Zamparini, cessione Palermo e la gestione inglese: parla Facile - Forza Palermo Calcio Giornale
INTERVISTA

Zamparini, cessione Palermo e la
gestione inglese: parla Facile

Zamparini, cessione Palermo e la gestione inglese: parla Facile



 

Emanuele Facile è stato amministratore delegato del Palermo incaricato dalla Sport Capital Group, l'esperienza di Facile è stata breve e fallimentare e si conclusa con la cessione delle quote al duo De Angeli-Foschi dopo varie trattative con più cordate. 

 

In un'intervista a lavocedinewyork.com Facile parla del possibile compratore del Palermo che dovrebbe arrivare entro il 16 marzo: «Un soggetto estero con una passione per il calcio e per il territorio, al di fuori della complessità locale e con un progetto di medio-lungo termine».

 

GESTIONE INGLESE 

«A fine anno Zamparini aveva molta fretta di vendere per presentarsi al giudizio della Corte di Cassazione senza essere più proprietario. Questo ha indotto gli inglesi a costruire l’operazione senza il tempo di predisporre in anticipo i capitali e senza assemblare un management team coeso. Alle prime difficoltà, tutto è andato in crisi. Zamparini ha fatto moltissime operazioni aggressive, ha accumulato debiti e istanze di fallimento, poi ha iniziato a inquinare l’ambiente».

 

CESSIONE PALERMO

Adesso Foschi deve vendere la società per evitare altri problemi con le scadenze e far partire un progetto serio. Ma con chi ha trattato Facile? L'ex ad ha confessato l'operazione, in primis, con York Capital, ma aveva bisogno di tempo «per completare la due diligence e si è subito defilato; Rocco Commisso attraverso il suo management team con cui c’è stata un’interlocuzione intensa e un lavoro serrato nelle ultime due settimane; un terzo individuo, del quale non posso farvi il nome, di una famiglia proprietaria di un’importante squadra di basket americana. Per chi deve decidere in una settimana, dieci giorni al massimo è molto difficile. È un tema di Paese, perché l’Italia è piena di regole e, vista dagli Stati Uniti o dall’Inghilterra, sembra sempre che dietro la complessità ci sia una truffa».

 

DEBITI

«Sono debiti finanziari, debiti scaduti. All’acquirente non è richiesto di mettere subito tutti questi soldi, ma se ne deve fare carico. Oggi la gestione produce delle perdite: in serie B, quindi fino al 30 giugno 2019, la società accumula un passivo. Se andrà in A il quadro economico cambia completamente, ma se rimane in B ai 28 milioni se ne aggiungono perlomeno altri 10-11 per la prossima stagione. Bisogna quindi fare in modo che chi la compra possa ridurre il rischio in caso di mancata promozione e che parte del fardello sia sopportato dal venditore».


IMMAGINE  SIAMO SU INSTAGRAM


 

 

 

ALTRI ARTICOLI

 
 

• PALERMO-MIRRI, IL COMUNICATO DELLA SOCIETÀ

 

• Accardi: «Gruppo importante pronto a rilevare il Palermo»

 

• Palermo, quella sublime corrispondenza di amorosi sensi






8 commenti

  1. Nino 173 giorni fa

    Ma questo ancora parla? Viene a dare lezioni di management proprio lui che non sapeva nemmeno da che parte girarsi? Lui che ha la sua società in liquidazione perchè pieno di debiti? Ma abbia almeno la decenza di stare zitto, dopo la figuraccia che ha fatto

  2. Torakiki 174 giorni fa

    Beddamatri ci sei o ci fai?? Non abbiamo l'anello al naso. Quello ha fatto finta perché pensava di scansare i domiciliari le quote sono saldamente in mano alla sua collaboratrice storica. Fischi é solo l'ennesimo parafulmine

  3. beddamatri 174 giorni fa

    a quelli che si lamentano di come zamparini abbia dato o meno la societa mi chiedo cosa vogliono ....... volevate che zamparini se ne andasse? bene se ne è andato ... avete detto meglio la serie C basta che te ne vai .......... se ne è andato nn vi deve nulla

  4. Torakiki 174 giorni fa

    Avete censurato la parola sco.po ????????????

  5. Torakiki 174 giorni fa

    Il personaggio non mi piace ma da conferme ai sospetti dei più.. Vendita messa su al solo s***o di evitare i domiciliari e senza nulla dietro altro che regali quotazioni a new York e progetti ambiziosi

  6. noitifosidelpalermo.jimdo.com 175 giorni fa

    Questi non hanno messo 1 euro anzi li vogliono e ancora pubblicate le loro interviste? mah finiamola.

  7. Fabio 175 giorni fa

    Come Volevasi Dimostrare

  8. Mau49 175 giorni fa

    Premetto che del sig. Facile non nutro simpatia,ma dalle Sue odierne dichiarazioni si scorge un velo di verità,che coincide con ciò che tutti avevamo capito.E' una matassa che pian piano si dipana e scopre i lati finora oscuri o da confermare.Una cosa sembra essere imprescindibile,che il friulano debba ormai mollare la preda (Palermo).Si prepari invece ad affrontare le difficoltà di un probabile processo con tutte le conseguenze del caso.Dovrà solo imprecare se stesso per eventuali responsabilità a lui da attribuire o attribuite.Chi è causa del proprio male pianga se stesso.

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *