PROFETI IN PATRIA

Vita dura per i «picciotti»:
da Tedesco fino a Crivello

Vita dura per i «picciotti»: da Tedesco fino a Crivello

Il Giornale di Sicilia si sofferma sui vari palermitani che, nel corso degli anni, hanno vestito la maglia rosanero: chi è stato apprezzato unanimamente, ad esempio, è stato Giovanni Tedesco, che dal 2006 al 2010 ha fatto parte di quel magico Palermo che partecipò alle prime storiche notti europee e sfiorò la qualificazione in Champions League. C'è stato poi chi, come Antonino La Gumina, ha vissuto un sogno come la cavalcata del 2018 in cui siglò ben 12 gol tra campionato e play-off e Coppa Italia, prima di mancare la promozione in A proprio quell'anno.

 

Ma anche chi vince, a Palermo, porta su-lle spalle il peso di essere nativo del capoluogo: ne sanno qualcosa Andrea Accardi e Roberto Crivello, a cui non sono bastate due promozioni per garantirsi qualcosa. Per loro c'è sempre qualcosa che va dimostrato.





Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *