa

    Così parlò il multinick-maggiordomo di Casa Mirri ...

  9. Elementare watson 13 giorni fa

    Come se non si sapesse che li scrive sempre lui, u vedovo ahahahahahhahahahah

  10. Aggregazione galattica lame rotanti 13 giorni fa

    A leggere i numerosi commenti ai più recenti articoli, mi sembra che la stragrande maggioranza dei tifosi abbia chiuso definitivamente con la Mirriese. (H)era (H)ora. #senzacalcio

  11. Il tifoso sportivo 13 giorni fa

    Johnny69. Concordo. Tra l'altro il fallimento sportivo di società era prevedibile fin da Luglio 2019.

  12. wert 13 giorni fa

    Mai visto nel calcio italiano tanta scarsezza......neanche in 1 categoria,,,,,,,,,

  13. Ignezio 13 giorni fa

    Trucula Bon Bon 9 (alla memoria)

  14. noitifosidelpalermo.jimdo 13 giorni fa

    I Peggiori sono stati Filippi, Rauti, Luperini, Accardi, Valente, Broh. Filippi ha messo una formazione sbagliata e ha sbagliato pure i cambi. Rauti ha sbagliato tutti i palloni. Luperini dormiva. Accardi nemmeno ha fatto un affondo sulla fascia destra pur giocando al posto di Almici. Valente solo 1 tiro in 94 minuti. Broh è un pesce fuor d'acqua.

  15. johnny69 14 giorni fa

    Ancora commentate qsta banda di pagliacci e scarsoni? qsta è la dimenzione di qsta squadra dirigenza e società 10°/11° posto è un miracolo che nn sia andata ai playout....mi auguro che il prox anno spariscano tt dalla società ai dirigenti, alla squadra e all'allenatori gente così incapace mai vista in vita mia nel mondo del calcio----VIA DA PALERMO x il bene del PALERMO

  16. Paragone 14 giorni fa

    I soliti cessi.

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *