MESSAGGERO VENETO

Zamparini ad Aiello
sceglie la normalità

Zamparini ad Aiello sceglie la normalità



Nonostante la decisione della Cassazione, che ha confermato la misura preventiva dei domiciliari, Maurizio Zamparini sembra non aver cambiato le proprie abitudini.

 

Secondo quanto riportato da il Messaggero Veneto, l’imprenditore friulano anche nella giornata di ieri ha svolto la sua giornata con le solite abitudini: «Un caffè al banco, un veloce scambio di battute con il titolare e l’immancabile sorriso. Anche ieri mattina l’imprenditore friulano Maurizio Zamparini, ex patron del Palermo calcio, agli arresti domiciliari nella sua villa di Aiello del Friuli, dopo che la Corte di Cassazione ha respinto il ricorso contro i domiciliari disposti dai giudici di Palermo, ha bevuto un caffè al ristorante Da Brontolo, a pochi passi dalla sua abitazione».

 

Il titolare del locale ha poi parlato di Zamparini: «Maurizio – racconta il titolare del ristorante Da Brontolo, Danilo Fedele – viene da noi a bere il caffè quasi ogni giorno. Lo conosciamo bene. È stato qui anche questa mattina (ieri per chi legge, OES) ma non abbiamo parlato di quanto accaduto, una vicenda molto delicata. Non ha dato l’impressione di essere turbato. È un uomo riservato, che non fa trasparire le sue emozioni. Apparentemente sembrava tutto come al solito. Purtroppo sappiamo che non è così. È una persona gentile e tranquilla, un uomo cordiale e dai modi garbati, insomma un signore».

 

Anche un vicino di casa ha voluto raccontare dell’ex patron del Palermo: «Conosco Maurizio fin da quando ero piccolo – le parole di Marco –. L’ho visto nel suo orto, l’ultima volta, due settimane fa. Questa vicenda ci ha lasciti sgomenti. Quando tocchi la libertà personale tocchi un diritto dell’uomo. Maurizio è sempre stato riservato, anche perché, avendo un’immagine pubblica, è inevitabile. Come vicini di casa siamo sempre andati molto d’accordo. Posso solo dire bene di lui. Mi dispiace moltissimo per quello che è successo. Con lui non ne ho parlato. Ovviamente sono fatti personali».

 

Ad Aiello del Friuli, paese in cui vive l’ex patron, la notizia si è diffusa molto rapidamente. A commentare la vicenda, l’ex assessore del Comune di San Vito al Torre, Gabriele Marcon: «L’ho sempre visto molto impegnato nel sociale. È sempre stato pronto a sostenere la gente di questo territorio».

 

Il sindaco di Aiello, Andrea Bellavite, si dice dispiaciuto. «Mi dispiace così come per qualsiasi altro cittadino di Aiello nella stessa situazione di Maurizio. Non ho alcun elemento per commentare questa vicenda giudiziaria».

 

 L’ex sindaco Roberto Festa ha conosciuto l’imprenditore sia a livello personale che come sindaco: «È una persona molto schietta e diretta. Ha sempre detto quello che pensava. È sempre stato coerente e questo non sempre viene apprezzato. Non posso ovviamente commentare l’accaduto perché non ho elementi. Rispetto la persona per quanto concerne i rapporti intercorsi tra di noi nel corso degli anni».

 

Insomma, Zamparini continua con le sue attività quotidiane in attesa che i suoi legali chiedano la revoca dei domiciliari.

 


IMMAGINE  SIAMO SU INSTAGRAM!


 

ALTRI ARTICOLI

 

• PALERMO E LA SUA ITACA: LA MAGA CIRCE, ORLANDO E DE ANDRE'

 

• ESCLUSIVA: ANTONIO PONTE E' A PALERMO. ECCO PERCHE'

 

• ESCLUSIVA, RICHARDSON ANNUNCIA: «GUNNARSSON È DEL PALERMO»

 

• FOSCHI A FORZAPALERMO.IT: «SONO SORPRESO E PREOCCUPATO»

 






Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *