Verso la sentenza: il Palermo integra la memoria difensiva - Forza Palermo Calcio Giornale
DIFESA

Verso la sentenza: il Palermo
integra la memoria difensiva

Verso la sentenza: il Palermo integra la memoria difensiva



 

Il Palermo si prepara all'udienza in Corte Federale d'Appello per il secondo grado di giudizio che si terrà domani intorno alle 14:30 - ricordiamo che la nostra redazione sarà presente a Roma - e per scongiurare che la Corte confermi la sentenza del TFN, ovvero la retrocessione del club rosanero in Serie C, il team di legali composto dagli avvocati Pantaleone, Terracchio, Gattuso, Trinchera e Di Ciommo ha integrato la memoria difensiva.

 

L'integrazione dei documenti riguarda le motivazioni della Cassazione alla base del respingimento del ricorso della Procura di Caltanissetta per l'istanza di fallimento e il decamento delle accuse a Giovanni Giammarva. I giudici della Suprema Corte hanno ritenuto, infatti, che non vi siano elementi per ritenere fittizia l'operazione Mepal - Alyssa, così come il relativo credito da 40 milioni: tutto questo verrà sottoposto all'attenzione della Corte d'Appello, che entrerà nel merito e giudicherà in base anche alle accuse della Procura Federale che parte proprio dalle presunte irregolarità di tale operazione. Saranno anche tirati in ballo casi analoghi di cessione del marchio in riferimento al Chievo e al Foggia

 

Come si legge sul Giornale di Sicilia, la difesa ha integrato anche documenti sull'evidenza fondi che attestano la solidità economica della nuova proprietà rosanero, che comporta un taglio netto rispetto al passato e che potrebbe risultare decisiva per - almeno - un miglioramento rispetto alla sentenza di primo grado.


IMMAGINE  SIAMO SU INSTAGRAM


 

ALTRI ARTICOLI

 

🔴 LIVE - L'ASSIST AL PALERMO E... FORZAPALERMO.IT VA A ROMA

 

Palermo, la spedizione dei mille

 

Palermo non si arrende: comunicato Rosanero in Class Action

 

«NESSUN COMMENTO» IL COMUNICATO DEL PALERMO

 

«Carta canta!» Palermo, parla il presidente Albanese






2 commenti

  1. Hanno passato il limite della decenza 93 giorni fa

    Così è cittadino. Il Palermo non deve insistere solo su questioni pregiudiziali ma rimarcare che gli unici dati attendibili sono quelli del tribunale fallimentare e che alla luce della pronuncia della cassazione deve essere superata in radice la questione sulla legittimità della cessione dei diritti su marchio, secondo passaggio. A quel punto, ai fini della regolarità della iscrizione al campionato, si potrà discutere solo di decimali...irrilevanti

  2. Cittadino 93 giorni fa

    Occorre rivedere i conteggi della Procura (al netto delle correzioni apportate dai tre periti del Tribunale fallimentare) alla luce della sentenza della Cassazione di ieri. Se non si fanno vedere tangibilmente i conti e non si dimostra che il Palermo poteva tranquillamente iscriversi (salvando così anche le valutazioni della Covisoc), le memorie difensive faranno il tempo che trovano. Questi sono prevenuti né più né meno di quanto non lo fossero i giudici della Santa Inquisizione ...

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *