Domani giorno cruciale. MZ: «Spero non si comprometta tutto» - Forza Palermo Calcio Giornale
CLOSING

Domani giorno cruciale:
«Spero non si comprometta tutto»

Domani giorno cruciale. MZ: «Spero non si comprometta tutto»



 

A poche ore dal closing Maurizio Zamparini si è visto coinvolto nella bufera in cui l'indagine della Procura di Caltanissetta ha riportato il Palermo.

Direttamente da Londra, dove Zamparini è volato per tentare una missione diplomatica e per chiudere la vicenda in positivo, il patron rosanero sbotta, non celando la preoccupazione per l'esito di una trattativa che sembrava ormai conclusa:

 

«Spero solo che questa campagna mediatica non comprometta tutto - ha detto Zamparini al Giornale di Sicilia -. Non dipende da me, ma da come la leggono lì».

Il riferimento è alla Financial Conduct Authority e alla Prudential Regulation Authority, i due organi di controllo della Borsa londinese, dove è quotato il gruppo che ha un'intesa per acquistare il 100% del Palermo. 

 

«Pensate a chi legge dall'estero certe notizie - continua sbottando Zamparini - quando si dice che Sidoti sia stato condizionato. Sidoti fa parte di un collegio di tre giudici, era una terna a giudicare, non solo lui. Non c'è di mezzo né il Palermo né Zamparini. Non vi meritate niente».


LEGGI

Zamparini e Giammarva, mancato fallimento in cambio di favori


 

Secondo l'articolo di Benedetto Giardina, dalla riunione di ieri non filtra tantissimo, ma l'affare va avanti e sembra essere vicino alla conclusione nonostante tutto.

Anche perché l'operazione prevede la copertura del famigerato debito di Alyssa, quello che ha portato i vertici societari davanti ai giudici. Tutto va esposto però a chi vigila sulle operazioni di mercato. Le ipotesi per il passaggio di proprietà sono due: o si fa tutto a Londra dove Zamparini si trova in questo momento, oppure si rientra insieme a Milano a firmare davanti al notaio.

 

L'incontro di ieri è comunque un passo in avanti verso la chiusura positiva della vicenda, perché le questioni interne all'azienda acquirente sono state appianate e l'ultimo step è proprio la firma dell'atto notarile. Anche lo spauracchio degli organi di vigilanza sembra destinato a svanire. Il giorno della verità potrebbe essere domani come conferma proprio Zamparini a Repubblica:

 

«Entro domani chiudo l’affare. Spero che non ci siano sorprese. Questo è un tentativo di non far andare in porto il closing. Mi dispiace per Giovanni Giammarva, al quale ho mandato un messaggio di solidarietà. Ha sempre operato nella massima correttezza e non si merita tutto questo. Parlare di fallimento pilotato è folle».

 

La questione delicata riguarda proprio Giammarva, candidato al consiglio d'amministrazione e interdetto per un anno per l'inchiesta aperta dalla Procura di Caltanissetta. Ma a questo si penserà dopo che sarà arrivato il closing.


IMMAGINE  NON SEGUI FORZAPALERMO.IT SU INSTAGRAM? CLICCA QUI






20 commenti

  1. swarz 264 giorni fa

    Interni Vigenti pi picca n'aviti.

  2. Aggregazione galattica lame rotanti 264 giorni fa

    È per questo che il PIL italiano non cresce: una giustizia troppo severa ed efficiente che scoraggia gli investitori stranieri, i quali, nel mondo globalizzato in cui viviamo, necessitano di una sufficiente flessibilità legale. La corruzione è il motore dell'economia, bellezza!

  3. PinkBlack 264 giorni fa

    gentile redazione, se lo ritenete, procedete pure contro di me, vorrei mallevarvi dalla scure di una sanzione dell'ordine dei giornalisti per avere pubblicato il mio post serio nei confronti di quello di Pinkhill che quando afferma che zamparini ricicla soldi, scherzava. Vi prego invece di consentire sempre a menti illuminate come quella di Interni Vigenti di denunciare i reprobi come me esaltando, così facendo, un rigore assoluto pari solo a quello dei giudici della Procura di Caltanissetta. Sono a vs. disposizione per espiare anche, se del caso, pene corporali (frustate, cilicio, ..fate voi)

  4. Interni Vigenti 264 giorni fa

    Mi chiedo con quale criterio questo sito e i moderatori censurano magari una parolina che non gli piace e invece pubblicano un post di Pinkblack di una gravità mai letta sul web in cui si fanno accuse e nomi su cose delicatissime e serie, e di cui sia l'autore che il responsabile del sito ne possono seriamente pagare le conseguenze. OCCHIO.

  5. CiuridduScaiNius24® 264 giorni fa

    Adesso sono serio. Se è tutto vero cè una sola parola: Da vomitare! è molto più onesto un rapinatore che ruba per sfamare i propri figli che la gentaglia con giacca e cravatta che sciorina codici e norme e poi ruba e si fa corrompere. Mi chiedo come ci sia gente che ancora li difende, evidentemente hanno lo stesso modo di vivere e pensare. Spero solo che la magistratura se tutto fosse provato li rinvii a giudizio e gli faccia pagare tutto, a tutta la cricca.

  6. PinkBlack 264 giorni fa

    Si è vero, c’è una lavanderia a gettoni a blackfriar lane vicino al ponte dove trovarono Calvi, il banchiere di Sindona. Campbell in effetti mentí perché lui sapeva. E lo raccontó a Stirpe che per questo ce l’ha a morte con Zamparini. Il presidente del Frosinone aveva molti soldi da ripulire e per questo incaricó l’arbitro La Penna che gli ricambiò il favore non fischiando il rigore a Coronado e scrivendo a referto che nessun pallone era stato lanciato in campo da Maiello. Il resto è storia nota. c***o, le voci girano eh!?

  7. pinkhill 264 giorni fa

    Cmq, é risaputo che a Londra fanno il reciclaggio dei soldi sporchi quindi, con la scusa del closing sará andato lí per aprire e chiudere societá per fare transitare altri 30 milioni. Fece la stessa cosa quando doveva andare a prendere a Campbell dall'arsenal... e che trattava ferocemente per portarlo al palermo di Iachini...e poi quando intervistarono a Campbell disse che non era a conoscenza di nulla... e adesso gioca nel frosinone.. mah... maurizio zamparini la tua puzza la sento a 3,407 km di distanza. .. ma a palermo ormai sono talmente abituati, che non ci fanno piú caso.

  8. Giuppi 265 giorni fa

    C è pervicacia in tutto questo.

  9. Aggregazione galattica lame rotanti 265 giorni fa

    Perché non pensare al Giudice Sidoti come nuovo presidente della società? Ovviamente soltanto nel caso che fosse costretto ad abbandonare la magistratura. Si tratterebbe di un palermitano!

  10. Claudio Baiacane 265 giorni fa

    Giustamente, se è quotata alla borsa di New York, deve obbligatoriamente avere la sede a New York e sviluppare i propri affari solo a New York. Mah....Da certe cose si capisce la chiusura mentale, l'incapacità di immaginare realtà sconosciute.

  11. PinkBlack 265 giorni fa

    'ccà su abituati ca putía o buiggu e a filiale o villaggi i santa rosalia. Quali buizza i niu york e londra...

  12. Jack lo Squartatore 265 giorni fa

    Mi domando chi è che pilota che cosa e quando ...

  13. Isatacuracaticachi 265 giorni fa

    Società con sede a Londra e quotata a New York...un siti buonimancu a lieggiri...

  14. Rubini 265 giorni fa

    Infine, AVVISO AI NAVIGANTI. La AVIVA ( colosso assicurativo, nome suggestivo), PER ESEMPIO, è quotata, come altre, sia a Londra (London Stock Exchange) che a New York (Wall Street). La Fca e la Ferrari a Piazza Affari e a WS . Memento, tifoso rosanero, 'Il denaro non dorme mai'.

  15. Rubini 265 giorni fa

    Dimenticavo. Tra i libri sul Palermo, di cui novellavo l'altro giorno, ne ho ritrovato, dopo una ricerca alquanto faticosa (sono disordinato), uno edito a Palermo, nell'ormai lontano (speriamo) 1987. Edizioni Il foglio, Palermo. Autore: Luca DEL TAPPO (nomen omen), con la consulenza sportiva di Calogero Mazzola. Titolo: Il 'Palermo'. Sottotitolo: Studio sociologico sportivo sul 'metodo palermitano'. 'Metodo palermitano'? Ne ho già sentito parlare di recente, ma quando e da chi?

  16. pinkhill 265 giorni fa

    Mi sá che non sono ne americani, ne cinesi, ma friulani... ma quando finisce questo incubo?

  17. Rubini 265 giorni fa

    Probabile che ci sia qualcosa di strano o di molto strano, sotto. Solo un pazzo, o un traffichino con manie di grandezza, potrebbe pensare di investire in una città come Palermo. Considerate la sorte dei Grandi Alberghi, il Villa Igiea, le Palme, l'Excelsior, testimonianza un tempo dell'opulenza della Palermo Capitale. Finiti da tempo all'asta, ma aste poi deserte. E allora si sta intanto cercando di venderli a pezzi, quello che si può vendere, prima che tutto si sfracelli. Fece notizia il caso del Ritratto di Donna Florio, il sussulto della Città per sottrarlo all'asta. La fine è nota.

  18. Il Sorcio 265 giorni fa

    Ma non erano americani...?? Non erano quotati alla borsa di NY...?? Mi sa che è a casa sua, altro che Londra...!!!

  19. Funk 265 giorni fa

    Caro Mauriziuccio non ti preoccupare se non si dovesse chiudere questo (auto)closing puoi fare di noi ciò che vuoi ti è dovuto tu continua ancora ad infangare i nostri colori prima di te eravamo cosi poveri che puoi ancora abusare di noi tu fai pure e ti raccomando fai presto con la soluzione finale tipo Venezia perché sai come si dice a palermo muorti ca ma dari priestu sia

  20. Michele 265 giorni fa

    ....ma la nuova società non era quotata alla borsa di New York? Stanotte hanno espatriato? Continuaiamo a farci prendere per i fondelli.......

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *