EX ROSA

Zauli: «MZ avrà le sue colpe
ma il suo impegno non è calato»

Zauli: «Zamparini avrà le sue colpe, ma suo impegno non è calato»

Sono diversi i giocatori che hanno contribuito nella stagione 2003/2004 alla storica promozione in Serie A del Palermo. Tra i protagonisti di quella squadra, c’era anche Lamberto Zauli.

 

Intervistato dalla Gazzetta dello Sport, l’ex giocatore del Palermo e attuale tecnico della primavera dell’Empoli ha parlato del momento attuale della squadra rosanero e dello stadio semideserto:

«Deve venire meno questo sentimento di protesta. Zamparini avrà le sue colpe, però il suo impegno non è mai calato. Fa organici competitivi, la squadra sta rispondendo benissimo e punta dritto alla A».


LEGGI:

GAZZETTA- IL PALERMO SEDUCE MA È ABBANDONATO


PROMOZIONE 2004

«Avere 20-30 mila spettatori equivale già a mezza vittoria. Dà certezze ai giocatori e le toglie agli avversari. Ai miei tempi entrare in campo metteva i brividi».

 

SPETTATORI

«Per Palermo potrebbe essere un boomerang. Il Barbera pieno trasmette adrenalina, Stellone ha creato il clima giusto con i giocatori, meritano un sostegno più concreto».






2 commenti

  1. swarz 27 giorni fa

    Cara amico, te lo dico da antonio razzi... vedi di farti un poco li ca.... tua.

  2. Isatacuracaticachi 27 giorni fa

    Caro Lamberto, lo stadio non è vuoto per protesta, lo stadio è vuoto perché i tifosi del Palermo sono quelli che vedi allo stadio ogni sabato domenica o venerdì, quelli che hai visto tu ai tempi erano tifosi della serie A dopo 32 anni, pian piano andati via perché non veramente innamorati dei colori ROSANERO, ma solo della meravigliosa sensazione dello stare in serie A e competere con grandi squadre...Probabilmente torneranno a vedere le partite e si entusiasmeranno di nuovo, ma solo se si competerà per qualcosa di straordinario!

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *