VIRTUS ENTELLA-PALERMO

Baldini: «A Chiavari per
giocarcela, credo alla Serie B»

Baldini: «A Chiavari per giocarcela, credo alla Serie B»



Il tecnico del Palermo Silvio Baldini è intervenuto in conferenza stampa per parlare della sfida di domani al Comunale di Chiavari contro la Virtus Entella, match di andata del secondo turno nazionale dei play-off Serie C:

 

“Ci sono diverse angolazioni per vedere la partita con la Triestina ma io devo fare cose che conosco, non cose che penso ma che non so fare. In certe partite ci sono gli avversari e la Triestina ci ha messo in difficoltà perché non avevano n/

    /la da perdere e non pensavano al ris/
      /tato, inutile negarlo. Hanno segnato al 77’ e dopo il gol siamo cresciuti non subendo più alcun pericolo, a dimostrazione che la squadra ha saputo soffrire nel momento peggiore della gara. Prendiamo di buono quello che riusciamo a vedere, sappiamo però che non sempre avremo questa fortuna e abbiamo lavorato su quello che è andato meno bene. De Rose? Sarà sostituito o da Damiani o da Odjer, sicuramente giocherà uno dei due”.

       

      TIFOSI

      “Il calcio è passione, la passione è il tifo e il tifo è la gente. Più gente abbiamo dalla nostra parte più abbiamo la spinta per fare bene, senza di loro noi avremmo perso la gara contro la Triestina. Non c’è stata pressione di fronte allo stadio pieno, la paura viene ai giocatori che non hanno dentro il fuoco e la passione di arrivare più in alto possibile e il Palermo è composto da giocatori con questo fuoco“.

       

      BRUNORI A SECCO

      “Ha fatto 25 gol, non ricordo per quante domeniche di fila ha segnato ma se non segna lui ci sono altri giocatori lo fanno. Brunori in questa categoria non c’entra n/

        /la, mi interessa il Palermo e non mi interessano discorsi s/
          / suo sbloccarsi ai play-off o meno”.

           

          VIRTUS ENTELLA

          “L’Entella ha speso più della Reggiana e del Palermo, è tra quelle squadre che ha fatto di tutto per risalire subito ma non è successo. I soldi in campo non contano, contano le persone. Questa squadra comunque ha dimostrato di avere giocatori che sono un lusso per la categoria. Ce la giocheremo, dobbiamo fare quello che sappiamo e non giocare in base alle difficoltà che possono creare gli avversari”.

           

          PARTECIPAZIONE EMOZIONALE

          “Sono arrivato e ho cercato di dare alla squadra delle idee collegate sia al mod/

            /o ma anche alle emozioni, cercando di reagire dopo le sconfitte e vedere le vittorie come un viatico per un percorso. Ho sempre legato la tattica alle emozioni, alla partecipazione emozionale. Quando siamo andati a Santa Rosalia non l’abbiamo fatto per pregare nella promozione in Serie B ma per far vedere la c/
              /tura locale raccontando la storia della città, quando le persone povere si attaccano alla fede e alla speranza, io sono una di queste persone”.

               

              SQUALIFICHE

              “Schenetti e De Rose sono giocatori importanti e non ci saranno, noi però avremo la fortuna di recuperarlo per il ritorno. Sono giocatori fondamentali sia per noi che per loro, noi abbiamo sempre sopperito alle assenze con l’idea che tutti possono fare bene anche chi gioca di meno. Ai play-off chiunque giocherà darà l’animo”.

               

              VOLPE

              “Volpe ha giocato con me ad Empoli, era giovanissimo e si allenava spesso con noi. Un ragazzino promettente, sveglio e dinamico, poi l’ho perso di vista e lo sto ritrovando allenatore della Virtus Entella, a dimostrazione di come passa il tempo”.

               

              CREDERCI

              “Io credo alla Serie B, credo ciecamente che il destino abbia combinato una serie di cose. Al destino ci credo e non cerco di approfittare di queste cose. Abbiamo legato il nostro modo di fare alle emozioni, questo mi dà tanta autostima da trasmettere ai ragazzi. Comunque vada è bello comportarsi in questo modo, io non sono scaramantico e comunque andrà io so che quello che stiamo facendo è qualcosa di importante, convinto che arriveremo fino alla fine.

               

              RISCATTO

              “Non ho bisogno di nessun riscatto, non devo dimostrare niente, io vivo alla giornata cercando di trovare situazioni creando rapporti di amicizia anche nel lavoro per sentirmi vivo, per non sentirmi triste o ammalato. Cerco di evitare brutti pensieri per far vivere bene la mia famiglia, i mei amici e di conseguenza me stesso”.





8 commenti

  1. Bugia 43 giorni fa

    Sono 'catanese' tanto quanto gli ultras che hanno manifestato solidarietà per il loro fallimento. Anche quelli della curva nord 12 tifano catania? Oppure i catanesi che ci augurano la B sono rosanero? Capisco che per te sono ragionamenti che ti portano al cortocircuito...significa semplicemente non vivere d'odio, come fai tu.

  2. Bugia 43 giorni fa

    Scrivo su un sito del Palermo per sostenere la squadra e questa società che, compreso l'allenatore, ci sta regalando un sogno in tutti i sensi. Combatto contro i disfattisti, come te. Stasera presumo che tu tiferai contro per dare seguito alle 'critiche' verso Baldini. Io amo chi dà tutto per il Palermo, come sta facendo proprio Baldini, magari sbagliando a volte. Ma alla luce dei risultati, sfotterlo per me equivale a essere antirosanero. Se per te questo vuol dire amare il Catania...confermi l'1%.

  3. Rosanero 43 giorni fa

    @Paolo solo uno che ha lo 0,5% di cerebro può minimamente credere che la gente prenda per buono quello che scrive. Lui segue il Palermo per hobby, ma il suo cuore batte per catania, è evidente. E' un cannivìcavaddu boys da anni,.Hahahahhahahahha è arrivato l'arrotino e l'ombrellaio, e Lucca è il nuovo Luca Toni Prrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrr hahahhahahahhahah

  4. Agg egazione galattica lame otanti 43 giorni fa

    È chiaramente un diversivo divertente quello di Silvio B., giacché la Cuorappartenenziese-Liquidense è già promossa in Serie A, come aveva annunciato in p***a magna il Presidente Tifoso in Gradinata sotto la Pioggia tre anni fa. La partecipazione ai play off di Terza Categoria è una sorta di torneo amichevole, destinato all'intrattenimento primaverile di alcune tra le sue decine di sostenitori. #ci.saremo.sempre

  5. Paolo 43 giorni fa

    @bugia che ci fai in un sito del Palermo? Lo sanno tutti che la tua prima squadra è il Catania. Quello che scrivi deriva da intossicazione da carne di cavallo.

  6. ROSARIO POLLINA 44 giorni fa

    Altro che allenatore, qui ci vuole una nuova squadra fatta di giocatori bravi e importanti per la categoria.

  7. Bugia 44 giorni fa

    1% dimentica un piccolo particolare: se andiamo in B sarà merito del 'chiacchiarune'. Ma del resto con l'1% è facile andare in cortocircuito.

  8. Paolo 44 giorni fa

    Quante chiacchiere, prima andiamo in B e poi il Palermo avrà bisogno di un nuovo e vero allenatore per la serie cadetta.

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *